GIOIELLI DELl’ARTE ORAFA VENETA IN MOSTRA A ROMA

Domenica
10:46:26
Ottobre
11 2009

GIOIELLI DELl’ARTE ORAFA VENETA IN MOSTRA A ROMA

ECCEZIONALE ALLA CHIESA DI SANT'ELIGIO

View 131.5K

word 494 read time 2 minutes, 28 Seconds

L’ORO DI PADOVA IN MOSTRA A ROMA
ROMA " Il Comune di Padova ha finalmente deciso di lanciare in orbita, attraverso un delicata, elegante e peraltro ben organizzata mostra presso l’Università e Nobil Collegio degli Orefici e Gioiellieri ed Argentieri dell’Alma Città di Roma, le opere dei suoi maestri più celebri da Mario Pinton a Francesco Pavan fino a Giampaolo Balbetto.
Preceduta da un convegno appositamente organizzato per lanciare ancor più nel mondo il gioiello veneto contemporaneo, si è tenuta, presso la sede dell’antica corporazione degli artigiani dei metalli preziosi, la presentazione ufficiale della mostra che, introdotta dal Camerlengo dell’Università Stefano Scortecci, presentata dal Dirigente della rappresentanza a Roma della Regione Veneto Paolo Bellieni e con le allocuzioni di Mirella Cisotto, Anna Maria Spiazzi e Corrado Di Giacomo, curatori della prestigiosa esposizione di opere di ben 17 autori artigiani, ha saputo esprimere, attraverso le opere esposte, una finezza sensibilissima ed una eccezionale linearità delle forme pur vincolate all’uso di materiali che spaziano dall’oro, all’argento, rame, al legno ed al vetro.
Particolare attenzione è stata dedicata dai curatori dell’eccezionale evento, alla riscoperta di antichi materiali da orafi, quali il niello usato per “ Buranella “ di Piergiuliano Reveane, , ed all’utilizzo di materiali nuovi come il titanio, utilizzato da vari artisti esposti.
Attraverso questa mostra, in un excursus che guida il visitatore dalle origini dell’oreficeria alle espressioni del futuro prossimo, il Comune di Padova e la Regione Veneto hanno inteso non solo far conoscere, qualora ve ne fosse ancora bisogno, le caratteristiche dei suoi artigiani ma anche quelle che vogliono essere le linee guida per la moderna tendenza di questo particolare settore dell’artigianato, pur nel rispetto della antica tradizione basata essenzialmente sulla purezza e sulla originalità delle forme nonchè su un particolare e delicato equilibrio delle proporzioni.
In sostanza, l’arte padovana e quella vicentina sono state molto diligentemente ed efficacemente evidenziate in questa delicatissima mostra che, di per se, vuole anche rappresentare ciò che per lunghi anni ha rappresentato l’espressione della oreficeria delle scuole venete di apprendimento artigianale e, con la citazione di pezzi del tutto unici ( le formelle, che secondo indiscrezioni, potrebbero presto essere esposte anche a Roma ) ha raggiunto alti vertici di espressione ricordando al mondo che quanto ha formato oggetto del diuturno lavoro dei maestri veneti è opera di ben quattro generazioni di orafi che hanno preceduto i maestri espositori.
La chiesa del sodalizio degli orafi, dedicata a Sant’Eligio, patrono dell’ordine, ha fatto da sfondo ed ha accolto le preziose ed inimitabili cesellature di ben cento opere della scuola di Padova realizzate da 17 artisti contemporanei che hanno utilizzato anche materiali fino ad alcuni decenni orsono assai inusitati quali il plexiglas, il titanio anodizzato o quello decapato o altri reperiti da opere del secolo XVII come nel caso di “ Venezia nel mio orto “ di Barbara Paganin.
Paola Di Pietro
paoladipietro_1@libero.it
338/2653386

Source by paola_di_pietro


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / GIOIELLI...RA A ROMA