Natale 2008. La giornata della solidarietà del Sindaco Moratti. “Attenzione e vicinanza a chi ha più bisogno

Venerdì
09:43:43
Dicembre
26 2008

Natale 2008. La giornata della solidarietà del Sindaco Moratti. “Attenzione e vicinanza a chi ha più bisogno

Il Sindaco, accompagnato dall’assessore Moioli, ha portato gli auguri del Comune all’Ospedale Niguarda, al carcere di San Vittore, alla Casa della Carità di Don Luigi Colmenga e alla Casa dell’Accoglienza di viale Ortles

View 134.9K

word 704 read time 3 minutes, 31 Seconds

Milano " Giornata di auguri natalizi per il Sindaco Letizia Moratti e per l’assessore alla Famiglia, Scuola e Politiche sociali Mariolina Moioli, che hanno voluto portare il saluto della Città a chi si trova in difficoltà ringraziando gli operatori e i volontari che dedicano quotidianamente tempo e lavoro ai più deboli.

La prima tappa questa mattina al padiglione pediatrico Rossini dell’Ospedale Niguarda. Ad attendere il Sindaco, davanti al presepio e all’albero di Natale i piccoli pazienti del reparto che, accompagnati dai loro genitori hanno ricevuto i doni dalle mani del primo cittadino. Subito dopo nello stesso padiglione, ma al quarto piano, il Sindaco ha inaugurato un nuova sala per il gioco con arredi a misura di bambino realizzati grazie a un contributo del Rotary Club Milano Nord, ideati da due studentesse della facoltà di Architettura e design del Politecnico di Milano.

Secondo appuntamento della mattinata al carcere di San Vittore. Il Sindaco e l’assessore Moioli, dopo un breve colloquio con il vicedirettore della casa circondariale Teresa Mazzotta e con il provveditore regionale alle Carceri, Luigi Pagano, hanno incontrato gli agenti della Polizia penitenziaria: “La mia presenza qui è per portare un saluto e un ringraziamento e per essere il più vicino possibile a chi sta in carcere, ma anche a voi che svolgete un’attività non facile, ma positiva per i detenuti e per il loro percorso di reinserimento nella società ”. A questo proposito il Sindaco, ricordando l’iniziativa già in atto con Amsa, ha prospettato la possibilità di attività analoghe con le società impegnate nella realizzazione dell’Expo.

La visita a San Vittore si è conclusa con l’incontro nel VI Raggio con un rappresentante dei detenuti che da circa tre anni è impegnato con il “Gruppo della Trasgressione” nella realizzazione di iniziative per offrire a coloro che si trovano in carcere l’opportunità di un recupero non solo sociale ma anche personale. “Anche voi siete un modello per molti”, ha detto il Sindaco, ricordando l’esperienza del campione di pugilato Giacobbe Fragomeni " a cui ieri ha consegnato l’Ambrogino d’oro " che, uscito da un’adolescenza difficile, è diventato un esempio per tutti i ragazzi del quartiere Stadera.

La giornata di auguri è quindi proseguita alla Casa della Carità di Don Luigi Colmegna, con un pranzo nel refettorio in compagnia degli ospiti del centro. Menu a base di polenta e salsiccia e tartine con caviale. Al tavolo con il Sindaco era presente anche il presidente del Tribunale di Milano, Livia Pomodoro. Dopo il saluto dei commensali più anziani è stata la volta dei bambini, i piccoli rom del centro Ceas del Parco Lambro - dove è attivo il progetto “Ospitare l’infanzia”per l’accompagnamento scolastico " che hanno donato al Sindaco una composizione in carta con fiori colorati, tipica della loro tradizione. In questa occasione il Sindaco ha voluto ricordare il senso del Patto per la legalità e ciò che caratterizza il centro guidato da Don Colmegna: “Il patto per noi significa dare più servizi per l’integrazione come avviene qui nella Casa della carità , dove si offre sostegno a tutti con risposte personalizzate alle diverse esigenze e iniziative di recupero e reinserimento, che hanno portato in questi anni alla reintegrazione di 1.400 persone”. Per questo il Sindaco ha voluto lanciare un appello ai milanesi: “ Tutti i cittadini possono versare il 5 per mille e il mio invito è donare alla Casa della carità questo contributo”.

Il Sindaco ha concluso la giornata con la visita agli operatori della Casa dell’Accoglienza di viale Ortles. Il centro da semplice dormitorio è stato trasformato in una struttura dedicata all’accoglienza e al recupero dei più deboli. Nella struttura sono disponibili 321 posti per gli uomini, 44 per le donne e 164 sono riservati al piano antifreddo. “E’ un fiore all’occhiello del Comune, che da tanti anni sta investendo nella struttura - ha detto il sindaco Letizia Moratti " Il nostro impegno è di rafforzare il centro diurno perché sia sempre più una casa di accoglienza”.

Source by Moratti


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Natale 2... bisogno