Marketing business-to business, la regola del 60-40

Mercoledì
15:39:45
Settembre
06 2006

Marketing business-to business, la regola del 60-40

L’Università Bocconi ospita, dal 7 al 9 settembre, l’Annual Conference dell’Industrial Marketing and Purchasing Group, che vuole indicare una via europea al marketing industriale

View 167.1K

word 480 read time 2 minutes, 24 Seconds

Se, oggi, i più avanzati produttori di filati presentano i propri prodotti ospitando sfilate di moda nei loro stand fieristici è perché il mondo del marketing business-to-business è in subbuglio e pratiche all’avanguardia coesistono con approcci tradizionali che risultano sempre meno efficaci nel mercato globale. Le imprese più innovative oggi promuovono le proprie competenze invece che i loro prodotti, sempre più scontati e incapaci di differenziare tra fornitori. E questo competence-based marketing paga. Recenti studi sul processo di acquisto industriale condotti da ricercatori dell’Università Bocconi hanno dimostrato che per gli acquirenti industriali le competenze pesano per il 60% nella scelta dei fornitori, mentre il prodotto solamente per il 40%. Per contro, la maggior parte delle imprese che operano nei contesti business-to-business si limitano a comunicare le caratteristiche dei propri prodotti.

Le stesse ricerche mostrano una forte preferenza dei responsabili acquisti per le fonti di informazione esperienziali, come le manifestazioni fieristiche o il contatto con la forza vendita, che diventano sempre più spettacolari. Così, alcuni produttori di filati o di macchinari meccanotessili organizzano nei loro stand fieristici vere e proprie sfilate che dimostrano, in modo suggestivo, la propria conoscenza dei mercati a valle e le più innovative possibilità di utilizzo dei propri prodotti. Altre imprese si limitano invece ad utilizzare gli strumenti di comunicazione meno esperienziale, come advertising e web, che mal si adattano al competence-based marketing.

Sono, questi, alcuni dei temi che verranno discussi da giovedì a sabato all’Università Bocconi da circa 305 studiosi di tutto il mondo, nel corso della 22^ Industrial Marketing and Purchasing Conference.

L’economia europea, e quella italiana più di altre, è composta da un tessuto di piccole imprese che lavorano soprattutto sui mercati intermedi, mentre il focus delle teorie di marketing, di matrice americana, è quasi sempre la grande impresa che si rivolge al mercato finale. Dove storicamente le imprese americane hanno preferito integrarsi verticalmente, in Europa si sono formati ampi reticoli di subfornitori. Mentre in Europa il 70% della forza lavoro è impiegata nelle pmi, negli Stati Uniti non si tocca il 50%.

L’insoddisfazione nei confronti delle teorie di marketing americane, poco utili nel contesto europeo, ha portato a metà degli anni ’70 alla nascita dell’Industrial Marketing and Purchasing Group, una rete informale di studiosi del marketing business-to-business che ha introdotto " molto prima che se ne sentisse parlare negli Usa - il concetto di relazione, per poi dedicarsi a studiare il funzionamento dei network di aziende.

L’Annual Conference del gruppo è il più importante evento scientifico dedicato al marketing business-to-business nel mondo. ”Quest’anno”, dice Francesca Golfetto, che presiede il comitato organizzatore, “il tema della Conferenza, Opening the network, si riferisce alle sfide che i network europei stanno affrontando di fronte alle minacce e opportunità provenienti dalla globalizzazione”.

Source by Silvia Michela Carrassi


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Marketin...del 60-40
from: ladysilvia
by: Giulia_Pontara