Trieste Science Fiction 2018 - 18° edizione termina il 4 novembre

Sabato
02:38:47
Novembre
03 2018

Trieste Science Fiction 2018 - 18° edizione termina il 4 novembre

TRIESTE SCIENCE+FICTION FESTIVAL, 18 ANNI DI GRANDE FANTASCIENZA NEL CAPOLUOGO GIULIANO

View 7.5K

word 1.8K read time 9 minutes, 5 Seconds

Trieste: Termina il 4 novembre sotto la cupola stellata del Politeama Rossetti il grande cinema di fantascienza: la 18° edizione del Trieste Science+Fiction Festival, organizzato da La Cappella Underground, porta nel capoluogo giuliano le migliori produzioni di genere fantastico, con oltre venti anteprime cinematografiche mondiali, internazionali e nazionali e tre concorsi alla presenza di registi, attori e autori da tutto il mondo.

A Trieste ritorna anche il Fantastic Film Forum per i professionisti del settore con un'intera giornata dedicata al marketing e al crowdfunding. Non mancano gli attesi Incontri di Futurologia e quelli di letteratura curati con la celebre rivista Mondadori Urania, le esposizioni, i workshop e le iniziative per genitori e kids, i concerti e i dj set che rendono Trieste Science+Fiction Festival un immancabile viaggio nel futuro per gli appassionati e gli esperti della fantascienza.

Le proiezioni e gli eventi del Trieste Science+Fiction Festival si terranno al Politeama Rossetti, al Teatro Miela, al Cinema Ariston e alla Casa del Cinema.

GLI OSPITI DELLA 18° EDIZIONE

Tra i molti ospiti attesi, il maestro degli effetti speciali Douglas Trumbull, che verrà insignito del premio Urania d'Argento alla carriera venerdì 1 novembre alle ore 17.00 al Rossetti. Vincitore di due Premi Oscar, Trumbull è noto per il suo contributo visivo a “2001: Odissea nello spazio”, di cui quest’anno ricorre il cinquantenario, e a molti altri capolavori della fantascienza tra cui “Blade Runner” e “Incontri ravvicinati del terzo tipo”. Il 31 ottobre alle 17.00 al Teatro Miela Douglas Trumbull terrà, inoltre, una Masterclass e presiederà alla proiezione del suo film “Silent Running” (2002: la seconda odissea), avveniristica space opera ecologista.

Arriva a Trieste lo scrittore britannico Richard K. Morgan, rinomato per i suoi romanzi di fantascienza distopica, presente al Festival in veste di Presidente della giuria del Premio Asteroide, riconoscimento internazionale che ogni anno il Festival dedica al miglior film di science-fiction e fantasy in concorso, riservato alle opere di registi emergenti. Originario del Regno Unito, Morgan è l’acclamato autore di “Altered Carbon”, da cui è stata tratta l’omonima serie Netflix, selezionato dal New York Times fra i “Notable Books” e vincitore del Philip K. Dick Award nel 2003.


Presente alla manifestazione anche Stoya, icona del cinema hard, attivista per i diritti delle donne e scrittrice, protagonista del film sci-fi serbo “Ederlezi Rising” di Lazar Bodroža che verrà presentato in anteprima italiana all’interno della selezione ufficiale del Festival alla presenza dell’attrice venerdì 2 novembre alle 22.00 al Rossetti. Tra le attrici hard più famose del mondo, Stoya ha collaborato per numerose testate, tra cui The New York Times, The Guardian e VICE. “Ederlezi Rising” è il suo primo ruolo in un film non hard, dove interpreta una bellissima androide.

ANTEPRIME SPAZIALI

Sarà l’attesissimo “First Man - Il primo uomo” diretto dal premio Oscar Damien Chazelle (già acclamato regista di “Whiplash” e “La La Land”) a inaugurare la manifestazione triestina martedì 30 ottobre. Il film, nelle sale italiane dal 31 ottobre distribuito da Universal Pictures, vede protagonista Ryan Gosling nei panni dell’astronauta Neil Armstrong e narra l'avvincente storia della missione NASA dell’Apollo 11 per portare il primo uomo sulla Luna.

A chiudere la manifestazione triestina domenica 4 novembre sarà invece “Overlord”, l’action-horror ambientato durante la seconda guerra mondiale prodotto da J.J. Abrams, nelle sale italiane con 20th Century Fox dall’8 novembre e in programma al festival triestino domenica 4 novembre. Il film, diretto da Julius Avery, rilancia il filone degli zombi nazisti.

