Identità . A Palazzo Marino un convegno sulle origini celtiche dell’Europa

Lunedì
15:42:59
Ottobre
05 2009

Identità . A Palazzo Marino un convegno sulle origini celtiche dell’Europa

View 133.9K

word 450 read time 2 minutes, 15 Seconds

Milano - Parigi, Budapest, Milano, Ginevra, Bucarest, Belgrado e molte altre città dallAtlantico ai Carpazi o dalle grandi pianure nordiche sino alle rive settentrionali del Mediterraneo possono vantare comuni origini celtiche? Una medesima personalità europea? A queste e ad altre domande si cercherà di dare risposta, sabato 10 ottobre a Palazzo Marino, al convegno internazionale "Le radici celtiche dEuropa”. Lincontro, che si terrà alle ore 9.00 in Sala Alessi (ingresso libero), è promosso dallAssociazione Culturale Capodanno Celtico onlus, in collaborazione con lAssessorato al Turismo, Marketing territoriale e Identità nellambito della decima edizione del ciclo di eventi dedicato alla storia della Milano golasecchiana e lateniana.

"Il convegno segna una tappa importante nella conoscenza della cultura celtica – commenta lassessore Massimiliano Orsatti – perché indaga il contributo che questa civiltà ha dato alla nascita della nostra attuale personalità europea”. "Un appuntamento – continua Orsatti - che vuole essere linizio di un percorso di riscoperta e apprendimento delle nostre origini. Percorso che culminerà, a dicembre, con unimportante mostra archeologica al Castello Sforzesco dove saranno esposti reperti straordinari e per la maggior parte inediti – come la famosa ‘Venere paleolitica di Dolnì Vestonice - che racconteranno i primordi dellarte figurativa europea. Solo attraverso la comprensione e la consapevolezza delle proprie comuni origini – conclude lassessore - si possono apprezzare appieno le evoluzioni più profonde del proprio territorio”.

Al convegno "Le radici celtiche dEuropa” interverranno studiosi e ricercatori di fama internazionale, come il prof. Venceslas Kruta, direttore del Centre détudes celtiques della Sorbona nonché curatore della mostra "I Celti”, il prof. Ermanno Arslan accademico dei Lincei e conservatore delle Civiche Raccolte Numismatiche di Milano, il prof. Philippe Jou?t, storico dellEcole pratique des Haute Etudes di Parigi e autore del Dictionnaire de la mythologie celtique, il prof. Martìn Almagro Gorbea della Real Academia de la Historia di Madrid e il prof. Filippo Motta, ordinario di Filologia celtica dellUniversità di Pisa.

Il convegno sarà anche loccasione per fare il punto sui progressi della ricerca e le decisive scoperte archeologiche che hanno permesso di approfondire il ruolo della cultura celtica nel processo formativo di una comune identità europea. Gli studi attualmente disponibili sembrano indicare come i Celti occupassero, fin da un periodo molto antico, la maggior parte dellEuropa centrale e occidentale, suddivisi in diversi gruppi culturalmente differenziati accomunati però dalla medesima identità. Grazie allapproccio interdisciplinare dei vari interventi - dallarcheologia alla linguistica – si cercherà di indagare lorigine dei Celti e della formazione dei grandi popoli dellEuropa antica. Il convegno di sabato 10 ottobre anticipa di poco la tre giorni di rievocazioni e spettacoli per "Samain”, il Capodanno Celtico, in programma a Milano dal 23 al 25 ottobre.


Source by Massimiliano_Orsatti


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Identit...’Europa