2009/2010: Bocconi università europea

Lunedì
17:42:52
Novembre
09 2009

2009/2010: Bocconi università europea

Inaugurato l’anno accademico con Pascal Lamy. Una lezione su tre è tenuta in inglese, una matricola su 9 è straniera. Istituito l’International Advisory Council

View 134.5K

word 856 read time 4 minutes, 16 Seconds

Milano: Globalizzazione. È questa la parola d’ordine che ha caratterizzato l’inaugurazione dell’anno accademico 2009/2010 dell’Università Bocconi. Non solo nelle parole di Pascal Lamy, direttore generale del Wto, che ha tenuto la lectio magistralis dal titolo Global governance: lessons from Europe, ma anche in quelle di Mario Monti e Guido Tabellini, rispettivamente presidente e rettore dell’ateneo di via Sarfatti, che si sono soffermati sul ruolo delle istituzioni nel governare la globalizzazione dell’economia reale e sull’importanza dell’università e dell’accumulazione della conoscenza nel mondo globalizzato.

In apertura della cerimonia, alla quale hanno partecipato anche il vicepresidente e il consigliere delegato della Bocconi, Luigi Guatri e Bruno Pavesi, il presidente Monti ha sottolineato i benefici recati, anche alla Bocconi, dall’ampliamento del mercato della formazione a livello prima europeo e poi globale. “La necessità di misurarsi con istituzioni internazionali ricche di risorse e di esperienza ha spinto la Bocconi a divenire più reattiva, più globale e attenta a ogni aspetto della qualità accademica. Per meglio competere sul mercato globale della formazione abbiamo istituito l’International Advisory Council, presieduto da Antonio Borges, al quale hanno aderito importanti personalità internazionali del mondo dell’impresa e dell’alta formazione. Obiettivo di questo organismo sarà coadiuvare la Bocconi nelle principali scelte strategiche per il posizionamento sul merca! to internazionale”.

“Come per le persone e le imprese, anche per le università la globalizzazione è sia un rischio che un’opportunità ”, ha detto Tabellini nella sua relazione. “La globalizzazione ha però implicazioni ancora più rilevanti per le università e per chi opera nel mondo della ricerca, che non in altri settori produttivi. La ragione è che, nel campo della conoscenza, l’eccellenza ha rendimenti altamente non lineari. Riuscire a spostare la frontiera della conoscenza ha rendimenti molto più elevati che non la diffusione delle conoscenze accumulate da altri”.

In quest’ottica il perseguimento dell’eccellenza e dell’internazionalizzazione sono scelte obbligate che la Bocconi porta avanti di pari passo. E i risultati raggiunti in questa direzione sono molti, come testimonia anche il gradimento da parte degli studenti. Nel 2009/2010 il numero di domande di ammissione ha infatti raggiunto il massimo storico: 6.267 domande al triennio " erano 3.754 nel 2005/06 - per 2.550 posti disponibili.

Questo anno accademico è stato caratterizzato anche da un significativo aumento della produttività scientifica dei docenti dell’Università (al 30 giugno 2009 il numero di pubblicazioni sulle riviste di maggiore prestigio era già quasi pari a quello dell’intero 2008), la progressiva migrazione di parte della didattica dalla lingua italiana a quella inglese, che ora caratterizza il 30% delle lezioni tenute in Università , la crescita degli iscritti stranieri (il 12% delle matricole nei trienni, il 10% nei bienni), le 2.800 occasioni di studio e lavoro all’estero offerte agli studenti lo scorso anno.

A coronamento di una spinta all’internazionalizzazione giustificata dalla formazione di un’unica comunità scientifica internazionale in gran parte delle scienze economiche e sociali e dall’emersione di un grande mercato mondiale della formazione superiore, la Bocconi può vantare 180 accordi di scambio di studenti per un semestre con altrettante università internazionali, 13 double o joint degree e desk nei maggiori paesi asiatici capaci di gestire un flusso di 300 studenti l’anno verso la Cina e 100 verso l’India.

L’apertura al resto del mondo ha coinvolto anche la Sda Bocconi school of management, con un 60% di docenti in possesso di un PhD preso spesso all’estero, che si confronta con il 28% di cinque anni fa, Mba erogati solo in lingua inglese, nuovi master con forte attrattiva per l’estero (l’86% dei partecipanti al nuovo Master in fine food and beverage sono stranieri) e il consolidamento della proiezione internazionale verso Cina, India, Mediterraneo ed Est Europa.

La Bocconi in numeri(anno accademico 2009/2010)

La popolazione
1.500 docenti (di cui 337 di ruolo)
12.700 studenti (di cui il 10% stranieri)
72.365 laureati dal 1906
L’offerta didattica
1 corso di laurea quinquennale (Giurisprudenza)
5 corsi di laurea triennali
6 phd
10 corsi di laurea biennali
10 master universitari (8 di primo livello, 2 di secondo livello)
20 master post experience (di cui 4 Mba)

La ricerca
7 dipartimenti
7 congressi internazionali
19 centri di ricerca
61 progetti finanziati da governo italiano, Commissione europea, sponsor
internazionali
63 articoli scientifici classificati in fascia A e A+ (al 30 giugno 2009)
150 seminari della faculty
583 convegni e workshop

L’internazionalizzazione
13 double o joint degree

23 corsi interamente in inglese

30% degli insegnamenti impartiti in inglese (era il 17% nel 2004/2005)

180 scuole internazionali partner

800 opportunità di lavoro all’estero

1.250 studenti stranieri in scambio in Bocconi

1.271 studenti stranieri a tempo pieno (al 31 ottobre 2009)

2.000 studenti Bocconi all’estero per scambi

Il sostegno agli studenti
1.492 posti letto a disposizione degli studenti (1 posto ogni 9 studenti)

20 milioni di euro
in interventi a favore degli studenti (per un totale di 2.000 interventi)

Il placement
1 mese dalla laurea il tempo di attesa per l’inserimento professionale dei
laureati in giurisprudenza

1,1
mesi dalla laurea il tempo di attesa per l’inserimento professionale dei
laureati biennali (il 60% è già occupato il giorno della laurea, di cui il
19% all’estero)

1,8
mesi dalla laurea il tempo di attesa per l’inserimento professionale dei
laureati triennali (il 90% prosegue con un percorso graduate)

8.500
offerte per posizioni di stage e placement all’anno

Source by Bocconi


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / 2009/201... europea
from: ladysilvia
by: Comune_di_Monza
from: ladysilvia
by: Apple