Virginia Agnelli, Madre e Farfalla

Giovedì
21:58:09
Giugno
24 2010

Virginia Agnelli, Madre e Farfalla

Il libro, scritto a quattro mani da Marina Ripa di Meana e Gabriella Mecucci, che alza il velo su misteri, segreti, storia italiana del secolo scorso

View 157.4K

word 589 read time 2 minutes, 56 Seconds

Il bosco Parrasio, alle falde del Gianicolo, sede storica dell’Accademia dell’Arcadia ove visse il suo periodo romano Virginia Agnelli, madre dell’Avvocato, ha ospitato la presentazione dell’opera redatta da Marina Ripa di Meana in collaborazione con Gabriella Mecucci che intende far luce su una delle figure femminili più affascinanti e significative del ’900 italiano, giunta a noi volutamente e parzialmente oscurata dal mito della famiglia Agnelli e, in particolare, del senatore Edoardo e del figlio Gianni, il noto “ Avvocato “, Gioanin alla piemontese.

Perché rivangare il passato della famiglia Agnelli?

Perché un’ombra di mistero grava su tanti fatti che la storia del nostro paese ha interpretato in un modo che potrebbe non essere quello vero macchiato di fatti, almeno strani, che non trovano ancora oggi spiegazioni plausibili.

Perché la grande avversione del “ Senatore “ verso la moglie di Edoardo? E’ solo un fatto di non condivisione di punti di vista sulla moglie del figlio o c’è dell’altro? Qualcuno sostiene, velatamente, che il vecchio senatore, che combatteva apertamente la nuora, forse l’apprezzava segretamente al punto che il suo sentimento andasse anche oltre l’apprezzamento.

Perché l’accanimento della buona società piemontese nel criticarla addebitandole critiche e pettegolezzi?
Perché l’Avvocato acquistò i diritti televisivi dello sceneggiato tratto dal libro della sorella Suni affinché questo non andasse mai in onda?

Solo perché la figura di Virginia appariva ai bacchettoni dell’epoca oltremodo esuberante, anticonformista e stravagante?

Che motivi aveva il suocero per contestare la relazione della madre di Gianni ( e di altri sei fratelli ) con lo scrittore Curzio Malaparte fino al punto da arrivare a toglierle la potestà sui figli?

E che ruolo effettivo ebbe Virginia Agnelli, nata Bourbon del Monte, nell’ Operazione Farnese che favorì la mancata, progettata distruzione della città eterna, oltre a quello di aver abilmente favorito l’incontro tra il colonnello Dolmann, comandante delle truppe tedesche che avrebbero dovuto conquistare Roma, e Sua Santità Pio XII?

Quali riconoscimenti le vennero dal fatto che Roma venne conquistata dai tedeschi senza sparare un solo colpo di fucile, oltre ad un soggiorno in carcere perché accusata di contatti con gli inglesi e con gli americani?

Perché il colonnello tedesco favorì apertamente la sua fuga dal carcere suggerendole di accusare un inesistente mal di gola?

Le risposte sono da ricercarsi nel libro che Marina Ripa di Meana ha presentato, per i tipi della editrice Minerva Edizioni, con un successo veramente clamoroso, a Roma proprio nella casa che Virginia abitò nel suo periodo romano, nell’anfiteatro che serviva agli Arcadi per riunirsi e che ha ospitato per l’occasione, insieme alle autrici, personaggi famosi, noti, notissimi del mondo della cultura, dello spettacolo, della politica e salottieri che hanno ascoltato con grande interesse la descrizione dell’opera che, nata per essere soltanto una curiosa ricerca su una donna bellissima ed affascinante si è invece trasformata in un’opera storiografica.

Paolo Mieli, direttore del Corriere della Sera e Roberto Castronovo sono stati i bravissimi relatori , descrivendo il primo la figura della donna ed il secondo il ruolo presunto di Virginia nell’Operazione Farnese.

Come tutto ciò che è bello, come è stata bella ed interessante la figura poco conosciuta di Virginia, tutto finisce in amarezza: la pioggia battente ha messo fine alla bella presentazione del libro come un incidente stradale pose a suo tempo fine alla vita avventurosa della sua protagonista.

Source by andrea_gentili


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Virgi...arfalla
from: ladysilvia
by: Alfredo_d_Ecclesia
from: ladysilvia
by: Alfredo_d_Ecclesia
from: ladysilvia
by: Alfredo_d_Ecclesia
from: ladysilvia
by: Alfredo_d_Ecclesia