“Manicomi per bambini”: liberato un altro adolescente.

MOVE
MOVE
Giovedì
17:41:37
Giugno
04 2020

“Manicomi per bambini”: liberato un altro adolescente.

Rilasciato dalla comunità ad alto contenimento in cui era rinchiuso. "Ogni volta che liberiamo un bambino, chiudiamo un manicomio."

View 3.1K

word 579 read time 2 minutes, 53 Seconds

Milano. Questa mattina la mamma di Michele [nome di fantasia - NdR] ha potuto finalmente riabbracciare suo figlio, dopo aver chiesto con coraggio e determinazione le sue dimissioni dalla Comunità ad alto contenimento in cui era rinchiuso. Proprio ieri Michele aveva compiuto la maggiore età e, dopo ore di trattative, nel pomeriggio è stato liberato. In questo momento, si sta preparando ad incontrare - insieme alla famiglia (sua madre e sua sorella) - la Prof.ssa Vincenza Palmieri, con la quale inizierà un progetto alternativo all'approccio farmacologico e istituzionalizzante a cui era stato destinato.

La triste storia di Michele - cittadino straniero - ha inizio alcuni mesi fa, con l'insorgere e il manifestarsi di alcuni disagi personali. La mamma, preoccupata, decide di chiede consiglio e supporto ai Servizi Territoriali; ma questi, invece, lo avviano ad una carriera da malato psichiatrico.

Nel giro di poco tempo, infatti, un Decreto del Tribunale sottrae alla mamma la responsabilità genitoriale e trasferisce il ragazzo in una struttura psichiatrica ad alto contenimento per minori: un "manicomio per bambini".

A nulla vale il fatto che sia stata proprio lei a domandare aiuto ai Servizi: ciò che la madre e Michele ricevono in risposta consiste in un intervento autoritativo e massicce dosi di psicofarmaci.

In comunità, a Michele viene sottratto il cellulare. Non può comunicare con la mamma se non per pochi minuti via telefono. È sedato pesantemente: è ridotto a una larva. È allora che - alcune settimane fa - la mamma si rivolge a Vincenza Palmieri, fondatore del Programma Vivere Senza Psicofarmaci, per essere aiutata a liberare suo figlio.

La Professoressa prende immediatamente in carico la famiglia; segue assiduamente la mamma e la sorellina sostenendole professionalmente, umanamente e costruendo, insieme a loro, la giusta strategia per poter uscire dall'incubo nel quale tutti e tre erano intrappolati.

Indispensabile il coinvolgimento del Dipartimento Tutela Minori del #CCDU proprio per l'abuso psichiatrico e per la violazione dei Diritti Umani, e dell'avvocato Rossiello del Foro di Verona. Il Dipartimento Tutela Minori, attivatosi, ha fornito il supporto logistico e formativo, e i volontari necessari nelle diverse fasi.

Al di là del lavoro svolto da ognuno nel costruire i passaggi determinanti che hanno portato all'esito finale, come Comitato non possiamo che essere più soddisfatti per liberazione di un altro ragazzino. Come descrive efficacemente Vincenza Palmieri nel suo ultimo libro, La Filiera Psichiatrica in Italia (Armando Editore, 2020): "L'intero Sistema si regge, in un modo o nell'altro, su di un abuso diagnostico: per questo è molto vero che ogni volta che liberiamo un bambino da una diagnosi di #ADHD, o che portiamo un adolescente fuori da una Casa Famiglia ad Alto Contenimento, sferriamo un colpo fortissimo al meccanismo di cui esso si alimenta [...] Ogni volta che liberiamo un bambino, chiudiamo un manicomio".

Siamo, dunque, felici di condividere questa buona notizia. Sia per infondere coraggio e speranza alle vittime della Filiera Psichiatrica, sia per invitare quanti sono ancora nel tunnel a chiedere aiuto e denunciare. Ma anche per chiedere Riforme Sociali necessarie affinché tali abusi non si verifichino più.

Ringraziamo questa mamma coraggiosa per aver persistito in una lotta apparentemente impari. La sua vittoria è una vittoria per noi e per tutta la società. A cui continueremo ad aggiungerne altre, ed altre, ed altre.

Io sto con i bambini strappati
https://www.facebook.com/groups/io.sto.con.i.tre.bambini.strappati/

Per informazioni +39 338 7185 032

Source by CCDU


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / “Manic...lescente.