Cori razzisti di Salvini contro napoletani, De Pierro chiede dimissioni immediate

Venerdì
12:19:02
Luglio
17 2009

Cori razzisti di Salvini contro napoletani, De Pierro chiede dimissioni immediate

Il presidente dell’Italia dei Diritti: “Le sue scuse non ci bastano. Metteremo in atto proteste eclatanti che non si arresteranno finchè Matteo Salvini non rassegnerà le sue dimissioni assolute e si ritirerà dall’agone politico”

View 133.7K

word 480 read time 2 minutes, 24 Seconds

Roma: "Le scuse di Salvini non bastano. Il comportamento assunto nei confronti dei napoletani di certo non mi meraviglia per un leghista, ma indubbiamente non è consono a nessun rappresentante istituzionale, tanto meno ad un parlamentare, per di più ora europeo e quindi delegato a rappresentare lItalia in Europa”. Queste le dichiarazioni polemiche di Antonello De Pierro, presidente del movimento Italia dei Diritti, riguardo allo scandaloso video della festa della Lega di Pontida, dove leuroparlamentare Matteo Salvini cantava inni razzisti chiamando i napoletani "colerosi, terremotati”. Dopo aver rassegnato le dimissioni dal Parlamento Italiano, lesponente della Lega Nord ha chiesto scusa al popolo napoletano, ma il "Comitato contro il parlamentare razzista”, inaugurato proprio per loccasione, ha annunciato di voler procedere legalmente citandolo per diffamazione. "A Napoli, continua De Pierro, dove si è già attivato il nostro responsabile regionale campano Antonio DAuria, la protesta dei nostri sostenitori sta montando a vista d‘occhio. Innanzitutto il tentativo di Salvini di far passare le sue dimissioni come un atto legato a questo episodio è stata una cosa peggiore dellatto stesso. Le dimissioni sono state un atto dovuto soltanto per la nota incompatibilità che cè tra una carica al parlamento italiano e quella nel parlamento europeo. Resto ancora più allibito – ha continuato il leader dellIdD - di fronte al completo immobilismo di Bossi che si è limitato semplicemente a definire Salvini un pessimo cantante. Ancora più inconsistente e pietoso, è stato poi il tentativo di far passare un coro altamente razzista come unironia da stadio.
Strano che un parlamentare non sappia che anche in ambito calcistico sarebbe stato sanzionato.
Anzi, li sarebbe stato sanzionato e qui no. La nostra solidarietà - conclude De Pierro - va ad abbracciare tutti i partenopei ma anche gli stessi terremotati di Abruzzo che indirettamente sono stati colpiti dalle gravi offese pronunciate dal "disonorevole” Salvini. Per quanto riguarda lItalia dei Diritti, metteremo in atto, prima a Napoli e se necessario anche a Roma e in altri posti dItalia, proteste eclatanti che non si arresteranno finché Matteo Salvini, che non consideriamo assolutamente degno di rappresentare il popolo in parlamento, né tanto meno lItalia in Europa, non rassegnerà le sue dimissioni assolute e si ritirerà dallagone politico. Di fronte a forze politiche che non hanno saputo opporsi ad una vergogna di questo tipo, noi che ci stiamo affermando come lunica vera forza di opposizione, pur se extra parlamentare, ci sentiamo in questo momento di rappresentare tutti i napoletani, gli abruzzesi e chiunque altro si senta colpito dallineffabile delirio di un leghista, il quale ancora una volta ha bene incarnato le proiezioni ideologiche di estremismo razzista proprie del suo partito”.

Source by italymedia.it


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Cori raz...immediate