Castello Sforzesco. In mostra gli oggetti della collezione islamica

Mercoledì
04:26:04
Novembre
26 2008

Castello Sforzesco. In mostra gli oggetti della collezione islamica

View 167.6K

word 550 read time 2 minutes, 45 Seconds

Milano: Venti oggetti della collezione islamica, conservati presso le Civiche Raccolte d'Arte Applicata, saranno esposti al pubblico per la prima volta nelle Sale Panoramiche del Castello Sforzesco dal 26 novembre al 15 febbraio 2009 per la mostra “Dalla Turchia. Una scelta di opere ottomane dalle collezioni del Castello Sforzesco”.

L’esposizione, curata dal prof. Giovanni Curatola, vuol far conoscere il processo di conservazione di 5 preziosi tappeti risalenti al XVI e al XVII secolo, che sono stati riportati al loro originario splendore con un impegnativo intervento di restauro.

Il restauro di tre tappeti è stato eseguito dal Laboratorio Restauro Tappeti di Open Care, sotto la direzione di Luisella Belleri, mentre il lavaggio degli altri due da Vanessa Lysèn e Aga Wojciechowska del laboratorio di David Sorgato.

In mostra anche alcuni reperti che illustrano le arti della corte ottomana: una selezione di velluti e una serie di rivestimenti ceramici che ornavano moschee e scuole coraniche di provenienza siriana.

Una serie di stampe e illustrazioni originali della Raccolta Bertarelli illustrano la cronologia dell’impero ottomano, i costumi locali e la grandiosità di Istanbul.

Per informazioni: tel. 02 884.63744

Apertura: da martedì a domenica, dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30

(lunedì chiuso)

Ingresso libero

LA COLLEZIONE DI AREA ISLAMICA DELLE RACCOLTE EXTRAEUROPEE DEL CASTELLO SFORZESCO

La mostra “Dalla Turchia. Una scelta di opere ottomane dalle collezioni del Castello Sforzesco” nasce da un progetto di valorizzazione delle raccolte di area islamica del Castello Sforzesco che ha previsto la catalogazione informatizzata dell’intero nucleo collezionistico (319 manufatti), delle azioni di restauro e conservazione, e finalmente l’esposizione di una selezione di 30 opere tra tappeti, velluti e ceramiche di area ottomana.
Mai esposta prima se non con qualche eccezione, la collezione islamica del Castello Sforzesco si è formata grazie a legati testamentari ad acquisti e donazione. Le sezioni che compongono la collezione sono i reperti in ceramica, i tessili, i tappeti e le armi. Gli esemplari più antichi sono i tessuti di epoca fatimide (X-XI secolo). Le zone geografiche di provenienza sono quanto mai varie: dall’Egitto alla Persia, dalla Siria all’Anatolia. La collezione di maioliche ispano-moresche infine, pur facendo parte delle Raccolte d’Arte Applicata, completa il quadro della produzione di arte islamica del Mediterraneo presente al Castello.

La collezione dei tappeti riunisce esemplari tra i più vari di tappeti che vengono dal mondo anatolico, con una cronologia che spazia dal XVI secolo ai primi del Novecento. Grazie alla diversità della collezione si possono documentare anche varie tecniche di tessitura: l’annodatura classica, il ricamo, la tecnica del kilim. Una grande parte della collezione dei tappeti viene da casa Boschi (oggi un museo), dove era usata per l’arredamento della dimora come dimostrano numerose foto d’epoca.

Il nucleo dei tappeti più antichi (5 esemplari qui esposti) invece, è frutto di acquisti mirati effettuati con lungimiranza dall’amministrazione comunale. Tale gruppo è presente nelle collezioni del Castello sin dagli inizi del Novecento: vennero esposti per un breve periodo in Sala della Balla. Su di essi si sono concentrati gli interventi più importati di consolidazione e recupero.

Il progetto di valorizzazione che ha interessato l’intera collezione è la prima tappa verso l’esposizione permanente, che avverrà con la prossima apertura di un museo dedicato alle Culture del Mondo presso l’area dell’ex-Ansaldo nella zona di Porta Genova.

Source by Redazione


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Castello... islamica