Primo caso in Europa di malato per la sigaretta elettronica

Giovedì
05:14:02
Settembre
26 2019

Primo caso in Europa di malato per la sigaretta elettronica

Lo “Sportello dei Diritti” invoca la creazione di un registro dei casi in Italia. Negli Stati Uniti il numero di casi è aumentato in modo esponenziale. Alcuni parlano addirittura di “epidemia”

View 1.2K

word 511 read time 2 minutes, 33 Seconds

Dopo gli Usa anche la Svizzera conta un suo cittadino che soffre degli stessi sintomi che nei pazienti americani sono ufficialmente stati collegati allo svapo. Sarebbe così il primo caso di un malato per la sigaretta elettronica in Europa. Nel frattempo, al 19 settembre, negli Stati Uniti il numero di casi, finora diffusi in 36 stati Usa, è esploso tanto che alcuni parlano addirittura di “epidemia”. Oltre duecento pazienti sono stati ricoverati in diversi stati americani con gli stessi sintomi: crisi respiratoria, vomito e vertigini. Il fattore comune è l’uso della sigaretta elettronica, che ha portato il Massachussetts a proibirne la vendita. Ma anche l'Europa potrebbe ora avere il suo “primo caso”. Una 44enne svizzera è stata ricoverata presso l’ospedale cantonale di Winterthur nel mese di gennaio a causa di gravi problemi respiratori.

La donna soffriva di dispnea, catarro e insufficienza respiratoria. Ma la paziente è una grande consumatrice della sigaretta elettronica e lo pneumologo che la segue sospetta che il suo stato di salute sia legato proprio a quello. A rivelarlo è la SRF, il network svizzero pubblico della Svizzera, rilanciato poi dal sito web del quotidiano on line TIO.CH, secondo cui la patologia della 44enne è stata diagnosticata per tempo e con un trattamento adeguato il danno ai polmoni sarà limitato. Secondo un rapporto medico la donna soffre degli stessi sintomi che nei pazienti americani sono ufficialmente stati collegati allo svapo.

Ma in Europa non è ancora presente un “registro” di casi simili, per cui non è noto se si tratti effettivamente del primo riscontrato su territorio UE. Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, che da anni è in prima fila nella battaglia contro il tabagismo in generale e l'uso delle sigarette elettroniche, difendendo a livello nazionale con la sua rete decine e decine di pazienti vittime di malattie polmonari associate all’uso dei derivati dal tabacco e surrogati, una decisione che dovrebbe essere replicata urgentemente anche in Italia, estendendo l’obbligo di registrazione a tutti i casi. Al 12 settembre 2019, 36 Stati americani hanno segnalato ai Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) 380 casi (confermati o probabili) di malattia polmonare associata all’uso di prodotti per sigarette elettroniche.

Inoltre, 6 Stati hanno confermato 6 decessi. Tutti i pazienti hanno riferito di usare sigarette elettroniche: la maggior parte ha utilizzato prodotti per e-cig contenenti THC (tetraidrocannabinolo), molti hanno usato prodotti a base sia di THC che di nicotina e altri pazienti hanno consumato prodotti contenenti solamente nicotina. I Cdc stanno collaborando con i Dipartimenti sanitari statali e con la Food and Drug Administration (Fda) per le indagini epidemiologiche del caso. Al momento non è ancora chiara la causa specifica della malattia e nessuna singola sostanza o prodotto di sigaretta elettronica è stato associato alla malattia.Tuttavia, nel mezzo di quella che viene considerata una vera e propria emergenza negli Stati Uniti Walmart,-colosso della grande distribuzione, ha deciso di interromperne la vendita.

Source by Sportello_dei_Diritti


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Primo ca...ettronica
from: ladysilvia
by: Redazione
from: ladysilvia
by: Sems
from: rockitalia
by: Rockitalia