Libia: sondaggio Mediawatch, Italiani Indifferenti Alla Guerra In Libia

Giovedì
12:28:27
Marzo
31 2011

Libia: sondaggio Mediawatch, Italiani Indifferenti Alla Guerra In Libia

View 8.6K

word 323 read time 1 minute, 36 Seconds

Milano: La guerra in Libia non preoccupa il 62% degli Italiani che risultano sfiduciati, per il 65%, delle capacità diplomatiche italiane nell?attuale crisi libica. Questi sono alcuni dei risultati di un sondaggio effettuato a fine marzo dall?Osservatorio Giornalistico Mediawatch su un campione di 1.012 Italiani, di età compresa fra i 18 e i 70 anni, tramite mail e controllo dati. Risulta essere alta inoltre la percentuale di indecisi sulla situazione dei migranti nord africani in Italia e in Europa. Di seguito tutti i dati del sondaggio:

- E? preoccupato della guerra in Libia?

Sì 15% No 62% Non so 23%

- Pensa che le rivoluzioni nordafricane possano influire negativamente con i rapporti tra Occidente e Medio Oriente?

Sì 30% No 27% Non so 43%

- Secondo lei il progetto di accoglienza presentato da Maroni, che prevede la distribuzione regionale dei rifugiati in base al numero di abitanti, è equo?

Sì 27% No 22% Non so 51%

- Pensa che l?Unione Europea stia facendo abbastanza per le politiche di accoglienza e distribuzione dei rifugiati?

Sì 23% No 28% Non so 49%

- Secondo lei la situazione in Libia è giusto che venga risolta con l?utilizzo delle forze militari?

Sì 23% No 32% Non so 45%

- Pensa che l?Italia possa ancora giocare un ruolo fondamentale nella diplomazia con il regime libico?

Sì 28% No 65% Non so 7%

?La parola guerra ? spiega CarloVittorio Giovannelli, giornalista e esperto di comunicazione media ? è ormai così inflazionata, visto il suo continuo uso improprio in accezioni che non le appartengono (guerra dei prezzi, guerra fra sessi, guerra industriale?), che l?opinione pubblica sentendola non ha le emozioni che il significato della stessa dovrebbe suscitare. Spero che i media possano aiutare l?opinione pubblica a comprendere che ogni qualvolta si parli di guerra si debba pensare ad un tragedia ed a un fallimento delle diplomazie non a un intervento necessario per la pace?.
Claudio Bonato

mediawatch - osservatorio giornalistico
via Monte Bianco, 8 - 20149 Milano

Source by Mediawatch


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Libia: s... In Libia
from: ladysilvia
by: Apple
from: ladysilvia
by: Apple
from: ladysilvia
by: Europe