Le staminali e la laser-terapia per curare la cornea

Lunedì
08:18:13
Ottobre
11 2004

Le staminali e la laser-terapia per curare la cornea

View 133.3K

word 485 read time 2 minutes, 25 Seconds

Cellule staminali combinate a chirurgia laser-terapeutica per la ricostruzione e il rimodellamento della cornea, quando ulcere, ustioni, gravi traumi ne compromettono la superficie. È l’ultima novita' della chirurgia oftalmica, presentata a Refr@ctive.online, il congresso Internazionale di Oculistica, Milano, 23-25 settembre 2004.

l’apporto delle cellule staminali per ricostituire il tessuto corneale danneggiato ha da pochi mesi rivoluzionato la terapia in caso di traumi che danneggino gravemente la cornea, che gia' sono stati proposti interventi che ne migliorano l’esito. È quanto ha fatto l’èquipe di Paolo Vinciguerra, responsabile dell’Unita' Operativa di Oculistica di Humanitas, che presenta al congresso milanese (di cui è il promotore) i risultati di uno studio preliminare su tre pazienti.

Vinciguerra infatti, in collaborazione con la Banca delle Cornee di Mestre (Diego Ponzin e Graziella Pellegrini), ha messo a punto una tecnica che combina l’impianto di cellule staminali omologhe (per la rigenerazione del tessuto) con la chirurgia laserterapeutica (PTK) per levigare la superficie della cornea.

"Le cellule staminali -ha spiegato il chirurgo oftalmico- ricavate dall’altro occhio del paziente o da una banca delle cornee, nel giro di qualche settimana sono in grado di ricostituire il tessuto corneale perduto, ma se l’incidente, il trauma subito ha creato una deformita' del tessuto, questa rimane. Per questo motivo abbiamo pensato di abbinare un trattamento col laser per levigare, rimodellare la superficie della cornea fino a eliminare o a ridurre la deformita'".

Questo percorso, ancora sperimentale, ha l’obiettivo di offrire ai chirurghi una valida alternativa al trapianto in casi selezionati o una possibilita' di intervento quando il trapianto non è possibile. l’utilizzo di cellule staminali prelevate dallo stesso paziente evita l’uso di farmaci immunosoppressori per evitare il rigetto.
Al convegno milanese viene presentata anche una nuova tecnica per la Chirurgia Refrattiva, proprio da parte di uno dei ricercatori cui si deve la tecnica Lasik, il greco Pallikaris.

La tecnica Lasik, come è noto, riduce la miopia modificando la curvatura della cornea: per farlo il chirurgo si avvale di una macchina molto sofisticata che dopo aver misurato lo spessore della cornea in vari punti dell’occhio e averne trasferito i dati al computer, taglia e solleva una piccolissima porzione di cornea, leviga la superficie sottostante quel che basta a ridurre la miopia (secondo i dati elaborati dal computer) e riposiziona quindi la fettina di cornea prima sollevata. Il nuovo metodo, peraltro ancora sperimentale -denominato Epilasik- evita il trauma del taglio della cornea: "La tecnica è tanto più precisa, che invece di tagliare la cornea, consente di sollevare il sottile epitelio (si parla di uno spessore fra 50 e 80 millesimi di millimetro) che è adagiato sopra la cornea, effettuare la modificazione della curvatura come con la Lasik, e poi ridistendere l’epitelio. Si evita cosi' il trauma del taglio, l’intervento è più sicuro, il recupero funzionale è più rapido, sono ridotti i disturbi postopertatori".

http://staminali.aduc.it

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Le stami...la cornea