LETTERA APERTA: mezzi pubblici e inquinamento

Mercoledì
17:12:15
Luglio
02 2008

LETTERA APERTA: mezzi pubblici e inquinamento

View 160.4K

word 691 read time 3 minutes, 27 Seconds

Egregia Sindaco di Milano Letizia Moratti,

è mia precisa opinione che la città di Milano debba iniziare ad essere gestita, da un punto di vista del traffico, in modo serio; Quanto avvenuto la settimana scorsa in occasione del concerto di Bruce Springsteen tenutosi allo stadio di San Siro, dove i 70mila spettatori che, invitati ad utilizzare i mezzi pubblici (ma dovrei dire sostanzialmente obbligati dato che i parcheggi auto erano stati chiusi!), alla fine del concerto si sono ritrovati a dover vagare per la città a piedi a causa di un potenziamento dei mezzi pubblici largamente insufficiente e per il fatto che la metropolitana chiude alle 00.15! Questo fatto non è deludente, come quando quest’inverno una bambina esausta di sei anni mi disse che aveva aspettato con la nonna l’autobus per un’ora (!) al freddo, questo fatto è uno scandalo! Che a Milano, città che viene spacciata come “metropoli” europea ma che nella sostanza riesce a nascondere il suo declino costante solo grazie a un abile gioco di specchietti che rimandano la luce oramai scolata della “Milano da bere”, le linee della metropolitana, oltre ad essere sporche, a non avere forze dell’ordine visibili (uniformi!) che la pattugliano, ad avere tempi d’attesa estenuanti, ci sia la beffa del fatto che le corse finiscano con orari da Cenerentola, dimostra unicamente che la politica del Comune di Milano mira alla propaganda! Non è possibile che si blateri di sicurezza stradale quando a Milano, la metropolitana finisce a mezza notte e che quindi i giovani (e in non giovani) che escono alla sera e potrebbero utilizzarla, si trovano sostanzialmente costretti a usare l’auto con i conseguenti incidenti stradali e inquinamento atmosferico. Non è possibile che una città che vive anche di turismo fornisca disperazione ai turisti che si trovano senza mezzi pubblici di notte come se fossero in un paesino sperduto. Non è possibile che a Milano che vive anche di lavoro e non solo di sfruttamento di extracomunitari sottopagati, la metropolitana apra alle 06.00, quando c’è gente che deve essere sul posto di lavoro a quell’ora. Io contesto pienamente la sua politica inconcludente sul traffico e sull’inquinamento, contesto il suo ecopass che è solo una gabella medioevale che spezza in due la città , che si sovrappone alle tasse di circolazione, che aumenta la sperequazione e che aumenta la sensazione netta nei cittadini al fatto che si miri solo a creare “privilegi” in cambio di voti... E così è anche per le strisce di parcheggio residenziale e a pagamento che servono solo ad aumentare il traffico perché, fino a prova contraria, se una persona non riesce a parcheggiare l’auto, questa continuerà a circolare e a inquinare! Questa città vive di mobilità e invece si creano solo intralci. Ci vogliono parcheggi aperti 24 ore con guardie armate e gratis! Non è possibile che Milano (la città più inquinata d’Europa) infierisca sui suoi cittadini con multe sempre più salate, quando il Comune non provvede ad adeguati parcheggi pur avendone la responsabilità ! E cosa dire quando, nelle mattine successive ai lavaggi della strada, i cittadini si ritrovano le multe per divieto di sosta (70") perché hanno parcheggiato sul marciapiede, considerato che detti lavaggi strada coprono tutte le vie di interi quartieri! I cittadini dove devono andare a parcheggiare le auto? Sugli alberi?! È ormai lapalissiano che l’amministrazione di Milano non ha una visione di insieme che porti alla soluzione dei problemi e che tende solo a spremere le tasche dei cittadini propagandano al contempo soluzioni che sono solo di facciata. Al sottoscritto la sua “lotta” all’inquinamento sembra una barzelletta: proprio ieri notte in via San Paolo (a due passi dal Duomo) mi è capitato di vedere un’auto della polizia di stato, una della polizia municipale e due mezzi della nettezza urbana, di quelli atti a pulire le strade, tutti fermi con le porte aperte e i loro equipaggi intenti a chiacchierare e tutti e quattro i mezzi con il motore acceso! I milanesi nel 1848 insorsero contro gli odiati austriaci ma viene da rimpiangerli se si pensa in che razza di oppressione velata siamo finiti!

Distinti saluti
Matteo Cornelius Sullivan
Reggente del Partito della Alternativa Monarchica

Source by P.d.A.M.


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / LETTERA ...uinamento