DUE GIORNI DI VIOLENZE E CAOS, ’GIALLO’ SU CATTURA EX-BRACCIO DESTRO SADDAM AL-DOURI

Lunedì
08:03:50
Settembre
06 2004

DUE GIORNI DI VIOLENZE E CAOS, ’GIALLO’ SU CATTURA EX-BRACCIO DESTRO SADDAM AL-DOURI

View 161.6K

word 496 read time 2 minutes, 28 Seconds

IRAQ: È stato un fine settimana di sangue e confusione quello appena trascorso in Iraq: la giornata di domenica è stata dominata dal ’giallo’ della cattura di un ex-braccio destro di Saddam Hussein, il generale Ezzat Ibrahim al-Douri, prima diffusa da varie fonti e poi smentita.

Quella di sabato ha visto il nord del Paese, territorio dei curdi, come teatro principale di battaglia e di morte. Ad annunciare la cattura di al-Douri è stato ieri il vice ministro iracheno per gli Affari di governo, Wael Abdul Latif, e a confermarla l’emittente del Qatar ’Al Jazirà, che ha fornito anche i dettagli dell’arresto: al Douri sarebbe stato sorpreso in una clinica di Ad Dawr, dove si stava curando per la leucemia, e 150 uomini si sarebbero battuti per evitarne l’arresto. Poi sono arrivati i primi dubbi: un comandante della Guardia nazionale irachena, Ahmad Khalaf Salman, ha smentito la cattura, seguito da un portavoce delle forze Usa in Iraq. Alcuni ipotizzano che l’improbabile arresto di al Douri si possa spiegare con il desiderio di dare maggiore rilievo al processo previsto contro Saddam Hussein e i suoi collaboratori, annunciato in data anteriore alle elezioni in Iraq, previste per gennaio 2005. Intanto proseguono i sequestri di stranieri: ieri alla lunga lista dei rapiti si sono aggiunti quattro camionisti giordani che stavano trasportando materiale per le forze statunitensi, sequestrati da un gruppo che si definisce ’Mujahidin di Falluja’.

Sabato scorso era toccato a un autista turco: in un video inviato all’emittente di Dubai ’Al Arabiya’, il sedicente ’Movimento della resistenza islamica ’Brigate Noman’ ha mostrato l’uomo rapito due giorni prima, minacciando di ucciderlo entro 48 ore se le aziende turche non rinunceranno a collaborare con quelle americane. Nessuna notizia invece, almeno per il momento, dei due giornalisti francesi, George Malbrunot e Christian Chesnot, la cui liberazione sembrava imminente pochi giorni fa. Sabato è stato un giorno di nuove e gravi violenze in varie zone del Paese, con un bilancio complessivo di alcune decine di vittime e almeno un centinaio di feriti, soprattutto nell’instabile territorio settentrionale curdo. In mattinata gli Usa avevano lanciato una vasta offensiva a Tall Afar, circa 50 chilometri a nord di Mossul (Iraq settentrionale), dove sarebbero rifugiati "terroristi provenienti dalla Siria".

Incontrando una forte resistenza, gli americani hanno chiamato rinforzi. Dopo sei ore di intensi combattimenti, i morti erano 13, i feriti 58 e numerosi gli edifici e gli autoveicoli distrutti, mentre l’esercito Usa annunciava l’uccisione di due ’terroristi’ e la cattura di altri 18. A Kirkuk, nel nordest, un’autobomba guidata da un kamikaze è esplosa davanti all’accademia della polizia, causando 17 morti (14 poliziotti e tre civili) e 20 feriti.

Altri 12 poliziotti sono rimasti uccisi in una massiccia operazione anti-guerriglia a Latifiya, la città ribelle 30 chilometri a sud di Baghdad, zona altamente pericolosa dove, tra l’altro, era stato rapito il giornalista italiano Enzo G. Baldoni " poi ucciso " e i due reporter francesi.
[LM]

http://www.misna.org

Source by Redazione


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / DUE GIOR... AL-DOURI