Giovanna d’Arco: portare la luce del Vangelo nella storia

Mercoledì
20:36:59
Gennaio
26 2011

Giovanna d’Arco: portare la luce del Vangelo nella storia

View 172.2K

word 836 read time 4 minutes, 10 Seconds

CITtà DEL VATICANO: Questo mercoledì, la catechesi dell’Udienza Generale, tenutasi nell’Aula Paolo VI alla presenza di 3.000 persone, è stata dedicata alla figura della Santa Giovanna d’Arco (1412-1431) una di “quelle donne forti che, alla fine del Medioevo, portarono senza paura la grande luce del Vangelo nelle complesse vicende della storia“.

Il Papa ha spiegato che Giovanna, figlia di contadini agiati, è vissuta nel periodo del conflitto bellico che si conosce come la “Guerra dei cent’anni“ tra Francia e Inghilterra. Molto giovane, all’età di 13 anni, sentì “attraverso la “voce“ dell’Arcangelo San Michele, la chiamata dal Signore ad intensificare la sua vita cristiana e anche ad impegnarsi in prima persona per la liberazione del suo popolo“.

Giovanna fa voto di verginità e intensifica la sua preghiera partecipando con un nuovo impegno alla vita sacramentale. “La compassione e l’impegno della giovane contadina francese di fronte alla sofferenza del suo popolo - ha detto il Pontefice - sono resi più intensi dal suo rapporto mistico con Dio. Uno degli aspetti più originali della santità di questa giovane è proprio questo legame tra esperienza mistica e missione politica“.

All’inizio del 1429, Giovanna comincia la sua azione e superando tutti gli ostacoli incontra il Delfino di Francia, il futuro re Carlo VII, che a Poitiers la sottopone ad un esame da parte di alcuni teologi dell’Università che esprimono un giudizio positivo: “in lei non vedono niente di male, solo una buona cristiana“.

Il 22 marzo dello stesso anno, Giovanna detta un’importante lettera al re d’Inghilterra e ai suoi uomini che assediano la città di Orlèans. “La sua è una proposta di vera pace nella giustizia tra i due popoli cristiani, alla luce dei nomi di Gesù e di Maria“, ha osservato il Santo Padre. La proposta è respinta e Giovanna deve impegnarsi per la liberazione della città . L’altro momento culminante della sua impresa è l’incoronazione del re Carlo VII a Reims il 17 luglio 1429.

La passione di Giovanna inizia il 23 maggio 1430 quando, a Compiegne, cade prigioniera dei suoi nemici e viene condotta nella città di Rouen dove si svolgerà il lungo e drammatico processo che si concluderà il 30 maggio 1431 con la condanna a morte.

Il processo è presieduto da due grandi giudici ecclesiastici, il Vescovo Pierre Cauchon e l’inquisitore Jean le Maistre, ma in realtà è interamente guidato da un gruppo di teologi dell’Università di Parigi, “sono ecclesiastici francesi - ha detto il Papa - che avendo fatto la scelta politica opposta a quella di Giovanna, hanno a priori un giudizio negativo sulla sua persona e sulla sua missione. Questo processo è una pagina sconvolgente della storia della santità e anche una pagina illuminante sul mistero della Chiesa, che (...) allo stesso tempo è santa e sempre bisognosa di purificazione“.

“A differenza dei santi teologi che avevano illuminato l’Università di Parigi, come San Bonaventura, San Tommaso d’Aquino e il Beato Duns Scoto (...), questi giudici sono teologi ai quali mancano la carità e l’umiltà di vedere in questa giovane l’azione di Dio“ e non vedono “che i misteri di Dio sono rivelati a chi ha il cuore dei piccoli, mentre rimangono nascosti ai dotti e sapienti (...) I giudici di Giovanna sono radicalmente incapaci di comprenderla, di vedere la bellezza della sua anima“.

Giovanna muore sul rogo il 30 maggio del 1431, con un crocifisso in mano e invocando il nome di Gesù. Dopo 25 anni il Processo di Nullità aperto da Callisto III “si conclude con una sentenza solenne che dichiara la nullità della condanna e (...) mette in luce l’innocenza di Giovanna e la sua perfetta fedeltà alla Chiesa. Giovanna d’Arco sarà canonizzata da Benedetto XV, nel 1920“.

“Il Nome di Gesù, invocato dalla nostra Santa fin negli ultimi istanti della sua vita terrena, era come il continuo respiro della sua anima (...) il centro della sua vita. Questa Santa aveva compreso che l’Amore abbraccia tutta la realtà di Dio e dell’uomo, del cielo e della terra, della Chiesa e del mondo. (...) La liberazione del suo popolo è un’opera di giustizia umana, che Giovanna compie nella carità , per amore di Gesù. Il suo è un bell’esempio di santità per i laici impegnati nella vita politica, soprattutto nelle situazioni più difficili“.

“In Gesù, Giovanna contempla anche tutta la realtà della Chiesa, la Chiesa trionfante del Cielo, come la Chiesa militante della terra. Secondo le sue parole, è un tutt’uno Nostro Signore e la Chiesa. Quest’affermazione, ha un carattere veramente eroico nel contesto del Processo di Condanna, di fronte ai suoi giudici, uomini di Chiesa, che la perseguitarono e la condannarono“.

“Con la sua luminosa testimonianza, - ha concluso Benedetto XVI - Santa Giovanna d’Arco ci invita ad una misura alta della vita cristiana: fare della preghiera il filo conduttore delle nostre giornate; avere piena fiducia nel compiere la volontà di Dio, qualunque essa sia; vivere la carità senza favoritismi, senza limiti e attingendo, come lei, nell’Amore di Gesù un profondo amore alla sua Chiesa“.
AG/ VIS 20110126 (800)

Source by vaticano


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Giovanna...la storia