CLASSICI, DOCUMENTARI E CORTI

Non solo anteprime: i grandi classici della fantascienza tornano sul grande schermo della manifestazione triestina in scintillanti versioni rimasterizzate, proiezioni vintage in pellicola o sonorizzate dai nuovi talenti della musica italiana nella sezione Sci-Fi Classix.

L'appuntamento d'onore spetta ai 50 anni di “2001: Odissea nello spazio” di Stanley Kubrick, riproposto in versione rimasterizzata in 4K al Politeama Rossetti il 1 novembre alle 17.00. Dopo la Masterclass, Trumbull presiederà alla proiezione del suo film “Silent Running” (2002: la seconda Odissea). Festeggia il cinquantenario anche la commedia fantascientifica di culto “Barbarella” di Roger Vadim con Jane Fonda e John Phillip Law, riproposta al Teatro Miela il 31 ottobre alle 22.30.

Martedì 30 ottobre al Teatro Miela alle 23.00 verrà proiettato il “Frankenstein” di James Whale sonorizzato dal vivo da uno dei gruppi più importanti della scena rock italiana, gli OvO. Sabato 3 novembre alle 20.00 al Miela Godblesscomputers sarà ospite del Trieste Science+Fiction Festival per sonorizzare dal vivo “A Trip to Mars” (Himmelskibet) di Holger-Madsen, il primo lungometraggio di fantascienza della storia del cinema, che quest’anno compie 100 anni. Altro omaggio crossmediale del Trieste Science+Fiction Festival è dedicato a “Stalker”: i misteri e le rivelazioni del capolavoro della fantascienza di Andrej Tarkovskij potranno essere esplorati in una scintillante versione digitale al cinema e nello spettacolo immersivo e itinerante “La Zona”, a cura di Giovanni Boni, Lorenzo Acquaviva e Lorenzo Zuffi.

Compie 40 anni il film cult della fantascienza italiana “Starcrash - Scontri stellari oltre la terza dimensione” di Luigi Cozzi con un giovanissimo David Hasselhoff e Caroline Munro che sarà presente alla proiezione di questa spassosa avventura spaziale ispirata alla sci-fi pulp di una volta e ai trucchi di Ray Harryhausen sabato 3 novembre al Teatro Miela. Torna a Trieste “Zeder” di Pupi Avati, uno dei capisaldi del cinema del terrore italiano in una copia 35mm “vintage”. Verrà presentato in una rara pellicola d'epoca anche “Il mondo dei robot”, film dagli effetti speciali pionieristici, partorito dalla mente geniale di Michael Crichton, che ha dato origine alla celebre serie tv “Westworld”.

Spazio anche ai talenti emergenti del cinema fantastico nella selezione dei corti di science fiction, e ai documentari della sezione Futurologia. “More Human Than Human” di Tommy Pallotta e Femke Wolting indaga la vita al tempo dell’intelligenza artificiale. Riscaldamento globale e genetica, la prossima grande rivoluzione tecnologica, si incontrano in “Genesis 2.0” uno dei documentari più affascinanti e inquietanti dell’anno. “Conversazioni atomiche” di Felice Farina è un film on the road alla ricerca della fisica contemporanea, che accetta la sfida di cercare di rendere comprensibili e accattivanti argomenti quali la relatività e la meccanica quantistica.

Dischi volanti, agenti dell’FBI e una macchina del tempo: tutto questo ruota attorno all’Integraton, una misteriosa cupola eretta nel deserto californiano alla fine degli anni ‘50, ora monumento nazionale e punto di riferimento dell’anticonformismo. “Calling All Earthlings” di Jonathan Berman è un affascinante documentario che guarda in su, verso lo spazio, e in giù, verso le radici della controcultura.


SPAZIO ITALIA, LE OPERE SCI-FI ITALIANE

Confermata anche Spazio Italia, la sezione speciale dedicata alle produzioni fantastiche e fantascientifiche made in Italy, tra cortometraggi e film in anteprima.

Saranno tre i lungometraggi fantascientifici italiani presenti nella sezione, di cui due in anteprima. Si comincia mercoledì 31 ottobre alle ore 20.00 al Teatro Miela con la proiezione del film “Go Home - A casa loro” di Luna Gualano, una feroce apocalisse zombie in un centro di accoglienza della periferia romana. Secondo appuntamento di Spazio Italia con l’horror “You die - Scarica l’app, poi muori” di Alessandro Antonaci, Stefano Mandalà e Daniel Lascar che verrà presentato in anteprima europea al Trieste Science+Fiction giovedì 1 novembre alle 22.30 al Teatro Miela.

