Giovedì
04:24:45
Aprile
07 2022

Cacciati trenta diplomatici russi

View 757

word 399 read time 1 minute, 59 Seconds

L'Italia e il suo esotico Ministro degli Esteri hanno espulso lo scorso 05 aprile 2022, trenta diplomatici della Federazione Russa in quanto spie (quando hanno saputo che erano spie? Forse il 4 aprile?). La fonte "ucei.it" segue nel comunicato stampa dichiarando: Palese atto di ostilità nei confronti di chi ci rifornisce di materiale energetico e di molte altre materie prime, decisive per la nostra economia, a prezzo concorrenziale; nel contempo l'Italia fornisce armi offensive al governo ucraino, che saranno usate contro i soldati russi.

Ovviamente tutto questo agli ordini del Pentagono. Questa direttiva ricadrà, in maniera negativa, sui popoli della penisola italiana, e vorrà dire un depauperamento del nostro tenore di vita, preannunciando una lunga stagione di lacrime e stenti, per la sopravvivenza delle nostre famiglie e dei nostri figli. I "governanti" italiani ci stanno portando in un vicolo cieco.

Tutto il sistema mediatico è mobilitato per imporci un pensiero unico.

Quello a cui abbiamo potuto assistere è un dato incontrovertibile; dopo la crisi ucraina si sono svolte in Europa due prove elettorali: in Ungheria e in Serbia. In tutti e due i casi il popolo ha votato per difendere i propri interessi nazionali e contro la NATO, responsabile della crisi ucraina.

Nella penisola italica tutti i sondaggi, da noi non commissionati, danno il medesimo risultato: niente armi all'Ucraina, ma lavoro diplomatico per raggiungere una pace giusta, che salvaguardi il diritto dei popoli all'autodeterminazione.

Il governo italiano rischia di fare la fine del governo polacco, che durante la 2a guerra mondiale si è rifugiato a Londra.

Il popolo veneto ha una sola via: marciare verso l'autodeterminazione, partendo dai risultati del referendum dell'ottobre 2017. (Votanti 2.329.949; 57,2% degli aventi diritto, voti validi 2.317.923; Si = 98,1%, NO= 1,9%).

Questa democratica volontà popolare ci impone come Veneto Serenissimo Governo, erede e continuatore della storia, cultura e tradizioni della Veneta Serenissima Repubblica, di continuare nella lotta intrapresa fin dal 1987.

Chiediamo all'uomo di Bruxelles (Mario Draghi), all'uomo di Parigi (Enrico Letta) e all'esotico (Luigi Di Maio): qual è il loro concetto di democrazia e se ne hanno uno?

Il popolo veneto si è espresso; siamo di fronte all'alternativa: trattare e risolvere pacificamente, attraverso una road map, alla luce del referendum, o scegliere altre strade.

Il Veneto Serenissimo Governo ha scelto la democrazia e la lotta, per salvare i diritti del nostro popolo. Qual è la strada scelta dal governo italiano? Attendiamo risposta.

Venezia - Longarone per il Veneto Serenissimo Governo Il Vicepresidente Valerio Serraglia

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Cacciati...ici russi
from: ladysilvia
by: Redazione