La Protezione Civile di Milano simula un pronto intervento

Lunedì
15:00:33
Maggio
10 2010

La Protezione Civile di Milano simula un pronto intervento

Si sono tenute le operazioni pubbliche per fronteggiare un eventuale allagamento. De Corato: “60 volontari impegnati nel salvataggio del patrimonio della biblioteca trivulziana”

View 166.8K

word 449 read time 2 minutes, 14 Seconds

Milano: Al Castello Sforzesco - “Le simulazioni per fronteggiare calamità naturali che potrebbero abbattersi sul territorio sono sempre un utile palestra per saggiare le capacità di risposta della città a un’emergenza. E gli eventi disastrosi, come un allagamento, potrebbero anche colpire beni librari preziosi, come quelli appartenenti al patrimonio della Trivulziana, che vanno salvaguardati per il loro secolare valore storico-culturale. Di qui il senso di questa importante esercitazione che ha visto la Protezione Civile di Milano partecipare con 60 volontari e i propri mezzi”

Lo ha dichiarato il vice Sindaco e assessore alla Protezione Civile Riccardo De Corato che questa mattina si è recato alla dimostrazione di salvataggio dei beni librari e dei documenti della biblioteca Trivulziana, tenutasi dalle ore 9 alle 13 al Castello Sforzesco. L’operazione ha simulato le modalità di intervento in caso di eventi calamitosi che colpiscano la sede di una biblioteca o di un archivio. La Protezione Civile era presente con 10 operatori, tra cui il direttore Leonardo Cerri, che hanno coordinato 60 volontari. E con una serie di mezzi tra cui un’idrovora, due gazebo per lo stoccaggio del materiale, una tenda pneumatica e una polifunzionale, 2 camion e un posto di comando avanzato attrezzato come ufficio.

“Ringrazio i volontari per la disponibilità " aggiunge De Corato ". Per esser in grado di affrontare professionalmente questa particolare situazione e sapere come si maneggiano documenti preziosi in caso di calamità hanno avuto una formazione di oltre due mesi. Ma non dimentichiamo che la Protezione Civile di Milano ha già dato ampia dimostrazione di capacità di intervento anche in questo specifico ambito allorchè ha compartecipato al salvataggio delle opere d’arte in occasione del terribile sisma che ha colpito l’Abruzzo”

L’evento rappresenta la prima dimostrazione pubblica organizzata dal gruppo di lavoro interistituzionale Emergenza in biblioteche e archivi, promosso e coordinato dalla Regione Lombardia attraverso la Soprintendenza Beni Librari, ed è reso possibile grazie alla collaborazione della Protezione Civile del Comune di Milano che ha messo a disposizione le attrezzature necessarie e l’impegno dei suoi volontari, ai quali è stato affidato, in particolare, il trasferimento del materiale da salvare dalla scena del disastro al luogo di raccolta, imballaggio e primo trattamento.

Oggetto di intervento non sono stati naturalmente i beni effettivamente appartenenti al prezioso patrimonio della Trivulziana, bensì materiali raccolti e sistemati per l’occasione in scaffalature opportunamente predisposte in un deposito sotterraneo al fine di creare uno scenario di simulazione.

Il gruppo regionale svolge le proprie attività sotto l’egida dell’AIB-Associazione Italiana Biblioteche e dell’IFLA-International Federation of Library Associations.

Source by Riccardo_De_Corato


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / La Prote...ntervento
from: ladysilvia
by: MilanoFoodLab