Parlamento radicalmente libero

Giovedì
02:49:07
Marzo
06 2008

Parlamento radicalmente libero

De Pierro: “Questa legge elettorale favorisce un Parlamento occupato dai condannati”

View 133.6K

word 404 read time 2 minutes, 1 Seconds

Roma " “La politica è uno spettacolo scadente”, così Antonello De Pierro, presidente di Italia dei Diritti, commenta la situazione che si è venuta a creare dopo l’approvazione dell’attuale legge elettorale. “Assistere ad uno show del genere è alquanto deprimente. Questo vergognoso regolamento, varato da un irresponsabile governo Berlusconi e non cambiato da un inetto governo di centro sinistra, costringe i cittadini ad essere spettatori inermi e impotenti di scene paradossali nella politica ormai giunta al teatrino”, asserisce De Pierro che rincara la dose è sottolinea, “sul proscenio troneggiano cariatidi ormai consunte che farebbero bene a mettersi da parte piuttosto che elemosinare scranni sicuri in parlamento per avere la certezza di posarvi saldamente le terga”.

Una legge che causa una situazione antidemocratica e perciò anticostituzionale per il presidente di Italia dei Diritti che aggiunge: “Tutto ciò annulla e mortifica i principi della democrazia schiacciandoli inesorabilmente con i cingoli dell’arroganza. La Costituzione sancisce la sovranità del popolo, anche se il popolo stesso con questa legge elettorale non ha alcun potere espressivo e decisionale”.

I riferimenti di De Pierro sono rivolti anche alla diatriba scaturita tra Radicali e Pd, per le nove candidature “assicurate” agli alleati del partito di Pannella. “Se andiamo a vedere nello specifico le rivendicazioni dei pannelliani”, dice De Pierro, “sarebbe auspicabile per il bene della Nazione che questi spariscano completamente dalla scena politica”. Le ragioni di questa netta presa di posizione non sono infondate, perché “tra i posti rivendicati che, a parere dei Radicali, non avrebbero alcuna possibilità di elezione c’è quello di Elisabetta Zamparutti”.

La probabile candidata in Basilicata è compagna di Sergio D’Elia, parlamentare uscente della Rosa nel Pugno, pregiudicato, condannato a 30 anni, ridotti poi a 12, per l’omicidio di un poliziotto. “Proprio grazie alla legge “Porcellum” “, mette in luce il presidente, “i radicali non avevano fatto eleggere, ma bensì posizionato in Parlamento D’Elia, poi escluso dalle liste del Pd proprio per il suo trascorso terroristico, come dirigente di Prima Linea”. Accanto a De Pierro, Roberto Soldà , segretario romano dell’Italia dei Valori che concorda pienamente, caldeggiando la linea portata avanti dal partito di Di Pietro per un Parlamento pulito. “I Radicali”, conclude il presidente di Italia dei Diritti, “ingannando gli italiani e prendendosi gioco della famiglia del poliziotto, Fausto Dionisi, assassinato proprio da D’Elia, hanno pensato bene di lasciare il posto in Parlamento in famiglia”.

Source by italymedia.it


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Parlamen...te libero