Privacy: regole per l’uso dei dati genetici a fini di cura

MOVE
MOVE
Venerdì
02:31:33
Marzo
23 2007

Privacy: regole per l’uso dei dati genetici a fini di cura

View 167.0K

word 725 read time 3 minutes, 37 Seconds

Governo Prodi su Ladysilvia; Consenso informato della persona, rigorose misure di sicurezza, divieto di diffusione e conservazione a tempo. Il Garante per la protezione dei dati personali ha così definito le regole per la raccolta e l’uso dei dati genetici a fini di ricerca e tutela della salute.

l’autorizzazione generale fissa in maniera specifica e sistematica i principi, i limiti e le garanzie in base ai quali dovranno d'ora in poi essere trattati questi delicatissimi dati personali, anche rispetto ad altri due importanti ambiti: la difesa di un diritto in sede giudiziaria e l’accertamento dei legami di consanguineità per il ricongiungimento familiare. Il provvedimento, in via di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, ha efficacia dal 1° aprile 2007 al 31 dicembre 2008. I soggetti che al momento della pubblicazione in G.U. non siano in regola con le prescrizioni contenute nell’autorizzazione potranno beneficiare di un periodo di cinque mesi per adeguarsi.

Queste alcune delle principali regole fissate dal Garante. Sono soggetti interessati: medici, organismi sanitari pubblici e privati, laboratori di genetica medica, farmacisti, enti ed istituti di ricerca, psicologi ed assistenti tecnici, difensori e, ai soli fini del ricongiungimento familiare, rappresentanze diplomatiche o consolari.

Devono essere predisposte misure specifiche per accertare in modo univoco l’identità del soggetto a cui viene prelevato il materiale genetico, i dati identificativi devono essere tenuti separati già al momento della raccolta. È necessario informare l’interessato sugli scopi perseguiti, sui risultati conseguibili, sul periodo di conservazione dei dati e dei campioni biologici. Per trattare i dati genetici e utilizzare i campioni biologici è obbligatorio il consenso scritto dell’interessato, revocabile in ogni momento.

Presentazione
neonatoConsenso informato della persona, rigorose misure di sicurezza, divieto di diffusione e conservazione a tempo.

Il Garante per la protezione dei dati personali ha così definito le regole per la raccolta e l’uso dei dati genetici a fini di ricerca e tutela della salute.

l’autorizzazione generale (file in formato .pdf) fissa in maniera specifica e sistematica i principi, i limiti e le garanzie in base ai quali dovranno d'ora in poi essere trattati questi delicatissimi dati personali, anche rispetto ad altri due importanti ambiti: la difesa di un diritto in sede giudiziaria e l’accertamento dei legami di consanguineità per il ricongiungimento familiare.

Il provvedimento, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 65 del 19 marzo 2007, ha efficacia dal 1° aprile 2007 al 31 dicembre 2008. I soggetti che al momento della pubblicazione in G.U. non siano in regola con le prescrizioni contenute nell’autorizzazione potranno beneficiare di un periodo di cinque mesi per adeguarsi.

Queste in sintesi le regole principali fissate dal Garante.

Soggetti interessati: medici; organismi sanitari pubblici e privati; laboratori di genetica medica; farmacisti; enti ed istituti di ricerca; psicologi ed assistenti tecnici; difensori e, ai soli fini del ricongiungimento familiare, rappresentanze diplomatiche o consolari.

Modalità di raccolta e trattamento: devono essere predisposte misure specifiche per accertare in modo univoco l’identità del soggetto a cui viene prelevato il materiale genetico; i dati identificativi devono essere tenuti separati già al momento della raccolta.

Informativa: salvo che per i trattamenti effettuati da medici di famiglia, è necessario informare l’interessato sugli scopi perseguiti, sui risultati conseguibili, sul periodo di conservazione dei dati e dei campioni biologici.

Consenso: per trattare i dati genetici e utilizzare i campioni biologici è obbligatorio il consenso scritto dell’interessato; il consenso è revocabile in ogni momento.

Nascituri: il consenso per i test genetici relativi ai nascituri è espresso dalla madre e se l’esame può rivelare l’insorgenza di patologie del padre, anche da quest'ultimo.

Misure di sicurezza: i dati genetici e i campioni biologici contenuti nelle banche dati devono essere trattati con tecniche di cifratura; i dati possono essere consultati solo mediante rigorosi sistemi di autenticazione; per l’acceso ai locali possono essere previsti anche dispositivi biometrici; per trasmettere i dati in formato elettronico si deve usare la posta elettronica certificata.

Conservazione: i campioni biologici e i dati genetici non possono essere conservati per un periodo di tempo superiore a quello strettamente necessario per perseguire gli scopi per i quali sono stati raccolti e utilizzati.

Diffusione: i dati genetici non possono essere diffusi. I risultati delle ricerche possono essere diffusi solo in forma aggregata.

Ribadito il divieto di usare dati genetici da parte del datore di lavoro e da parte delle assicurazioni.

LA REDAZIONE
Ladysilvia it National Network

Source by Redazione


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Privacy:...i di cura