Protezione civile: tornano i campi scuola Anch'io sono la protezione civile

Venerdì
15:57:13
Giugno
15 2018

Protezione civile: tornano i campi scuola Anch'io sono la protezione civile

View 5.2K

word 436 read time 2 minutes, 10 Seconds

Entra nel vivo l’undicesima edizione dei campi scuola “Anch’io sono la protezione civile”, il progetto dedicato ai ragazzi dai 10 ai 16 anni, organizzato dal Dipartimento della Protezione Civile, in collaborazione con le Regioni e le organizzazioni nazionali e locali di volontariato, che quest’anno, dal 16 giugno al 9 settembre potrà contare sulla collaborazione di 117 Organizzazioni di volontariato e su oltre 280 campi scuola attivati su tutto il territorio nazionale.

«L’iniziativa riveste una duplice valenza - sottolinea il Capo Dipartimento, Angelo Borrelli- accrescere nei giovani la cultura di protezione civile e avvicinarli ad una realtà preziosa per il nostro Sistema, quella del volontariato, che richiede sempre più professionalità e specializzazioni».

In un percorso didattico di una settimana che alterna esercitazioni pratiche a lezioni teoriche, i ragazzi conosceranno i rischi presenti sul proprio territorio, imparando i corretti comportamenti da tenere in caso di emergenza grazie anche al coinvolgimento e agli insegnamenti dei rappresentanti delle strutture operative del sistema di protezione civile - in particolare vigili del fuoco, forze di polizia, carabinieri forestali, capitanerie di porto, 118, volontariato - e delle istituzioni comunali. Queste ultime rivestono un ruolo centrale nello svolgimento dei campi scuola: è loro compito, infatti, diffondere ai giovani la conoscenza dei piani comunali di emergenza, primo e necessario strumento per affrontare con consapevolezza i rischi presenti sul proprio territorio diventando più consapevoli di cosa significhi far parte di una comunità e del ruolo che ognuno può svolgere ogni giorno per la tutela dell’ambiente, del territorio e della collettività.

«Dobbiamo puntare sulla formazione delle nuove generazioni oggi, per avere adulti consapevoli domani attraverso percorsi e attività didattiche strutturate negli istituti scolastici di ogni ordine e grado. Perché la sicurezza - continua Borrelli - s’impara sin da piccoli e sapere come proteggersi e quali comportamenti adottare in caso di necessità, riveste un’importanza cruciale e strategica per il nostro vivere quotidiano e per l’intero Paese».

Il progetto “Anch’io sono la protezione civile” prenderà il via il 16 giugno con i primi tre campi scuola in Emilia Romagna e Veneto. Nel mese di giugno è prevista l’attivazione di ulteriori 48 campi: 7 in Campania, 6 in Abruzzo, 5 in Puglia, 4 rispettivamente in Veneto e Piemonte, 3 nelle regioni Lombardia, Emilia- Romagna, Molise, Basilicata e Sicilia. Due saranno i campi nel Lazio mentre in Friuli Venezia Giulia, Toscana, Marche, Umbria e in Calabria partirà il primo dei campi in programma fino a settembre.

Il calendario completo del progetto “Anch’io sono la Protezione civile" è consultabile online nella sezione dedicata sul sito istituzionale www.protezionecivile.gov.it. E’ inoltre possibile seguire le attività dei campi scuola sulla pagina facebook dedicata

https://www.facebo...laprotezionecivile/

VIDEO

Source by Protezione_Civile


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Protezio...ne civile