I terremotati della Valle Peligna, sono ancora soli.

Lunedì
21:01:52
Gennaio
11 2010

I terremotati della Valle Peligna, sono ancora soli.

Invia questa mail.
A fine notizia trovate le email da inoltrare

View 135.6K

word 771 read time 3 minutes, 51 Seconds

Rosanna Sebastiani da sette giorni ha iniziato uno sciopero della fame,dopo che per nove mesi si è creata sulla situazione una cortina di invisibilità totale ,sono stati negati dei diritti fondamentali

La Valle non risulta inserita nei comuni del cratere sismico, secondo il "metodo Bertolaso”. Per linclusione, infatti, si sarebbe scelto di orientarsi con i parametri della scala Mercalli: in questo modo, tutti i comuni che presentano danni al di sotto del 6° grado verrebbero automaticamente esclusi.
"Secondo Bertolaso” contesta Rosanna Sebastiani, "Sulmona non va oltre il 5° grado. Praticamente, secondo il Commissario, ci sarebbe caduto addosso soltanto qualche soprammobile; il fatto che a casa mia siano, invece, CROLLATI BALCONI, si siano staccati capitelli o grossi blocchi di intonaco dalle scale, aperta la volta del portone e formate crepe in muri spessi 2 metri è, probabilmente, solo una mia suggestione.“

Tutto questo e altro troverete nella mail ,che una persona meravigliosa di nome Louise Bonzoni
ha preparato per diffondere la vicenda,sulla quale si è steso un velo pietoso di silenzio ,per alcuni i diritti la dignità umana e niente sono la stessa cosa.
Una cosa noi cittadini la possiamo fare:inviare questa mail.


Louise Bonzoni: Inviamo questa mail!
Sulmona. "I terremotati della Valle Peligna sono ancora soli”.
La valle colpita dal sisma dello scorso aprile è a tuttoggi DIMENTICATA dalle autorità preposte, tanto da scatenare iniziative di protesta estreme, dovute a NOVE MESI di ASSOLUTO SILENZIO, di assoluta inattività di un Sindaco ed un Assessore che, non si sa per quale
motivo, hanno contribuito in modo significativo alla tessitura del velo di invisibilità che ha coperto le case del luogo gravemente danneggiate.
è il caso di Rosanna Sebastiani, abitante del comune di Sulmona, che da SETTE giorni ha iniziato uno SCIOPERO DELLA FAME con lobiettivo di riportare sotto gli occhi di tutti la situazione di disagio che molti cittadini abruzzesi stanno ancora vivendo.
La Valle non risulta inserita nei comuni del cratere sismico, secondo il "metodo Bertolaso”. Per linclusione, infatti, si sarebbe scelto di orientarsi con i parametri della scala Mercalli: in questo modo, tutti i comuni che presentano danni al di sotto del 6° grado verrebbero automaticamente esclusi.
"Secondo Bertolaso” contesta Rosanna Sebastiani, "Sulmona non va oltre il 5° grado. Praticamente, secondo il Commissario, ci sarebbe caduto addosso soltanto qualche soprammobile; il fatto che a casa mia siano, invece, CROLLATI BALCONI, si siano staccati capitelli o grossi blocchi di intonaco dalle scale, aperta la volta del portone e formate crepe in muri spessi 2 metri è, probabilmente, solo una mia suggestione.“

DOBBIAMO FARE qualcosa!!!
NON POSSIAMO PERMETTERE a Rosanna di continuare (per giunta inascoltata) il suo sciopero della fame!
Sta rischiando GRAVI DANNI alla salute perché vuole FAR VEDERE ciò che molti NON VOGLIONO VEDERE….
Oggi gli stessi aquilani convivono con il terrore di esser considerati “normali“ da tutta Italia che dalle TV nazionali (tutte e 7) ricevono l’immagine di un territorio rinato come per magia.
Vi invitiamo a inviare una mail di sostegno a Rosanna agli indirizzi che vi forniremo.

NOI possiamo essere il cambiamento!
Finchè Rosanna sarà SOLA, rimarrà inascoltata!
Aiutiamo Rosanna e tutti i terremotati dimenticati affinchè trovino la giusta serenità che ognuno di noi DOVREBBE AVERE.

Scrivete un vostro pensiero, o mandate questa mail tipo, facendo un copia e incolla di questo testo:

Oggetto SOLIDARIETA A ROSANNA e ai terremotati della Valle Peligna

Se è vero che in questo paese siamo TUTTI UGUALI, se è vero che NON ESISTONO CITTADINI DI SERIE B, vi chiediamo di intervenire come potete dando massima visibilità alla notizia, per aiutare i terremotati DIMENTICATI della Valle Peligna ingiustamente esclusi dal "cratere sismico” secondo il metodo Bertolaso.
Vi chiediamo inoltre di fare in modo che gli organi preposti si attivino per rendere agibili le case e per far sì che la Signora Rosanna Sebastiani, giunta al SETTIMO GIORNO DI SCIOPERO DELLA FAME per denunciare questo ingiusto trattamento, possa tornare a mangiare senza compromettere la sua salute.
Chiediamo inoltre alla classe politica e amministrativa di intervenire con unazione decisa sulla vicenda, che ormai NON E PIU INVISIBILE come molti di loro volevano…
In attesa di un vostro riscontro

(NOME E COGNOME VERO - non nickname DI CHI INVIA LA MAIL)

Questi sono gli indirizzi a cui mandare la mail:
(basta fare copia di conoscenza e mandate con un solo clic le mail a tutti gli indirizzi)
redazione@rete5.tv,
o.lacivita@virgilio.it,
fuggiu@virgilio.it,
federicapantano@virgilio.it,
barbaradellemonache@virgilio.it,
claudiolattanzio@gmail.com,
red.sulmona@ilcentro.it
annalisaciv@tiscali.it,
durendal66@hotmail.com,
giulianasusi@yahoo.it,
redazione@ondatv.tv,
redazione@abruzzo24ore.tv,
segreteria@ilfattoquotidiano.it

Source by Alfredo_d_Ecclesia


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / I terrem...ora soli.