RIQUALIFICHEREMO UN MILIONE DI MQ DI AREE FERROVIARIE DISMESSE

Martedì
19:28:32
Marzo
20 2007

RIQUALIFICHEREMO UN MILIONE DI MQ DI AREE FERROVIARIE DISMESSE

ACCORDO COMUNE " FERROVIE. MORATTI: RIQUALIFICHEREMO UN MILIONE DI MQ DI AREE FERROVIARIE DISMESSE. IL 50% DESTINATO AL VERDE

View 133.9K

word 492 read time 2 minutes, 27 Seconds

MORATTI: Sindaco di Milano su Ladysilvia; L’accordo con le Ferrovie ha due obiettivi: potenziare la mobilità urbana ed extraurbana attraverso lo sviluppo del trasporto pubblico dentro e fuori dalla Città , il recupero e la valorizzazione di sette scali ferroviari dismessi per la realizzazione di verde, servizi e residenze per i cittadini.

l’intesa, infatti, firmata a Palazzo Marino dal Sindaco Letizia Moratti e con l’amministratore delegato del gruppo Fs Mauro Moretti, sancisce la nuova destinazione urbanistica delle aree ferroviarie dismesse all’interno del Comune di Milano, il potenziamento del sistema ferroviario e la realizzazione di nuove infrastrutture a sostegno della mobilità , attraverso l’impiego dei proventi derivanti dalla valorizzazione immobiliare così definita.

"Riqualificheremo un milione di metri quadrati di aree ferroviarie dismesse, destinando il 50 per cento al verde. Le plusvalenze derivanti dalla destinazione di queste aree - ha detto il sindaco Moratti - saranno investite dalle Ferrovie per il potenziamento del trasporto pubblico ferroviario nella nostra città e attorno alla nostra città .

"I vantaggi per Milano", ha concluso il Sindaco Moratti, "saranno una maggiore disponibilità e quindi un maggiore utilizzo dei trasporti pubblici rispetto al mezzo privato, la diminuzione delle emissioni inquinanti da traffico e la valorizzazione delle aree dismesse".

Le aree interessate sono: l’area dello scalo Farini, per un totale di circa 500.000 mq di superficie, servita dalla stazione del Passante Ferroviario di Milano-Lancetti e dalla stazione di Milano Porta Garibaldi; l’area dell’ex scalo merci di Milano Porta Romana, con superficie di circa 220.000 mq, attraversata dalla cintura ferroviaria sud, servita dalla stazione ferroviaria di Milano Porta Romana e dalla stazione Lodi TIBB della linea metropolitana 3; l’area della stazione di Milano Porta Genova, attualmente in esercizio, ma destinata alla chiusura in tempi brevi, con superficie di circa 100.000 mq, servita dalla stazione di Porta Genova della linea metropolitana 2; l’area dell’ex scalo merci di Lambrate, prossima alla stazione di Milano Lambrate, di circa 50.000 mq di estensione; l’area di Milano S. Cristoforo, di circa 120.000 mq di estensione, collocata sulla linea per Mortara, già interessata da un progetto di raddoppio in fase di avvio, prossima al Naviglio Grande sul confine con il Comune di Corsico; l’area residua dell’ex scalo merci di Rogoredo, a sud est della città , di circa 30.000 mq; l’area di parte dello scalo Certosa, a nord ovest della città , di circa 30.000 mq di estensione".

"Le Ferrovie", ha detto Mauro Moretti, "sono in prima linea con la più grande Città d’Italia se si considera l’area metropolitana. Siamo molto interessati a poter da un lato partecipare a questa ricostruzione della forma urbana che il Comune sta facendo e dall’altro produrre servizi moderni di mobilità , sosta e parcheggi integrati tra ferro e gomma, che contribuiscono a ridare a Milano un clima ambientale migliore".

LA REDAZIONE
Ladysilvia it National Network

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / RIQUALIF... DISMESSE