Ragazzino massacrato di botte a Milano, 4 arresti

Giovedì
14:21:43
Febbraio
10 2011

Ragazzino massacrato di botte a Milano, 4 arresti

De Corato: “in viale monza dura risposta di carabinieri e polizia locale. A Milano non ci sono zone franche”. Vigili arrestano banda di giovani spacciatori: controlli scattati su richiesta del vice Sindaco

View 133.6K

word 522 read time 2 minutes, 36 Seconds

Milano: “A pochi giorni dal pestaggio del 16enne da parte di un branco di giovani in viale Monza, arrivano dure risposte di sicurezza e controllo del territorio contro il bullismo nel quartiere, a dimostrazione che a Milano non ci sono zone franche. I carabinieri hanno infatti fermato i 4 responsabili dell’aggressione di sabato e la Polizia Locale ha arrestato due spacciatori italiani, di cui uno minorenne, che vendevano hashish e marijuana nell’area verde di Largo Mattei, sempre in zona viale Monza. Interventi che rispondono all’appello lanciato dal padre del giovane picchiato e che testimoniano la presenza di Forze dell’ordine e Polizia Locale sul territorio. I giovani spacciatori arrestati dai vigili, in particolare, erano spesso accompagnati da altri ragazzi: una sorta di banda che si impadroniva dell’area giochi per spacciare, anche con cani pitbull di grossa taglia”.

Lo comunica il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato.

Per quanto riguarda l’arresto dei pusher, i controlli dei vigili sono scattati su richiesta del vice Sindaco. I pusher sono entrambi italiani: un minore di 17 anni, fermato in flagranza di reato con 15 grammi di hashish e oltre 300 euro addosso. Il suo compagno, di 20 anni, è stato rintracciato successivamente grazie al giubbotto e al cellulare abbandonati sul posto per sfuggire ai controlli dei vigili. Presso la sua abitazione, sempre in zona viale Monza, sono stati trovati complessivamente 200 grammi di sostanza stupefacente, tra hashish e marijuana, un bilancino e 600 euro in contanti. Entrambi i pusher si trovano attualmente in carcere, il minore in Beccaria, l’altro a San Vittore.

“Il fermo dei responsabili del pestaggio di sabato da parte dei Carabinieri " commenta De Corato " e il duplice arresto dei vigili dimostrano come l’area di viale Monza continui ad essere oggetto di attenzione, anche grazie alla presenza delle pattuglie per il controllo delle ordinanze nella vicina via Padova. E sono un’importante risposta di sicurezza contro violenza e bullismo a pochi giorni dall’appello del padre del giovane picchiato. Un episodio, quello di sabato, che ha colpito per la gratuità della violenza e a seguito del quale l’Amministrazione, attraverso il Sindaco Moratti, ha espresso solidarietà e vicinanza alla famiglia”.

“Il fatto che uno dei due pusher sia un minore " sottolinea De Corato " conferma come sia diffuso tra i giovani il problema dello spaccio e del consumo di stupefacenti, così come l’abuso di alcol. Pratiche che possono aumentare l’aggressività e la violenza. Proprio una recente ricerca realizzata dall’Asl di Milano dice che 6 adolescenti su 10 hanno provato droghe. Ed è per far fronte a questa criticità , e ancor meglio prevenirla, che il Sindaco ha adottato un’ordinanza che punisce consumo e acquisto di droga e che nel 2010 ha permesso di comminare oltre 600 sanzioni. Anche contro l’alcol esistono apposite ordinanze ed è importante rilevare come l’anno scorso le multe contro minori si siano azzerate del tutto, segno di una prevenzione efficace e diffusa”.

Source by Riccardo_De_Corato


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Ragazzin...4 arresti
from: ladysilvia
by: MilanoFoodLab