6 dicembre: convegno internazionale “Progettare la città europea di medie dimensioni”

Mercoledì
17:13:52
Dicembre
05 2018

6 dicembre: convegno internazionale “Progettare la città europea di medie dimensioni”

Il convegno si terrà al Campus nell’ambito del Progetto ARCHEA. Tra gli ospiti l’architetto berlinese Klaus Theo Brenner

View 1.4K

word 398 read time 1 minute, 59 Seconds

Giovedì 6 dicembre, dalle 9.30 alle 18.30, si terrà al Campus (Centro Congressi del Plesso Aule delle Scienze) il convegno internazionale “Progettare la città europea di medie dimensioni. Strategie e metodi di analisi e progetto”.

Entra così nel vivo il Progetto ARCHEA - ARCHitectural European medium-sized city Arrangement, finanziato nell’ambito dei Partenariati strategici Erasmus+ e partecipato dall’Università di Parma.

In questo primo incontro pubblico i gruppi internazionali mostreranno gli esiti dell’applicazione di metodologie progettuali didattiche e di ricerca secondo una complementarietà culturale che comprende diversi aspetti. Progettare nel costruito secondo un approccio metodologico sperimentale sarà l’argomento del contributo dell’Università di Parma, il disegno della città nelle sue diverse forme e significati sarà il tema approfondito dal gruppo dell’Università di Bologna, mentre i rappresentanti delle altre Università europee partner di progetto relazioneranno circa gli spazi aperti della città e la loro mappatura contemporanea, la lettura dei fenomeni spaziali della città e l’importanza degli spazi naturali nel progetto urbano di matrice francese.

Interverranno i responsabili scientifici delle diverse unità di ricerca: Lamberto Amistadi dell’Università di Bologna (capofila), Enrico Prandi dell’Università di Parma, Uwe Schroeder della Rheinisch-Westfaelische Technische Hochschule (RWTH) di Aachen (Germania), Tomasz Bradecki della Politechnika Slaska di Gwilice (Polonia), Valter Balducci dell’Ecole nationale supérieure d'architecture de Normandie (ENSA) di Rouen (Francia).

Tra i relatori ci saranno anche Michele Alinovi, Assessore alle Politiche di pianificazione e sviluppo del territorio e delle opere pubbliche del Comune di Parma, Carlo Quintelli, docente del Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università di Parma, Gino Malacarne, docente dell’Università di Bologna, Giovanni Marras, docente dell’Università IuaV di Venezia, Valentina Orioli, Assessore del Comune di Bologna e Marcello Capucci, Dirigente Servizio Qualità Urbana e Politiche Abitative della Regione Emilia-Romagna.

Concluderà la giornata la lectio Città, Vita, Architettura dell’architetto Klaus Theo Brenner, architetto berlinese che opera secondo la concezione di una “architettura della città” (stadtarchitektur).

Nell’occasione sarà allestita nello spazio mostre del Plesso Aule delle Scienze del Campus una mostra dal titolo Progettare il costruito. Nuovi modelli a qualità integrata per la città compatta frutto di un percorso di Dottorato di Ricerca svolto dall’architetto Paolo Strina con il finanziamento Spinner2013 della Regione Emilia Romagna.

Source by UNIPR


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / 6 dicemb...nsioni”