Da truffatori a martiri della libertà

Martedì
03:22:31
Marzo
29 2011

Da truffatori a martiri della libertà

View 2.4K

word 588 read time 2 minutes, 56 Seconds

Una puntata costruita a tavolino ,per esaltare quel pensiero positivo tanto caro al Premier,stiamo parlando del programma televisivo Forum ,una puntata quella del 25 marzo ,dove finti aquilani lodavano gli interventi del governo.

Venerdi 25 marzo ,due finti ex coniugi partecipano alla trasmissione Forum loro dicono che litigano per denaro.Lei chiede allex marito 25.000 euro per riaprire la sartoria di abiti da sposa . Lui si oppone:” la città è una città fantasma, linvestimento andrebbe perduto”. Lei insiste:” la città sta rinascendo, tutte le attività stanno riaprendo”.

E a questo punto cominciano i ringraziamenti la signora ringrazia Berlusconi:”Vorrei ringraziare, non lo so se posso, il presidente... Non ci ha fatto mancare niente.Tutti hanno le case con i giardini e con i garage, tutti lavorano”. E nellentusiasmo generale la signora loda anche Bertolaso: "Inizialmente hanno messo le tendopoli ma subito dopo hanno riconsegnato le case con giardino e garage. E non dimentica di parlare degli ospiti degli alberghi, la stessa signora ci vorrebbe andare: "Gli fa pure comodo. Mangiano, bevono e non pagano niente”.

A questo punto scrosciano gli applausi e ci si commuove pure per la grande efficienza di questo grande Premier ,sempre pronto a intervenire e a risolvere i problemi.

Ma linganno viene scoperto.

La signora viene riconosciuta,non è aquilana è di popoli,e non è sposata con la persona che si è presentata come ex marito .Le voci si rincorrono e arrivano allex Presidente della Provincia Stefania Pezzopane,che scrive una lettera a Rita dalla Chiesa,conduttrice del programma,denunciando laccaduto: "Nella sua trasmissione, persone che, mi risulta, non hanno nulla a che vedere con L’Aquila, hanno fatto un quadro distorto e assolutamente non veritiero”, ha scritto, aggiungendo” di andare a vedere come muore la gente”.

Rita dalla chiesa risponde sdegnata:” “No, io non ci sto, sono sempre stata equidistante. Ho fatto puntate interi sugli aiuti, ho persino mandato i peluche ai bambini. Vergogna a me? No, io non l’accetto“. E sulla vera identità della signora”alzo le mani, non posso chiedere a tutti la carta di identità”.

Ora la signora abbruzzese ,questo è il suo nome ha dichiarato allinviato di Repubblica,che gli autori della trasmissione gli hanno chiesto di interpretare questo ruolo”

“Io non c’entro nulla. Ho chiesto di partecipare alla trasmissione e quando gli autori hanno saputo che ero abruzzese, mi hanno chiesto di interpretare quel ruolo. Mi hanno spiegato loro quello che avrei dovuto dire”. Si dice che il suo compenso sia stato di 300 euro.

E da mediaset arriva il comunicato stampa su questa vicenda che attacca questi disgaziati,sicuramente comunisti,che cercano sempre di screditare il Premier.

Ecco la risposta di Mediaset

Nessuno può mettere in dubbio la professionalità e la buona fede di Rita Dalla Chiesa. Lo scontro politico, per quanto aspro, non può arrivare a spargere veleni su una conduttrice e un programma che ogni giorno, in diretta, danno spazio alle ragioni, alle amarezze e alle speranze della gente comune.

La puntata di "Forum” al centro delle accuse di alcuni politici, ha avuto lunico ‘torto di lasciare esprimere in diretta una signora abruzzese che, al di là della vicenda personale che la riguardava, ha espresso valutazioni soggettive sul dopo terremoto.

Ma ogni giorno i protagonisti di "Forum” esprimono liberamente opinioni in diretta e la produzione è attenta a intervenire, nei limiti del possibile, per evitare dichiarazioni discutibili o estranee al programma.

Arrivare a ipotizzare che le affermazioni spontanee della signora abruzzese siano frutto di un piano architettato a tavolino è un chiaro attacco strumentale che Mediaset respinge.

Source by Alfredo_d_Ecclesia


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Da truff... libertà