Toponomastica, De Corato e Finazzer Flory: “Comune intitola giardino al medico Marangoni ucciso dalle Br“

Venerdì
16:13:05
Marzo
18 2011

Toponomastica, De Corato e Finazzer Flory: “Comune intitola giardino al medico Marangoni ucciso dalle Br“

Città non dimentica i 63 morti e 180 feriti per anni di piombo a Milano e in Lombardia

View 2.6K

word 470 read time 2 minutes, 21 Seconds

Milano: "Sarà intitolato a Luigi Marangoni, medico e direttore sanitario del Policlinico di Milano ucciso il 17 febbraio 1981 dalle Brigate Rosse, il giardino pubblico tra via Val Poschiavina, piazza Axum e via Don Carlo Gnocchi. Lo ha deciso questa mattina la Giunta comunale, su espressa volontà del Sindaco Moratti. Un gesto importante che conferma la volontà di questa Amministrazione di ribadire con forza la condanna per ogni forma di violenza e ogni rigurgito di terrorismo, anche e soprattutto contro chi, ancora oggi, tenta di riportare indietro le lancette della storia”. Lo comunicano il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato e lassessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory.

Luigi Marangoni, nato a Pavia l11 agosto 1937, venne ucciso il 17 febbraio 1981 mentre si recava al lavoro. Quattro terroristi, che armati di mitra e bastoni acuminati lo aspettavano sotto la sua abitazione, bloccarono lauto e gli spararono. Inutile la corsa in ospedale: Marangoni morì lasciando la moglie, Vanna Bertelé, e i figli Francesca di 17 e Matteo di 15 anni. Il gesto fu rivendicato con una telefonata ad un giornale dalla Colonna Walter Alasia-Brigata Fabrizio Pelli delle Brigate Rosse.
Il medico si era impegnato in prima persona contro il clima di tensione promosso dalle Br, denunciando alla Magistratura gli autori di alcuni sabotaggi allinterno della struttura ospedaliera. Per questo aveva ricevuto diverse minacce, culminate con la sua efferata uccisione. La targa, con liscrizione ‘Luigi Marangoni – 1937/1981 – Medico-vittima delle Brigate Rosse, sarà apposta nei pressi del luogo in cui avvenne lattentato.

"Con questa intitolazione – commenta De Corato – la Giunta vuole ricordare la memoria di un uomo onesto e normale che pagò con la vita il suo coraggio e la sua integrità. Un gesto doveroso che segue lo scoprimento di altre targhe, come quella a Renato Briano, capo del personale della ‘Ercole Marelli, freddato nella metropolitana di Milano nel 1980, e a Manfredo Mazzanti, ingegnere dello stabilimento ‘Unione della Falck, morto in un attentato delle Brigate Rosse sempre nel 1980. Un periodo, quello degli anni di piombo, in cui Milano e la Lombardia furono avvolte da una spirale dodio che provocò la morte di ben 63 persone per atti di terrorismo e di stragi e il ferimento di altre 180. Nei giorni in cui lItalia festeggia il 150° anniversario dellunità – conclude De Corato – questa decisione della Giunta assume un valore ancor più forte e simbolico. Ovvero quello di richiamare la società civile a tenere sempre alta la guardia, facendo risuonare forte un coro unanime di fermezza, sdegno e denuncia contro chi attacca le Istituzioni, i militari, le forze dellordine, i valori della nostra democrazia. Minacce del passato ma i cui segnali spesso cogliamo ancora oggi”.

Source by Riccardo_De_Corato


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Toponoma...lle Br“