PREMIO SANTA CHIARA : Consegnato premio alla carriera a Mike Bongiorno

Venerdì
18:40:45
Novembre
21 2008

PREMIO SANTA CHIARA : Consegnato premio alla carriera a Mike Bongiorno

Club Santa Chiara premia Bongiorno, una serata ricca di aneddoti e racconti legati alla vita privata di Mike Bongiorno.

View 131.2K

word 1.1K read time 5 minutes, 33 Seconds

Milano: Serata all’insegna del Premio Santa Chiara, Riconoscimento alla carriera, consegnato presso il Circolo della Stampa a Milano al pluripremiato presentatore e, giornalista pubblicista, Mike Bongiorno.


La serata è iniziata con l’esclamazione felice del buon Mike Bongiorno «Allegria....!», sono stati fatti i vari saluti alle varie eccellenze presenti e non. Di fronte ad una platea di giornalisti e personaggi dello spettacolo il caro Mike Bongiorno ha raccontato parte del suo vissuto, Mettendo l’accento sui valori e sulla fede.


Ha ricordato, come ha avuto inizio la sua carriera, raccontando nei dettagli alcuni delle sue esperienze di vita, molto interessanti e toccanti. Il buon Mike Bongiorno, ha fatto un salto indietro al periodo della guerra e in tale occasione non perde l’opportunità di raccontarsi e, ci ha ricordato che «abbiamo sette vite» da lui già vissute 4 e, che come per i gatti ne sono rimaste ancora TRE "una battuta di un collega esclama" «bene Mike allora con le tre vite rimaste puoi arrivare fino a 172 anni... » dopo che tutti i presenti hanno riso per la divertente battuta Mike Bongiorno, segue nel raccontare il periodo in cui fu arrestato e portato dai tedeschi a san Vittore nel braccio della morte.


Ricordava con precisione il numero della Cella «89» e i giorni interminabili «64» di dura detenzione. Mike disse che, fu arrestata anche sua madre, e che, con il buon Montanelli escogitarono il modo per andare a trovare la madre di Mike e, la moglie (di Montanelli). Disse: Venne un giorno un signore (Montanelli) con un bidone pieno di acqua e un tubo. Con questi arnesi andarono a visitare i padiglioni femminili e così riuscirono a vedere le proprie donne Madre e Moglie.


Prima di questo racconto ci ha un pò commossi in quanto ha ricordato il buon Gustavo Rol e, della sua fama di grande persona spirituale e, un avvenimento a sua detta il primo, dove pensò realmente di morire.


Fu poco prima di essere arrestato, salvato da un gesto inaspettato. «gettò dalla finestra dei documenti, in quanto faceva il galoppino in quel periodo , portava informazioni dall’Italia verso altri luoghi», questi documenti furono visti da una delle guardie tedesche e, poi riportati nel luogo dove Mike doveva essere fucilato, motivo appunto dell’arresto e che gli ha salvato la vita da una fucilazione certa.


Grazie a questo gesto Mike non fu fucilato dai tedeschi e, in questa occasione ha raccontato cose gli è accaduto.


Disse pressappoco : Sapete , quando si è sicuri di morire e io pensavo di essere fucilato, la nostra anima esce dal corpo, e vediamo noi stessi fuori dal corpo , io vedevo di fronte a me il mio corpo. Per LSNN nulla di nuovo in quanto ha vissuto questa esperienza più volte (quella dell’anima) e per questa ragione è una sostenitrice dello spirito e delle sue facoltà.


Tornando al buon Mike. E in questi periodi tra San Vittore e l’essere rassegnato alla morte per fucilazione , che ha riscoperto la Fede in Dio.


Dopo tali aneddoti, ha raccontato il periodo in cui lavorava in RAI e che percepiva uno stipendio miserevole (ha precisato che la RAI essendo unica in tutta Italia faceva pressione su questo fatto per non pagare quanto avrebbe dovuto), chiaramente ci ha riservato molti aneddoti su tale periodo e, si è soffermato su Berlusconi che stima molto e lo ha chiamato "uomo di comunicazione con grande capacità di convincimento", nel periodo in cui lo contattò e, che con molta tenacia e perseveranza lo convinse a lasciare la Rai per fondare Mediaset. Disse Mike «in quel periodo stavo partendo con mia moglie e Berlusconi riuscì a trovare l’itinerario del mio viaggio e mi telefonava ogni giorno fino al mio rientro in Italia» Tutta la sua storia dice il buon Mike è nel suo nuovo libro scritto da suo figlio che ha annotato pazientemente tutti i suoi racconti.


Tuttavia disse che RAI lo pagava pochissimo e che alla proposta di Berlusconi, temeva non fosse adeguatamente coerente «Ero preoccupato per la mia famiglia», ma quando sentì la proposta (circa 300 Milioni anno) , Mike non credeva alle sue orecchie pensava fosse un sogno.


Berlusconi disse : invita tutti i tuoi colleghi a venire in mediaset, e Mike chiamò la Raffaella Carrà e, i vari colleghi per portarli in Mediaset.


Iniziarono a lavorare in cantina, fino a ora tarda, ricordava che alla sera uscivano e non vedevano le proprie auto in quanto in Milano due la nebbia era veramente fitta.


Dopo il filmato e questo breve ma bel discorso, è stato premiato "Per il suo determinante contributo alla nascita, alla diffusione e allo sviluppo della televisione commerciale e di intrattenimento in Italia", il Premio del Club Santa Chiara alla carriera è stato assegnato a Mike Bongiorno. Il decano e più famoso fra i conduttori televisivi, al Circolo della Stampa di Milano, durante la quale è stato intervistato dal direttore del TgCom, Paolo Liguori.


"Fin dai primi anni di vita della televisione italiana", sottolinea Marco Palmisano, presidente del Club Santa Chiara, compagnia di comunicazione. "Bongiorno ha saputo segnare la nostra storia, coinvolgendo per più di 50 anni milioni di famiglie, sapendosi sempre distinguere per la grande serietà umana e professionale che, unita all’ironia e alla semplicità ne hanno sempre caratterizzato il tratto.


Questo suo grande merito è largamente riconosciuto non solo dal grande pubblico ma anche da tutte le aziende, investitori pubblicitari, mezzi ed agenzie che in tutti questi anni hanno trovato in lui un campione della comunicazione televisiva semplice ed efficace" Vincitore di 16 Telegatti, Mike Bongiorno nella sua impareggiabile carriera ha ottenuto anche successi radiofonici, oltre ad essere comparso in alcuni film e aver fatto da testimonial pubblicitario. Vanta anche la presentazione di undici edizioni del Festival di Sanremo e una di Miss Italia.


A fine serata ha ricordato un aneddoto poco simpatico di cui è stato vittima « Mi vogliono radiare dall’albo dei giornalisti pubblicisti, nel quale sono iscritto dal 1973 e di cui mi onoro di appartenere, perché faccio pubblicità. È una cosa assurda". Lo ha detto Mike Bongiorno al Circolo della Stampa di Milano davanti a una platea di giornalisti ». Non ricordo il nome di quella signora , ma era agressiva e sgradevole, quindi miei cari è possibile che non possa più entrare in questo circolo a breve.


Ma a fine serata è arrivata una telefonata, dell’Agenzia Ansa, che pare abbia quietato gli animi sia di Mike Bongiorno che dei presenti.


Silvia Michela Carrassi



Galleria fotografica Premio Alla Carriera Club Santa Chiara su FaceBook © Ladysilvia

Source by Silvia_Michela_Carrassi


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / PREMIO S...Bongiorno
from: ladysilvia
by: Bocconi
from: ladysilvia
by: Apple