Sarà proiettato in anteprima mondiale il thriller italiano “La voce del lupo” di Alberto Gelpi, in programma venerdì 2 novembre alle 20.00 al Miela. Un racconto teso e avvincente sull'accettazione di se stessi, anche in condizioni estreme, che nel cast annovera Christopher Lambert e Maria Grazia Cucinotta.

EDUCATION PROGRAM

Numerosi gli eventi dedicati ai giovanissimi per la 18° edizione di Trieste Science+Fiction Festival. Un calendario ricchissimo di iniziative, tra creature mostruose, masterclass di computer grafica con l’Istituto BigRock e serate immaginarie al museo scientifico di Grignano alle porte di Trieste.

Il 31 ottobre gli studenti delle classi quinte delle scuole secondarie di secondo grado sono invitati a una Masterclass organizzata in collaborazione con BigRock, uno dei massimi centri italiani di formazione in computer grafica, che si svolgerà al teatro Miela. Sempre il 31 un altro appuntamento con BigRock, con il workshop di character design "Creature creation", dedicato al processo di creazione di un personaggio pensato per ragazzi maggiorenni.

Il 2 novembre Immaginario Scientifico e Trieste Science+Fiction accompagneranno i piccoli partecipanti in un viaggio alla scoperta delle strane (e forse mostruose!) creature di altri pianeti e di altre zone dell’universo e invitati a rispondere alle seguenti domande: esistono davvero? Le abbiamo mai viste? Tra parole e visioni, questa Serata Immaginaria si svolgerà al Science Centre di Grignano, alle porte della città di Trieste, il colorato museo della scienza interattivo e sperimentale dove è possibile imparare in modo divertente e coinvolgente.

Ultimo appuntamento il 4 novembre, con un ciclo di incontri dedicati al Frankenstein di Mary Shelley, ideato e sviluppato in collaborazione col Sistema Bibliotecario Giuliano. L’obiettivo è far scoprire ai suoi piccoli partecipanti uno dei più affascinanti mostri della letteratura e del cinema, capace di stupire e di sollevare importanti interrogativi sulla Natura e la vita!


18 ANNI DI TRIESTE SCIENCE+FICTION


Giunto alla sua 18° edizione, il Trieste Science+Fiction Festival propone anche quest’anno anteprime mondiali, internazionali e nazionali, con tre concorsi internazionali: il Premio Asteroide, competizione internazionale per il miglior film di fantascienza di registi emergenti a livello mondiale, e i due premi Méliès d’argent della European Fantastic Film Festivals Federation per il miglior lungometraggio e cortometraggio di genere fantastico europeo. La sezione Spazio Italia ospiterà il meglio della produzione nazionale. Immancabili, infine, gli Incontri di Futurologia dedicati alla scienza e alla letteratura, in collaborazione con le principali istituzioni scientifiche, e la consegna del premio alla carriera Urania d'argento a un maestro del fantastico.

A partire dall’anno 2000 il Trieste Science+Fiction Festival ha raccolto l'eredità dello storico Festival Internazionale del Film di Fantascienza di Trieste svoltosi dal 1963 al 1982, la prima manifestazione dedicata al cinema di genere in Italia e tra le prime in Europa.

Trieste Science+Fiction Festival è organizzato dal centro ricerche e sperimentazioni cinematografiche e audiovisive La Cappella Underground con la collaborazione e il sostegno di: MiBAC - Direzione Generale per il Cinema, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune di Trieste, Università degli Studi di Trieste, Fondazione CRTrieste, Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali, ARPA FVG - LaREA, PromoTurismo FVG, Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste.

Trieste Science+Fiction Festival fa parte dell'AFIC - Associazione Festival Italiani di Cinema e partecipa al progetto proESOF. La manifestazione gode del patrocinio dei principali enti scientifici del territorio: AREA Science Park, ICGEB, ICTP, INAF - Osservatorio Astronomico di Trieste, IS Immaginario Scientifico - Science Centre, SISSA.

La sede principale del Trieste Science+Fiction Festival è il Politeama Rossetti. Il palazzo della Casa del Cinema, sede delle maggiori associazioni di cultura cinematografica triestine, sarà il quartier generale della manifestazione e con la collaborazione del Teatro Miela ospiterà le sezioni collaterali del festival, mentre altre iniziative e programmi speciali si svolgeranno nella sala d'essai del Cinema Ariston.

Per informazioni:
La Cappella Underground
Piazza Duca degli Abruzzi 3 - Trieste
+39 040 3220551
www.sciencefictionfestival.org
info@scienceplusfiction.org

Source by Comune_di_Trieste


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Trieste... novembre