SICUREZZA ALIMENTARE: ALLEVAMENTO ABUSIVO DI SUINI

Giovedì
16:41:29
Marzo
10 2016

SICUREZZA ALIMENTARE: ALLEVAMENTO ABUSIVO DI SUINI

SCOPERTO UN ALLEVAMENTO ABUSIVO DI SUINI NEL PARCO NATURALE DEL MONTE SAN BARTOLO.
Animali allevati senza alcuna registrazione né controllo sanitario: operazione condotta dal Corpo Forestale dello Stato e dal Servizio Veterinario dell’ASUR Marche
Comando Provinciale C.F.S. Pesaro e Urbino

View 130.6K

word 434 read time 2 minutes, 10 Seconds

Pesaro - Un allevamento abusivo di suini è stato scoperto dal Corpo Forestale dello Stato in loc. Colombarone di Pesaro, all’interno del Parco Naturale Regionale del Monte San Bartolo. Il personale intervenuto ha accertato la presenza di n° 73 suini sprovvisti di qualsiasi identificazione e documentazione sanitaria (Certificazione sanitaria, registro di stalla e dei farmaci) constatando, peraltro, che gli animali venivano allevati in condizioni di forte criticità. All’interno del fatiscente recinto, infatti, è stata rilevata l’abbondante presenza di fango e liquami i quali , sotto gli ugelli di abbeverata, diventavano una vera e propria pozza, l’evidente promiscuità tra i piccoli e gli esemplari adulti, la mancanza di adeguate e sufficienti coperture per il ricovero degli animali, la mancanza di doppia recinzione per impedire il contatto con i selvatici e, infine, il percolamento delle deiezioni. Oltre a ciò sono state accertati vari illeciti penali tra cui il deposito incontrollato di rifiuti speciali e l’abbandono sul suolo di liquami zootecnici mentre è ipotizzato anche il reato di maltrattamento animali. Il regolamento del Parco Naturale del Monte San Bartolo, entrato in vigore nell’agosto 2015, infine, vieta l’allevamento all’aperto di suidi, di qualunque specie, sottospecie o ibrido prescrivendo un termine di 6 mesi, decorrenti dalla data di entrata in vigore del Regolamento stesso, per la dismissione degli allevamenti preesistenti. Al fine di verificare la compatibilità dell’allevamento con le norme di carattere sanitario, igienico e di benessere degli animali il Corpo Forestale dello stato ha richiesto la collaborazione del della Unità Operativa Veterinaria, dell’A.S.U.R. Marche, Dipartimento di Prevenzione Servizi Veterinari di Fano, la quale ha richiesto al Sindaco competente l’emissione di una specifica ordinanza di sequestro ai sensi della vigente, prodotta in data odierna. L’operazione è stata condotta dal Comando Stazione Forestale di Pesaro, unitamente al Personale dell’ ASUR Marche - Servizi Veterinari Area Vasta n.1 zona territoriale di Fano nonché al personale dell’Ente Parco. Sull’argomento il Dott. Maurizio Cattoi, Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato ha dichiarato: “ L’operazione effettuata congiuntamente con il Servizio Veterinario dell’ASUR rappresenta un ulteriore rafforzamento delle attività del Corpo Forestale a garanzia della sicurezza alimentare, a tutela non solo del consumatore ma anche dei tanti allevatori che operano correttamente nel rispetto della legge ed è finalizzata a scoraggiare il fenomeno dell'allevamento abusivo nel nostro territorio”.

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / SICUREZZ... DI SUINI
from: ladysilvia
by: RdB_CUB
from: ladysilvia
by: RdB_CUB