Il Mei premia DaDaDa, il programma di Raiuno

Giovedì
13:51:42
Luglio
28 2011

Il Mei premia DaDaDa, il programma di Raiuno

Domenica 25 settembre a Faenza durante Supersound il programma di Raiuno sara premiato come  il Miglior Programma Tv Musicale dellEstate 2011

View 134.4K

word 611 read time 3 minutes, 3 Seconds

Faenza: Il Mei assegna un Premio Speciale al programma televisivo DaDaDa in onda ogni sera con grande successo di critica e di pubblico su Raiuno durante il periodo estivo.

"Grazie a DaDaDa infatti” segnala Giordano Sangiorgi, patron del Mei , la piu importante kermesse della musica indipendente italiana "ogni sera è possibile rivedere alcuni dei principali e indimenticati protagonisti della nuova scena musicale italiana "alternativa” degli anni della tv in bianco e nero: da Renato Carosone a Fred Buscaglione, primi esempi di musica "alternativa” dellepoca rispetto agli standard del Festival di Sanremo, fino agli stracensurati Clem Sacco e Riz Samaritano, esponenti dei primi vagiti del rocknroll italiano che poi esplodera grazie grandi nomi come quelli di Adriano Celentano e Little Tony. Un omaggio che celebra i primi suoni di una nuova musica italiana indipendente dsai canoni ufficiali, che qui trova alcune sue radici, che altrimenti rischieremmo di dimenticare. Si tratta dunque di unopera altamente meritoria, come una sorta di Rai Storia in musica, che merita certamente di essere premiata”.

Per tale motivo domenica 25 settembre a Faenza in occasione di Supersound, una tre giorni di musica giovane organizzata dal Mei, un vero e proprio festival dei festival musicali allestito insieme alla Rete dei Festival tutto per i giovani emergenti, lideatore di DaDaDa Michele Bovi, durante le premiazioni delle migliori web tv italiane con il Premio TiVoglioDigitale, allestito insieme a Femi e RadUni, sara premiato dal Mei con un Premio Speciale per il Miglior Programma Tv Musicale dellEstate 2011 e saranno proiettati alcuni delle migliori clip musicali del programma.

DaDaDa, in programma ogni sera su Raiuno alle 20.30 fino a tutto agosto, si è confermato per il secondo anno consecutivo il programma di maggior successo dellestate. Nato da unidea del capostruttura di Raiuno, il giornalista e autore Michele Bovi, è firmato dalla regista Elisabetta Barduagni , numero uno dei ricercatori della televisione di Stato, mentre la parte musicale è curata da Christian Calabrese , figlio di Giorgio, paroliere di massima statura.

DaDaDa rappresenta un determinante passo in avanti nella tradizione dei programmi di intrattenimento che nascono dal meraviglioso repertorio delle Teche Rai, come Ieri e Oggi, Schegge, Spensieratissima, Supervarietà. In DaDaDa infatti - il titolo è lacronimo di Da(lla tv) Da(l cinema) Da(lla canzone– e luso dei materiali da statico diventa dinamico: scenette televisive, sequenze cinematografici e brani musicali ruotano attorno a un tema (la censura, lamicizia, il lavoro, la protesta, il cibo eccetera), un filo conduttore che espone sempre una chiave di lettura filologica, sociale e sociologica. Insomma più opera dellingegno che esercizio di assemblaggio. La stessa attenzione dedicata ai personaggi dello spettacolo del passato (da Walter Chiari a Gino Bramieri, da Franca Valeri a Ugo Tognazzi, da Raimondo Vianello a Nino Manfredi) è riservata a interpreti musicali altrimenti dimenticati: da Sergio Endrigo a Giuni Russo, da Caterina Valente a Herbert Pagani, da Renato Carosone a Fred Buscaglione, fino ai "proto demenziali” Clem Sacco e Riz Samaritano, stracensurati dalla Rai di mezzo secolo fa, che riusciamo però a vedere in DaDaDa grazie alle immagini del Cinebox, lapparecchio dei primi anni 60 antenato del videoclip di cui Michele Bovi è il maggior esperto in assoluto. Proprio questanno a DaDaDa è stato assegnato il Premio Ideona dellANART, ossia lassociazione degli autori tv, quale miglior programma televisivo degli ultimi cinque anni. DaDaDa e un programma quotidiano di Raiuno firmato da Elisabetta Barduagni, Autori e collaboratori del programma sono Fabio Ricci , Christian Calabrese, Daniela Cannone, Valentina Cotone, Claudia Di Giuseppe, Simone Di Carlo, Danilo Caputo, Lorenzo Sellari. La curatrice Carla Roselli, mentre il produttore esecutivo e Nadia Fede.

Source by Rockitalia


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Il Mei p...di Raiuno