Protezione civile: presentazione della piattaforma italiana per la riduzione del rischio da disastri

Giovedì
10:34:10
Giugno
30 2011

Protezione civile: presentazione della piattaforma italiana per la riduzione del rischio da disastri

Convegno sabato 2 luglio al Lingotto Fiere di Torino

View 131.2K

word 582 read time 2 minutes, 54 Seconds

Roma: Ridurre entro il 2015 il numero delle vittime e dell’ammontare dei danni economici, sociali ed ambientali legati agli eventi calamitosi è l’obiettivo dello Hyogo Framework for Action (HFA), il piano decennale adottato dai 168 Paesi, tra cui l’Italia, che hanno partecipato alla Conferenza Mondiale sulla Riduzione dei Disastri del gennaio 2005 a Kobe, in Giappone promossa dalle Nazioni Unite all’interno della International Strategy for Disaster Risk Reduction (ISDR).

Nell’ambito di PROTEC 2011 " Fiera delle tecnologie e dei servizi per la protezione civile ambientale, che apre oggi al Lingotto Fiere di Torino, il Dipartimento della Protezione civile organizza per sabato 2 luglio, presso la Sala Rossa del Padiglione 1, il convegno “La riduzione del rischio da disastri: buone prassi e lezioni da apprendere”. Sarà il Capo Dipartimento, Franco Gabrielli, ad aprire alle 9.30 i lavori ai quali parteciperanno Paola Albrito, Coordinatore per l’Europa di UNISDR (United Nations International Strategy for Disaster Reduction), Pande Lazarevsky, co-presidente dell’European Forum for Disaster Risk Reduction, Mette Lindhal-Olsonn, Capo della Natural Hazards & Critical Infrastructure Swedish Civil Contengencies Agency, e per il Dipartimento della Protezione civile Mauro Dolce, direttore dell’Ufficio rischio sismico e vulcanico, Luigi D’Angelo, responsabile del servizio relazioni internazionali, Paola Pagliara, responsabile del Centro Funzionale Centrale settori idro e meteo.

Il convegno sarà l’occasione per presentare al pubblico la Piattaforma Italiana per la riduzione del Rischio da Disastri nata nell’ambito della strategia internazionale di mitigazione dei rischi promossa dalle Nazioni Unite. Istituita con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 66 del 2008 cha ha assegnato il coordinamento al Dipartimento della Protezione Civile, la Piattaforma si basa sulla collaborazione di tutti i soggetti pubblici e privati appartenenti al Servizio Nazionale di Protezione civile, nonchè delle principali realtà scientifiche e sociali attive a tutti i livelli nell’ambito della riduzione del rischio.

L’incontro sarà la prima opportunità pubblica di confronto tra tutti i soggetti che a livello nazionale sono impegnati in questo settore e, grazie al contributo di esperti della Nazioni Unite e di rappresentanti di altri Paesi europei, permetterà di verificare l’efficacia dell’impostazione scelta dall’Italia.

Nel corso della giornata, inoltre, si svolgerà la cerimonia di adesione alla campagna “Making Cities Resilient. My City is Getting Ready” promossa da UNISDR di Milano, Torino, Varazze e 15 comuni della Toscana, realtà che raggiungeranno Roma, Firenze, Ancona e Venezia già aderenti al gruppo delle “città resilienti”.

Sulla base delle indicazioni del “Decennio internazionale per la riduzione del rischio (1990-2000)” , le Nazioni Unite, con la Risoluzione del Consiglio economico e sociale n. 1999/63, hanno avviato l’International Strategy for Disaster Risk Reduction, richiedendo agli Stati firmatari un maggiore impegno nella lotta contro i disastri naturali. Impegno che è diventato ancor più importante con gli obiettivi dello Hyogo Framework for Action e il relativo Action Plan. Fino a oggi oltre 70 Paesi hanno costituito la propria Piattaforma Nazionale.

Il Dipartimento della Protezione civile ha, tra i suoi obiettivi, sensibilizzazione i cittadini sui temi della prevenzione e mitigazione dei rischi. Per questo, nell’area espositiva è stato allestito un simulatore sismico che, riproducendo un ambiente domestico, consente di osservare gli effetti che il terremoto provoca su arredi e oggetti di uso comune al variare della tipologia costruttiva dell’edificio. Un altro settore dell’esposizione è invece dedicato alla rete dei centri funzionali e al sistema di allertamento per il rischio frane e alluvioni.

Per approfondimenti:
www.protezionecivile.it
www.protec-italia.it

Source by Protezione_Civile


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Protezio... disastri