Basket: C.I.A. sono 41 gli indagati, tra loro presenti alcuni arbitri

Sabato
08:26:32
Dicembre
26 2009

Basket: C.I.A. sono 41 gli indagati, tra loro presenti alcuni arbitri

View 137.0K

word 408 read time 2 minutes, 2 Seconds

La Polizia di Stato ha notificato l’avviso di conclusione indagini nei confronti di 41 indagati appartenenti al C.I.A. (Comitato Italiano Arbitri), organo tecnico della Federazione Italiana Pallacanestro, autori dei reati di abuso d'ufficio e frode in competizioni sportive commessi all’interno del mondo del Basket.Coinvolti i vertici, pro tempore, del Comitato Italiano Arbitri: il presidente, il responsabile del Settore Commissari Speciali, il designatore dei Commissari Speciali, e il designatore degli arbitri di serie C maschile, ai quali vengono contestati i reati di associazione per delinquere finalizzata all’abuso d'ufficio e alla frode in competizioni sportive; mentre ai restanti indagati, i reati configurati sono l’abuso d'ufficio e frode in competizioni sportive a vario titolo e in concorso.l’attività investigativa è stata condotta e sviluppata dal Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Reggio Calabria attraverso intercettazioni telefoniche, telematiche ed attività di polizia giudiziaria di tipo tradizionale, che, dopo due anni d'indagini aveva portato alla denuncia alla Procura di Reggio Calabria di 53 arbitri e commissari, appartenenti al CIA, organo tecnico della Federazione Italiana Pallacanestro.I reati contestati di abuso d'ufficio e frode in competizioni sportive riguardano indagini che si riferiscono alle stagioni sportive 2007/2008 e 2008/2009, durante le quali erano state condizionate le graduatorie arbitrali, ma anche alcune gare del campionato di Basket, per le quali alcuni presidenti di squadre richiedevano l’invio di arbitri "compiacenti".Gli arbitri e i commissari indagati, residenti in varie regioni italiane, appartengono alle categorie A dilettanti maschile - A1 femminile; B maschile-A2 femminile, C maschile - B Femminile.Dalle indagini sviluppate è emerso che negli ultimi anni il sistema delle valutazioni degli arbitri era pesantemente condizionato dagli indagati che, già prima delle partite, stabilivano i voti da dare agli arbitri designati senza tener conto della prestazione che poi avrebbero effettuato, penalizzando gli arbitri non consenzienti alle loro indicazioni con la retrocessione e favorendo invece, quegli arbitri che si attenevano alle disposizioni ricevute.Le indagini sono state avviate nella seconda metà del 2007, dopo che alcuni arbitri di Reggio Calabria, Caserta e Pesaro, danneggiati dal predetto sistema denunciavano attraverso l’invio di mail l’esistenza di un sistema corrotto da una organizzazione orientata a condizionare giudizi ed arbitraggi e a determinare promozioni e retrocessioni di compagini sportive.

Gli incontri oggetto dell’attività investigativa riguardano, al momento, alcune squadre delle regioni Toscana, Umbria e Sicilia, militanti nei campionati nazionali di serie B e C.

Source by Flashsport


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Basket: ...i arbitri