Fermato dalla PoliziadiStato un rapinatore seriale. Almeno 11 i colpi portati a termine, tutti ai danni dei supermercati di zona

Giovedì
05:34:02
Novembre
04 2021

Fermato dalla PoliziadiStato un rapinatore seriale. Almeno 11 i colpi portati a termine, tutti ai danni dei supermercati di zona

View 822

word 583 read time 2 minutes, 54 Seconds

Casal Bruciato. Fermato dalla #PoliziadiStato un rapinatore seriale. Almeno 11 i colpi portati a termine, tutti ai danni dei supermercati di zona.

Nei giorni scorsi gli investigatori della Polizia di Stato dei “Falchi” della Sesta Sezione “Contrasto al Crimine diffuso” della Squadra Mobile della Questura di Roma, hanno sottoposto, di propria iniziativa, a Fermo di indiziato di delitto un cittadino romano, D.R.G.>

L’attività d’indagine, avviata dall’analisi dei sistemi di videosorveglianza, ha consentito agli operatori della Squadra Mobile di ricondurre numerosi episodi al medesimo soggetto, descritto sempre con caratteristiche fisiche coincidenti e che hanno fatto propendere verso un’ipotesi investigativa di serialità. Infatti, le persone offese hanno indicato sempre la presenza di un soggetto, armato di coltelli o pistola, particolarmente magro e con una peculiare capigliatura con doppio taglio.

Inoltre gli investigatori hanno accertato che numerosi episodi delittuosi si sono ripetuti presso i medesimi supermercati.

Dal monitoraggio e dallo studio del fenomeno, trattandosi di eventi criminali circoscritti sempre in una delimitata area territoriale della Capitale, come detto riconducibile al quartiere “Casal Bruciato”, i poliziotti della Squadra Mobile hanno concentrato la propria attenzione su soggetti con precedenti per reati contro il patrimonio, residenti in zona.

In particolare è stata approfondita la posizione di D.R.G., 40enne cittadino romano con numerosi precedenti di polizia per rapina, la cui costituzione fisica, particolarmente magra, ha suscitato l’interesse degli investigatori.
Il soggetto è risultato, inoltre, essere sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, circostanza che ha portato chi indaga ad ipotizzare che il rapinatore possa aver individuato gli obiettivi, come detto più volte colpiti con reiterazione ed in un’area circoscritta del quartiere, al fine di poter agevolmente guadagnare la via di casa senza destare alcun sospetto.

Dopo una serie di servizi specifici antirapina, organizzati nei pressi dei supermercati già oggetto di precedenti rapine, finalizzati ad intercettare il potenziale autore, di seguito all’ennesima episodio consumato, gli operatori si sono immediatamente diretti verso l’abitazione del soggetto attenzionato, scorgendo una figura con lui compatibile nell’atto di rincasare frettolosamente.

A quel punto l’uomo è stato sottoposto a verifica domiciliare, a seguito della quale lo stesso è stato rintracciato con indosso un modello di scarpe del tutto compatibile con quelle indossate dal rapinatore per i fatti accaduti poche decine di minuti prima.

Di fronte all’evidenza dei fatti, il soggetto ha ammesso la propria responsabilità, confermando di aver gettato, durante la fuga, gli abiti indossati e di aver commesso questa e precedenti rapine violando la misura degli arresti domiciliari cui era sottoposto.

Nel corso della successiva perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti numerosi abiti indossati dall’uomo in occasione di precedenti eventi delittuosi, alcuni dei quali con foggia particolare.

In virtù degli accertamenti effettuati e delle ammissioni rese da parte del reo, lo stesso è stato tratto in arresto per il reato di Evasione e contestualmente sottoposto a Fermo di indiziato di delitto per le 11 rapine contestategli.

Nel contempo D.R.G., di seguito ad individuazione fotografica, è stato riconosciuto senza ombra di dubbio come l’autore dei fatti commessi.

Al termine del previsto iter giudiziario, il predetto è stato sottoposto alla misura cautelare della custodia in carcere, disposta dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Roma, su richiesta della locale Procura della Repubblica che ha coordinato le indagini, in quanto ritenuto responsabile di 11 rapine in danno di supermercati.
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 3 persone, monumento e attività all'aperto

#questuradiroma #essercisempre #CasalBruciato

Source by Polizia_di_Stato


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Fermato ...i di zona