ANTONIO CASANOVA: LA TORTURA DELLA PAGODA CINESE

Mercoledì
00:53:37
Ottobre
18 2006

ANTONIO CASANOVA: LA TORTURA DELLA PAGODA CINESE

View 169.3K

word 1.5K read time 7 minutes, 35 Seconds

ANTONIO CASANOVA, Quasi un secolo fa il più grande Mago del mondo, Harry Houdini, si arrese di fronte alla più terrificante delle Illusioni.

Oggi,un giovane e coraggioso illusionista:
Antonio Casanova, accende di nuovo una sfida lasciata in sospeso.

Antonio Casanova non è un Mago, ma un Illusionista, un Commesso viaggiatore di Sogni, o come lo chiama Claudio Baglioni, che ben più di una volta ha diviso con lui il palcoscenico, un marinaio degli oceani della Meraviglia.
Per questo ha scelto per realizzare il suo progetto più ambizioso una data particolare, ed un momento storico irripetibile:

LA TORTURA DELLA PAGODA CINESE

31 Ottobre 2006

Esattamente Ottanta anni fa in quella sera stregata, la notte di Ognissanti o meglio conosciuta come Halloween, moriva per cause misteriose il più grande Illusionista del mondo HARRY HOUDINI.

L’impresa sarà trasmessa a STRISCIA LA NOTIZIA , Canale 5, che lascerà il posto per una puntata straordinaria dedicata alla sfida della TORTURA DELLA PAGODA CINESE proprio martedì 31 Ottobre alle 20.45 in collegamento diretto presso

CANTIERI NAVALI
di MARINA DI RAVENNA (Ravenna)
VIA DEL MARCHESATO 11

(Il luogo dove l’uomo crea le navi, la sua arma per vincere il mare,il luogo dove cemento e ferro sono dovunque e dove non ci sono botole,
passaggi segreti o doppi fondi che possano aiutare la fuga dalla Pagoda)

PROPRIETA': MIRCO DELLA PASQUA

Com’è noto STRISCIA LA NOTIZIA è la trasmissione che ha visto nascere Antonio Casanova grazie ad un tapiro consegnatoli per un errore dovuto alle condizioni meteorologiche avverse di una fredda sera d’inverno. Guarda caso era un altro 31, ma era Gennaio, da lì cominciò quella che sarebbe stata la Vita Magica di un ragazzo chiamato Casanova

L’ANTEFATTO

Antonio Casanova ha costruito in questi anni un percorso molto simile a quello del mago più amato dai ragazzi di tutto il mondo, Harry Potter: attraversando momenti difficili, non arrendendosi mai di fronte a sbagli e tentativi mal riusciti di imprese a volte più grandi di lui, ha conquistato la simpatia di telespettatori giovani e meno giovani, diventando oggi un punto di riferimento, una vera e propria incarnazione di un simbolo, il ragazzo che vive i suoi sogni.

Capace di stupire in molteplici forme, la caratteristica che fa di Antonio Casanova un illusionista moderno è la sua innata predisposizione a portare chi lo osserva, chi lo ascolta, chi lo guarda con attenzione, ad uno stato di meraviglia ed incanto simile a quello del Pifferaio Magico.

Antonio non si accontenta dell’immagine di sè che oggi arriva al pubblico, ma vuole con questo evento segnare un punto di fine ed un punto di inizio allo stesso tempo per quelli che saranno i suoi sogni futuri.

LA STORIA

Esattamente Ottanta anni fa in quella sera stregata, la notte di Ognissanti o meglio conosciuta come Halloween, moriva per cause misteriose il più grande Illusionista del mondo HARRY HOUDINI.

Un uomo che era riuscito a fuggire da qualsiasi cosa avesse cercato di contenerlo, di trattenerlo, di fermarlo. Un uomo che aveva dimostrato come non esistessero limiti che non potessero essere superati.

Un uomo che si arrese alla morte quella maledetta sera del 31 ottobre 1926, proprio dopo aver eseguito per l’ennesima volta il suo effetto più pericoloso,la Pagoda della Tortura Cinese, non riuscendo secondo alcune cronache,a portarlo a termine.
Fu probabilmente un appendicite non curata, aggravata da un colpo allo stomaco preso in modo fortuito, a compromettere l’esibizione di quel matineè, e a costringere gli assistenti di HARRY HOUDINI a rompere il vetro della terribile Pagoda e ad estrarne l’illusionista in fin di vita.

LA SFIDA

La Pagoda Della Tortura Cinese che Houdini utilizzò per ammaliare il pubblico di tutto il mondo nei suoi spettacoli, opportunamente restaurata e riportata all’antico splendore di quando probabilmente fu provata sul palcoscenico per la prima volta, è proprietà della collezione privata di David Copperfield. Antonio Casanova ha chiesto a Paul Osborne, geniale inventore e proprietario della OSBORNE ILLUSION SYSTEM a Dallas, in Texas, nonchè anima di moltissime illusioni eseguite nel corso degli anni proprio da DAVID COPPERFIELD, nonchè da tutti i più grandi nomi dell’illusionismo mondiale, di fotografare e realizzare la Pagoda nella quale verrà immerso riportando esattamente misure ,e dove possibile materiali ,che vennero utilizzati nell’originale.

