Tre arresti per spaccio, uno per violenza a Pubblico Ufficiale, uno per rapina impropria e due denunce

MOVE
MOVE
Mercoledì
15:57:49
Aprile
11 2007

Tre arresti per spaccio, uno per violenza a Pubblico Ufficiale, uno per rapina impropria e due denunce

Comando Provinciale di Bologna

View 133.2K

word 733 read time 3 minutes, 39 Seconds

Bologna: cronaca cittadina su Ladysilvia; Durante il fine settimana di Pasqua, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bologna hanno svolto l’abituale controllo del territorio. Il Nucleo Radiomobile di Bologna, in stretta collaborazione con i colleghi della locale Compagnia, ha tratto in arresto un uomo che, rincasato evidentemente sotto gli effetti dell’alcol, ha iniziato con un pretesto a percuotere la donna con la quale vive da alcuni anni, che, sanguinante e spaventata, ha chiamato sul numero di pronto intervento 112 chiedendo disperatamente aiuto.
Le autoradio giungevano immediatamente in via Emilia di Ponente e vedevano la donna affacciata al balcone di casa che urlava loro di salvarla.

Saliti nell’appartamento i militari incontravano non poche difficoltà a bloccare l’uomo, M. A. napoletano classe 1970, che ripetutamente li strattonava e li spingeva nel duplice tentativo prima di continuare a colpire la donna e, poi, di procurarsi la fuga. l’uomo veniva, quindi, tratto in arresto per la resistenza attiva esercitata nei confronti dei militari, mentre la donna veniva refertata con quindici giorni di prognosi al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore dove, per le percosse ricevute le venivano riscontrate diverse contusioni e traumi al volto ed a una spalla.
Sempre durante la notte, e sempre a causa dell’eccessivo consumo di bevande alcoliche, gli stessi militari del Nucleo Radiomobile di Bologna hanno proceduto a deferire in stato di libertà due persone che, rispettivamente in via Triumvirato ed in via Marco Emilio Lepido, durante una serie di servizi mirati al controllo della circolazione stradale, venivano trovati alla guida con un tasso alcolico nel sangue evidentemente al di sopra del limite consentito; scattavano così le due denunce per guida in stato di ebbrezza.

Nella tarda serata di ieri i carabinieri hanno poi tratto in arresto in flagranza di rapina impropria, in concorso con altra persona rimasta ignota, un cittadino algerino di 41 anni, A. G.. Verso le ore 19.30 un gruppo di amici era seduto ad un tavolino di un bar di via Malcontenti di Bologna quando uno di questi si avvedeva che due uomini, verosimilmente maghrebini, si avvicinavano al loro tavolino e sottraevano da una borsetta appoggiata su una delle sedie un portafogli dandosi subito alla fuga.

Il gruppo di amici si alzava e si metteva immediatamente all’inseguimento dell’uomo che era in possesso del portafogli, riuscendo a bloccarlo in via Cattani, dopo poche centinaia di metri. All’arrivo dei militari, inviati dalla Centrale Operativa avvisata dalla donna che aveva subito il furto, lo straniero stava tentando di divincolarsi dalla presa degli inseguitori, e veniva così immobilizzato nell’autoradio. Il portafogli, che nel frattempo era stato recuperato da un ragazzo dopo che lo straniero se ne era disfatto nella speranza di far desistere gli inseguitori dalla sua cattura, è stato restituito alla donna; mentre lo straniero, risultato un pluripregiudicato, è stato trattenuto in attesa della celebrazione del suo processo con rito direttissimo disposto per la mattinata di oggi.

Tre persone arrestate a cavallo delle festività pasquali per spaccio: la prima, proprio la domenica di Pasqua e nonostante la giovane età , era una vecchia conoscenza dei Carabinieri della Compagnia di Bologna Centro che lo avevano già arrestato il 14.03.2007 per spaccio in concorso con altro magrebino, ai piedi della scalinata del pincio. A seguito di quell’arresto A.N. 16enne tunisino, clandestino, pregiudicato, era stato affidato al Centro di Prima Accoglienza di via del Pratello, struttura dalla quale si era allontanato senza fare ritorno, guadagnando così un ordine di custodia cautelate in carcere prontamente eseguito dai militari che conoscendone le abitudini non hanno faticato a rintracciarlo nei pressi della stazione ferroviaria.

Nulla di nuovo neanche il giorno di pasquetta quando ad essere arrestati per l’ennesima volta è toccato M.A. 30enne marocchino e S.K. 43enne algerino. A destare il sospetto dei militari, in servizio in Piazza Verdi, è stata proprio la presenza di quest'ultimo, più volte arrestato in quella zona per spaccio di stupefacenti. Questa volta però ad essere colto in flagranza di spaccio è stato il suo accompagnatore, sorpreso mentre cedeva alcune dosi di sostanza stupefacente tipo hashish ad uno studente universitario fuori sede, segnalato al Prefetto per uso personale di stupefacenti.

Nonostante tutto, ancora una volta, le manette sono scattate anche per l’algerino risultato gravato da un ordine di espulsione cui lo stesso non aveva ottemperato

La Redazione Ladysilvia -®

Source by carabinieri


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Tre arre...e denunce