TRAFFIC I NUMERI DEL SUCCESSO DELLA PRIMA EDIZIONE

Sabato
11:35:45
Luglio
17 2004

TRAFFIC I NUMERI DEL SUCCESSO DELLA PRIMA EDIZIONE

View 158.6K

word 557 read time 2 minutes, 47 Seconds

“Una scommessa, inizialmente: investire il denaro pubblico su un “vero” festival. " affermano gli assessori Fiorenzo Alfieri (Assessore alla Risorse e allo Sviluppo della Cultura della Città di Torino) e Giampiero Leo (Assessore alla Cultura, Istruzione, Gioventù e Parchi della Regione Piemonte) - - Avvincente sulla carta, il progetto era comunque carico in ugual misura di ambizioni e rischi. La soddisfazione, a cose fatte, è che si sono realizzate le prime ed evitati i secondi. La prima edizione di “Traffic” è stata considerata unanimemente un successo. Abbiamo partecipato a un “vero” festival: eventi molteplici, pubblico numeroso, scambi culturali. “Traffic” ha soddisfatto la città , offrendo gratuitamente musica di qualità . E ne ha valorizzato l’immagine su scala nazionale e addirittura internazionale, attraendo pubblico da fuori Torino e anche da oltre confine. Le risorse del territorio sono state impiegate in modo proficuo e rese visibili all’esterno. Obiettivi raggiunti. E una scommessa vinta. Appuntamento al prossimo anno, allora, nel primo weekend di luglio.”

Mentre la direzione artistica (Max Casacci, Cosimo Ammendolia, Alberto Campo, Fabrizio Gargarone) dichiara: “E’ stato bellissimo. Ma non facile. Volevamo molte cose insieme. Rappresentare la complessità del suono contemporaneo: Iggy Pop (con gli Stooges!), Orchestra Baobab, Felix Da Housecat, !!! (quelli che non si sa come pronunciare)”¦ Creare eventi unici: “Cieli su Torino”, jam session sentimentale fra memoria e futuro, oppure “Chi tiene polvere”¦ Spara!”, cantiere a cielo aperto su un’idea di cosmopolitismo mentale. Fare di Torino una “città aperta”: affascinante e accogliente. Renderla attraente sul piano nazionale con la scusa della musica. E soprattutto mettere in gioco il pubblico e noi stessi come palline in un flipper grande quanto una metropoli: dalla Mole allo Spazio 211, passando dalla Maison Musique di Rivoli e puntando alla Pellerina, con destinazione finale ai Murazzi.

Cambiare i ritmi della giornata: dal tardo pomeriggio all’alba, dimenticandoci del mattino. Avere tutti i palchi pieni, a qualsiasi ora e in qualunque luogo, facendo suonare musiche diverse. Sperando che non piovesse. Ma è piovuto. Dai cieli su Torino. L’immagine più bella è quella del pubblico che ascolta i Mau Mau sotto il diluvio. Quello è l’effetto festival che cercavamo. Piova o non piova, la musica va avanti. E’ così in tutti i festival del mondo. E Torino è entrata a far parte di quella geografia. Lo dimostra il rilievo mediatico: di “Traffic” hanno parlato televisioni, radio e giornali. Ma soprattutto valgono le cifre, per quanto stimate a spanne (col gratuito non può essere altrimenti). Numeri da primato. In Italia, quest’anno, solo “Arezzo Wave”, con la sua storia quasi ventennale e il doppio dei giorni di programmazione, ha fatto meglio. Un’avventura emozionante. Che si replica fra un anno. Stiamo lavorando già per voi”¦”

Traffic in numeri”¦
   - 60  le ore complessive di spettacoli
   155  gli artisti impegnati
   - 10  le nazionalità rappresentate (Europa, America, Africa”¦)
   320  le persone a vario titolo impegnate nella realizzazione del festival
110.000- gli spettatori (100.000 al main stage e 10.000 nei palchi secondari)
- 20.000  la stima degli spettatori extratorinesi
 5.000  gli utenti della navetta Pellerina/Murazzi
 1.500  le Traffic Free Card distribuite
- 24.599  i visitatori del sito web
458.071  le pagine viste del sito
   184  le testate giornalistiche che hanno parlato del festival
 1.216  gli articoli/servizi usciti su Traffic
   218  i giornalisti accreditati
- 10.000  i litri di birra consumati nelle aree del festival

Ufficio Stampa Traffic: Parole & Dintorni " Riccardo Vitanza (resp.) " Silvia Danielli (rif.) " tel. 02.20404727

Source by Rockitalia


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / TRAFFIC ... EDIZIONE