L’AUTOSTRADA è il singolo estratto dall’album di ZEROUNDICI

Mercoledì
09:03:29
Febbraio
10 2010

L’AUTOSTRADA è il singolo estratto dall’album di ZEROUNDICI

Dopo una carriera ultraventennale fatta di premi prestigiosi (fra cui un Grammy), numerose apparizioni televisive, live da spalla e con un’infinità di artisti ecco che Marco Zanolo, con lo pseudonimo di ZEROUNDICI da il via alla svolta del rock in italiano con questo album prodotto e suonato con Josh Sanfelici (musicista e arrangiatore di Roy Paci, Aretuska, Mau Mau, Tribà)

View 133.4K

word 883 read time 4 minutes, 24 Seconds

"…lautostrada racconta di un viaggio da Roma a Torino, solo, pensando a tutti quelli che dormono mentre la strada corre sotto lauto, con lunica compagnia dellautoradio che tiene svegli con musica e notiziari , passando da Firenze, trovando pioggia , neve e condizioni atmosferiche avverse da Bologna fino a casa, dove finalmente ci si potrà adagiare fra le braccia di Morfeo…” "CHIAMATEMI ZEROUNDICI” (CNI) In un autunno da salotto che precede il temporale Marco Zeroundici ti colpisce a tradimento con una voce che graffia il cuore e dà corpo e anima a uno specchio di vita quotidiana attraverso un vertiginoso incastro di note, parole, passione ed energia.

Una musica che sradica immagini ( quelle splendide, notturne ed immediate nel viaggio in "Lautostrada”), emozioni, stralci di vita (la gioventù bruciata di "Piove su Modena”, il tradimento in "Mi fa male” , la riflessione sul futuro di "Specchio”, il divorzio in "Lamore alle sette di sera” ), dagli angoli più reconditi della memoria imprimendoli con forza nella pelle. Un rock che ti scivola dalle mani per entrarti nelle ossa, facendoti immaginare e vedere mille volte un film che ti piace (ladolescenza mai dimenticata nello scorrere delle immagini de "lettera a Peter Pan”).

E mentre ti racconta quello che vivi fra le lenzuola o in macchina, o mentre ti perdi nel silenzio della nebbia, senti bruciare nelle vene una passione fiammeggiante e palpabile che puoi toccare, stringere e abbracciare (il rapporto contrastato di "Credi?”, lamara verità di "Una vita difficile”). Cominci a viaggiare sentendo il sangue che chiama e in un intreccio di passato presente e futuro ognuno di noi si ritrova a dialogare con la propria sete di felicità nel tentativo di togliere quella ruggine, quel velo di fragilità, quella sabbia che lega i piedi per poter essere liberi (i grandi temi della felicità in "Tre metri sopra il cielo” e in "Dì la verità”). Zeroundici urla la voglia di vincere, regalandoti il privilegio di lasciarti andare senza porti troppe domande. È l’intimismo che conquista (la posititivà di "Come tira il vento” e di "Liberi tutti”). La sua capacità di penetrare in ogni parte di noi in maniera viva e spudorata, un rock ribelle che se ne frega (dei giudizi, delle apparenze in "Chissenefrega” ) ed è proprio qui che sta il segreto della sua autenticità: nel dare voce a gioia e dolore coltivando quel quid audace di chi ha rubato il passaporto a Peter Pan senza lasciarsi ingabbiare dai luoghi comuni. Zeroundici grida che "vivere è molto di più che strappare i fogli e i giorni da un calendario” ( la straordinaria visione di speranza di "Fragile” ) ed è con questa consapevolezza che il suo album ci regala un'assoluta e straordinaria trasfusione di energia, ricordando in "Non siamo capaci” ( una struggente canzone dautore) come dobbiamo impegnarci nel sociale e abbandonare legoismo e le guerre e costruire la pace, con una intensa e appassionata rabbia rock di cui si sentiva veramente un gran bisogno... Marco Zanolo in arte Zeroundici nasce a pane e rock nella sua Torino, città in cui vive. Autore e compositore, dotato di voce graffiante ma allo stesso tempo dolce e calda, inizia a cantare nei pianobar a 15 anni, età coincidente con i primi guadagni, le prime lirette sudate al microfono.

La fase finale del Festival di Castrocaro 1987, la finale Sanremo Famosi 1991 e , nello stesso anno, il 2° posto al Premio Rino Gaetano lo pongono allattenzione dei talent-scout. Nel 1992 partecipa a una tappa del Cantagiro. Presto viene "arruolato” nelle file della Fonit Cetra dell allora discografico Michele Muti sotto la cui guida vince, nel 1994, il Premio Rino Gaetano con la consegna del prestigioso Grammy della Musica Italiana per la categoria giovani (per i big vinse Riccardo Cocciante). Lottima presenza scenica (è stato attore e modello) e la superba interpretazione dei suoi pezzi e delle cover di altri artisti famosi ne fanno oggetto di ricerca da parte di differenti artisti che lo vogliono come artista di apertura per il loro show o nei talk-show televisivi (una per tutte la partecipazione alla finale del Karaoke 1994 (contattato direttamente da Fiorello) : canta quindi con e per Riccardo Cocciante, Renato Zero, Samuele Bersani, Biagio Antonacci, Cristiano De Andrè, Gino Paoli, Elio e le Storie Tese, Amedeo Minghi, Paola Turci, Midge Ure (Ultravox), Marco Conidi, I Platters, Sarah Jane Morris, Gli Inti Illimani, Bungaro, Tosca, Bracco di Graci, Edoardo Bennato, Gianni Togni, Eugenio Bennato, PFM, Tony Esposito, Paolo Vallesi, Tullio de Piscopo, Edoardo de Crescenzo, Fiorello, Donatella Rettore, Scialpi, Luca Barbareschi. Il suo primo cd "Invisibles songs” , del 2006 prodotto artisticamente da Fabrizio "Cit” Chiapello al Transeuropa studio di Torino si avvale di ottime collaborazioni (I dottor Livingstone al completo , Robertina Magnetti e Alessandro Maiorino) cantato in inglese ha avuto un ottimo riscontro allestero.

ZEROUNDICI WebSite - http://www.myspace.com/marcozeroundici
Ufficio Stampa
LAltoparlante - www.laltoparlante.it
Mail: info@laltoparlante.it Tel. +39.348.36.50.978 Protosound Polyproject s.n.c. – www.myspace.com/protosoundmusic Mail: ufficiostampa@protosound.it Tel: +39.347.21.55.746

Source by Rockitalia


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / L’AUTO...ROUNDICI