Tutto deve essere come fu a quel tempo, con l’unica variazione che al posto del vetro per comporre i lati della vasca si utilizzerà il plexiglass, che diversamente a quanto avvenne per Houdini, non potrà essere rotto con un colpo d’ascia, vista la sua natura elastica, ma consentirà una tenuta stagna dei 1000 litri d’acqua che riempiranno l’illusione.

Altri illusionisti nel corso degli anni hanno eseguito l’effetto di Houdini in modo similare, ma evitando accuratamente di riprodurlo come lui stesso l’aveva ideato. Una sorta di timore, di superstizione, aveva fatto si che non si tentasse mai la sfida negli stessi termini in cui Houdini stesso aveva perso la vita.

Antonio Casanova verrà immobilizzato per le caviglie e sarà ammanettato da un paio di manette di ordinanza per evitare abbia la possibilità di muoversi troppo liberamente all’interno della vasca.

Una volta calato a testa in giù nei mille litri d’acqua, che creeranno una pressione paurosa sui suoi polmoni carichi di fiato, avrà solo tre minuti di tempo per uscire dalla cassa, lasciandola del resto perfettamente intatta e chiusa dall’esterno. Così Houdini decise che avrebbe dovuto essere l’esperimento, e così sarà .

LA GRANDE DIFFICOLtà

Ci sono diversi fattori che devono essere presi in considerazione per capire il tono assolutamente serioso e straordinario della sfida:

1) La vasca è realmente piena d’acqua, cosa che oltre creare una difficoltà concreta e un rischio nell’evasione enuncia al pubblico l’assoluta mancanza di botole o sportelli segreti dentro la Pagoda. Una minima fessura non sarebbe infatti possibile, pena la fuoriuscita dell’acqua in maniera assolutamente visibile.
2) Il tetto della Pagoda , dove le caviglie di Antonio sono bloccate, viene sigillato grazie a quattro lucchetti esterni che non hanno modo di essere raggiunti dall’interno.
3) La Vasca contiene effettivamente più di 1000 litri d’acqua, che in così poco spazio, circa due metri cubi, creeranno una pressione costante sulla cassa toracica di Antonio, dove sarà contenuto il prezioso fiato inspirato un istante prima dell’immersione. Neppure un centilitro
cubo d’aria dovrebbe essere perso durante la permanenza nella Pagoda, pena una riduzione drastica del tempo a disposizione per fuggire.
4) La posizione rovesciata porterà sangue al cervello in maniera veloce e pressochè violenta. Questa condizione non permetterà oltre i primi trenta secondi una lucida esecuzione dei movimenti che possono portare alla riuscita dell’effetto, ed inoltre è la condizione peggiore per stare sott’acqua e tentare con la compensazione di non bere.
5) Antonio sarà isolato da tutto e da tutti tramite un telo che avvolgerà la Pagoda , per mantenere il grande segreto dell’evasione che Harry Houdini aveva gelosamente custodito fino alla morte, ma che si potrebbe rivelare un’arma a doppio taglio. Non ci sarà modo infatti ,in caso di malessere o di qualunque problema, di comunicare con assistenti o personale di servizio.
6) Un enorme orologio scandirà i tre minuti di tempo necessari non solo alla riuscita dell’effetto ma anche ad Antonio per riuscire a restare in apnea. Già al secondo minuto infatti le condizioni dei polmoni potrebbero essere quelle di due sacche scariche e senza riserva d’aria possibile, cosa che comprometterebbe definitivamente la lucidità e potrebbe portare ad un pericoloso svenimento.

IL PERCHE’

Oltre a quanto esposto nell’antefatto ci si potrebbe chiedere perché la scelta di eseguire un Effetto tanto pericoloso e non un’impresa più incline ad essere accolta con l’aria della favola, come fare svanire la Torre di Pisa od attraversare il Muro di Cinta di Verona che lasciò all’esterno della città così fortificata anche il nobile cuore di Romeo.

La risposta è , come diceva giustamente Paracelso, nella domanda stessa:non c’è sfida più importante per dimostrare la maturità e la coscienza di un uomo verso i propri limiti che quella dove si rischia davvero qualcosa. Ed è sul limite che si trova la forza di allontanarlo, di superarlo.

Senza il rischio l’uomo non volerebbe oggi, nè solcherebbe i mari, nè avrebbe scoperto continenti e combattuto epidemie e virus mortali.

Una grande sfida verso se stesso fatta proprio da quel ragazzo che cento volte ha tentato, sbagliato e altrettante è riuscito nei suoi intenti appare come la più grande possibilità di capire che nella vita di tutti i giorni possiamo farcela davvero, contro le nostre Pagode della Tortura Cinese quotidiane, affrontandole e combattendole, sapendo che i limiti sono dettati solo dalla nostra capacità di contrastarli.

UNA SOLA VOLTA

La Tortura della Pagoda Cinese verrà eseguita una volta sola da Antonio Casanova, e poi sigillata per sempre,nella speranza che l’effetto riesca o meno, con qualunque tipo di conseguenza esso abbia. Questo per una scelta dell’Illusionista che ogni anno si riproporrà di eseguire un’impresa assolutamente magica e carica di fascino favoleggiante,ma che non prenda più in considerazione la possibilità di mettere a rischio la vita, la magia più preziosa che ognuno di noi possiede.

Source by Rockitalia


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / ANTONIO ...DA CINESE