ANNAPOLIS PACE ENTRO 2008, Bush. Opportunità Storica

Mercoledì
08:19:23
Novembre
28 2007

ANNAPOLIS PACE ENTRO 2008, Bush. Opportunità Storica

View 136.0K

word 470 read time 2 minutes, 21 Seconds

ANNAPOLIS - (ANSA) "Pace entro il 2008". Il presidente americano George W. Bush ha lanciato alla conferenza di Annapolis, affiancato dal premier israeliano Ehud Olmert e dal presidente dell’Autorita' palestinese (Anp) Abu Mazen, un ambizioso obiettivo nel nuovo impegno per risolvere i decennali contrasti tra israeliani e palestinesi. Un obiettivo che coincide, non a caso, con l’uscita del presidente Bush dalla Casa Bianca e dalla politica internazionale.

Secondo il segretario di stato Condoleezza Rice è un obiettivo che puo' essere raggiunto: è adesso il momento per far scattare il processo di pace. Ci sono le condizioni per arrivare al successo. ''Ad Annapolis abbiamo realizzato un passo avanti significativo'', ha detto la Rice. Ma i sauditi e gli altri Paesi arabi giunti ad Annapolis con molto scetticismo hanno rilanciato la posta: i negoziati tra israeliani e palestinesi devono essere accompagnati da analoghi sforzi sul fronte del contenzioso tra Israele e Siria.

Secondo il segretario di stato Condoleezza Rice è un obiettivo che puo' essere raggiunto: è adesso il momento per far scattare il processo di pace. Ci sono le condizioni per arrivare al successo. ''Ad Annapolis abbiamo realizzato un passo avanti significativo'', ha detto la Rice. Ma i sauditi e gli altri Paesi arabi giunti ad Annapolis con molto scetticismo hanno rilanciato la posta: i negoziati tra israeliani e palestinesi devono essere accompagnati da analoghi sforzi sul fronte del contenzioso tra Israele e Siria.

ACCORDO INCERTO FINO ULTIMO MINUTO,CASA BIANCA

RICE,NEGOZIATI BILATERALI SIN DA DOMANI

(MISNA) ANNAPOLIS: AGGIORNAMENTI DOPO LA PRIMA GIORNATA
Il primo ministro israeliano Ehud Olmert e il presidente dell’Autorità nazionale palestinese (anp) Mamhoud Abbas (alias Abu Mazen) sono stati invitati dal presidente americano a recarsi oggi alla Casa Bianca “per cominciare i negoziati”: lo ha annunciato, a conclusione della prima giornata della Conferenza di Annapolis, Condoleeza Rice, segretario di stato americano. Il programma diffuso nei giorni scorsi prevedeva comunque incontri conclusivi di Olmert e Abbas alla Casa Bianca. La notizia viene riferita dai principali mezzi internazionali d’informazione con toni che oscillano tra uno speranzoso entusiasmo, la fredda annotazione dei fatti e la consueta dose di scetticismo che ha preceduto e accompagnato la Conferenza. Manifestazioni con vari livelli di violenza si sono svolte intanto contro Annapolis sia in Israele che nei Territori Palestinesi. Nella più grave, a Hebron, sud della Cisgiordania, è stato ucciso il manifestante palestinese Hisham Baradi di 35 anni e i feriti sono stati 35. Altri tre palestinesi sono stati feriti nella Striscia di Gaza durante un’incursione israeliana. Il ministro israeliano del Commercio Eli Yishai, secondo il quotidiano israeliano on-line “Haaretz”, ha definito “sogni non in contatto con la realtà ” le notizie che giungono da Annapolis; un esponente della destra, il ministro degli Affari Strategici Avigdor Lieberman, ha definito “quasi nulle” le possibilità di un accordo di pace entro il 2008. [MB]


Source by Varie


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / ANNAPOLI... Storica
from: ladysilvia
by: Arcigay