Urbanistica. Un centro polifunzionale al posto dell’ex cinema Excelsior

Giovedì
00:00:39
Settembre
23 2010

Urbanistica. Un centro polifunzionale al posto dell’ex cinema Excelsior

L’assessore Masseroli: “Nel centro di Milano un segno di vitalità ”.
Seconda vita per l’ex Excelsior-Mignon che, dopo la chiusura nel 2008, verrà trasformato in uno spazio dedicato a shopping e intrattenimento. Masseroli: “Nel centro di Milano un segno di vitalità ”

View 135.5K

word 470 read time 2 minutes, 21 Seconds

Milano: L’ex cinema Excelsior-Mignon di Galleria del Corso diventerà un centro polifunzionale con circa seimila metri quadri, distribuiti su sette piani, dedicati a shopping e intrattenimento. Chiusa dal 2008, la sala è uno dei 10 cinema del centro che negli ultimi anni hanno lasciato il posto a negozi e spazi commerciali. Per sette di loro la trasformazione è già avvenuta, per altri tre, come l’Excelsior, è attualmente in corso.

“Quello che sta avvenendo nel centro di Milano è un segno di grande vitalità , che dà ottimismo a una città in grande trasformazione”, ha commentato l’assessore allo Sviluppo del territorio Carlo Masseroli, oggi in visita al cantiere dell’Excelsior. “Secondo i dati comunicati dalla società Beni Stabili, l’operatore che ha investito nell’ex cinema, con 50mila visitatori al giorno, corso Vittorio Emanuele si colloca al quarto posto della classifica delle vie commerciali più importanti del mondo, dopo 5th Avenue di New York, Champs Elysees a Parigi e Oxford Street a Londra. Merito anche del riuso dei vecchi cinema”.

I dieci cinema riconvertiti negli ultimi anni hanno messo a disposizione del commercio circa 93mila metri quadri di superficie totale, pari a quella dei magazzini Harrod’s di Londra.

“Non c’è il rischio che, dopo l’orario di chiusura dei negozi, il centro si trasformerà in una zona franca " ha assicurato Masseroli " perché gli spazi di intrattenimento saranno aperti anche di sera, non sarà una nuova periferia. I vecchi cinema che stavano chiudendo hanno creato una nuova vitalità quando c’era il terrore che potessero rappresentare elementi di degrado nel centro. Questo non è avvenuto, mentre è avvenuto un grande reinvestimento nel territorio”.

“Dal 1970 ad oggi - ha aggiunto l’assessore - le sale cinematografiche a Milano sono passate da 141, per 254 schermi, a 17 per 103 schermi, di cui 3 per 16 schermi su corso Vittorio Emanuele”.

“Quello che sta avvenendo è la sostituzione dei vecchi cinema con nuovi spazi vitali, che sono anche spazi di intrattenimento nei quali la gente può trovarsi anche di sera. L’altra cosa è lo spostamento degli uffici verso zone nuove e più funzionali dal punto di vista della fruibilità ”.

A ottobre 2011 dovrebbero aprire i due spazi commerciali previsti nell’ex Excelsior, ai quali si affiancheranno quelli dedicati all’intrattenimento. Trasformato in un multisala da circa 3mila posti assieme al vicino Mignon nel 2003, il cinema chiuse i battenti nel 2008. A inizio 2010 l’inizio dei lavori da parte di Beni Stabili, che ha investito circa 80milioni di euro in un’operazione che contribuirà a riqualificare l’intera Galleria del Corso.

Carlo Maria Giorgio Masseroli - Sviluppo del Territorio

Source by Carlo_Maria_Giorgio_Masseroli


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Urbanist...Excelsior