ESA - La scienza incontra l'arte con: Fragility and Beauty - taking the pulse of our planet from space

Giovedì
15:59:20
Giugno
06 2019

ESA - La scienza incontra l'arte con: Fragility and Beauty - taking the pulse of our planet from space

View 4.0K

word 450 read time 2 minutes, 15 Seconds

La nuova mostra permanente 'Fragility and Beauty - taking the pulse of our planet from space', è stata inaugurata il 15 maggio 2019 al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano. Utilizzando immagini di satelliti che osservano la Terra dallo spazio, la mostra mostra la rapida crescita della popolazione mondiale e l'impatto della sovrappopolazione sugli ecosistemi, sia in termini di sfruttamento delle risorse naturali che di emissioni di gas serra. Evidenzia inoltre come i dati satellitari possono contribuire a raggiungere alcuni degli obiettivi di sviluppo sostenibile stabiliti dalle Nazioni Unite.

L'esibizione permanente si può visitare presso il Museo Nazionale di Scienza e Tecnologia, il più grande in Italia per scienza e tecnologia. Con oltre 500.000 visitatori l'anno, il museo ospita la più grande collezione di modelli di macchine basati sui disegni di Leonardo da Vinci.

Organizzata dall'ESA in collaborazione con l'Agenzia Spaziale Italiana, e con il supporto di National Geographic come partner stampa, la mostra crea un collegamento tra la ricerca scientifica, la tecnologia spaziale e l'arte, concentrandosi sul tema del cambiamento climatico e dello sviluppo sostenibile.

La mostra è stata aperta da Fiorenzo Galli, Direttore del Museo di Scienza e Tecnologia, che ha commentato: "Questa esibizione permanente incoraggia un dialogo fertile che insegna ai cittadini ed alle scuole a prendersi cura del nostro pianeta".

"Dimostra, inoltre, come gli investimenti europei nel campo della tecnologia aerospaziale - in questo caso l'osservazione della Terra dallo spazio - possano aiutarci a comprendere il nostro pianeta, a vedere le sue debolezze, valutare nuovi rischi ambientali e trovare soluzioni".

Il percorso tra le immagini comincia mostrando la rapida crescita della popolazione nel mondo. Prosegue con l'impatto della sovrappopolazione sugli ecosistemi, sia in termini di sfruttamento delle risorse naturali che di emissione di gas serra. Si chiude con una panoramica di come i dati da satellite possono aiutare a raggiungere alcuni degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delineati dalle Nazioni Unite.

La mostra comprende immagini ottenute dai satelliti #ESA, inclusi quelli della serie Earth Explorers, le missioni Sentinel del programma europeo Copernicus, così come quelle di Cosmo SkyMed dell'Agenzia Spaziale Italiana.

Mauro Facchini, Capo dell'Unità Copernicus, nell'ambito dell'EC DG GROW ha detto: "Copernicus è una dimostrazione dell'Europa al suo meglio. È uno strumento che, senza un'Europa unita, non sarebbe mai stato possibile".

Utilizzando le più recenti immagini satellitari, i visitatori intraprenderanno in un viaggio che li porterà ad esplorare i posti più remoti e più straordinari della Terra, ed avranno la possibilità di 'toccare con mano' gli aspetti meno conosciuti dell'ambiente e del cambiamento climatico.

Foto Immagine
Title Fragility and Beauty exhibtion: doors open
Released 16/05/2019 11:39 am
Copyright Paolo Soave Museo Scienza Tecnologia

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / ESA - L...rom space