ESA: Spaccatura nell'antico fronte freddo nel grappolo di Perseo

Martedì
18:51:23
Ottobre
30 2018

ESA: Spaccatura nell'antico fronte freddo nel grappolo di Perseo

AA(Astrophysics Science Division, X-ray Astrophysics Laboratory, National Aeronautics and Space Administration Goddard Space Flight Center, Greenbelt, MD, USA

View 8.1K

word 393 read time 1 minute, 57 Seconds

Un gigantesco fronte freddo nel cluster della galassia Perseo è stato osservato da un trio di telescopi a raggi X.

L'antico fronte freddo può essere visto alla sinistra dell'immagine, allontanandosi dal fronte interno più giovane più vicino al centro. I fronti freddi galattici non sono come i fronti freddi che viviamo sulla Terra, ma sono causati da ammassi di galassie che si scontrano l'uno con l'altro. L'attrazione gravitazionale di un ammasso più grande attira un piccolo ammasso più vicino, facendo sì che il gas nel nucleo del cluster venga gettato intorno come liquido in un bicchiere. Questo crea un fronte freddo in uno schema a spirale che si muove verso l'esterno dal nucleo e questi fronti freddi e cascanti possono fornire una sonda del mezzo intermedio.

I fronti freddi sono le strutture più antiche e coerenti nei cluster centrali più freddi e questo si è allontanato dal centro del cluster per oltre cinque miliardi di anni - più a lungo del nostro Sistema Solare esistente. La lunga struttura curva si estende per circa due milioni di anni luce e viaggia a circa 50 chilometri al secondo.

L'immagine combina i dati dell'osservatorio Chandra X-Ray della NASA, XMM-Newton dell'ESA e il satellite ROSAT a guida del Centro aerospaziale tedesco. Chandra ha anche preso un primo piano separato della parte superiore sinistra del fronte freddo, rivelando alcuni dettagli inaspettati.

Il cluster di galassie Perseo contiene migliaia di galassie e un buco nero supermassiccio al centro. Il buco nero è responsabile della creazione di un ambiente duro di onde sonore e turbolenze che dovrebbero erodere un fronte freddo nel tempo, levigando i bordi precedentemente affilati e creando cambiamenti graduali di densità e temperatura. Invece, l'immagine ad alta risoluzione di Chandra mostrava un bordo sorprendentemente nitido sul fronte freddo, e una mappa della temperatura ha rivelato che la parte superiore sinistra del fronte freddo è divisa in due.

La nitidezza del fronte freddo suggerisce che è stata preservata da forti campi magnetici avvolti attorno ad esso, che agiscono essenzialmente come uno scudo contro l'ambiente ostile. Questo "drappeggio" magnetico impedisce al fronte freddo di diffondersi ed è ciò che gli ha permesso di sopravvivere così bene per oltre cinque miliardi di anni mentre si allontana dal centro del cluster.

Source by esaint


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / ESA: Spa...di Perseo