LINO CANNAVACCIUOLO IN CONCERTO - ALL’INTERNO DELLA CERIMONIA DI INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SCUOLA DI SAN GIULIANO DI PUGLIA

Lunedì
02:35:28
Dicembre
02 2002

LINO CANNAVACCIUOLO IN CONCERTO - ALL’INTERNO DELLA CERIMONIA DI INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SCUOLA DI SAN GIULIANO DI PUGLIA

DOMENICA 1 DICEMBRE ALL’INTERNO DELLA CERIMONIA DI INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SCUOLA DI SAN GIULIANO DI PUGLIA LINO CANNAVACCIUOLO IN CONCERTO

View 131.6K

word 650 read time 3 minutes, 15 Seconds

Violinista di grande talento. Dopo anni di attività nella scena etnica. Pubblica il suo secondo disco solista

presenta SEGESTA - LINO CANNAVACCIUOLO

data di uscita: 18 novembre
Produzione: Marocco Music Distribuzione: Audioglobe

Al suo fianco, per la realizzazione del disco, un numero impressionante di ospiti di grande spessore:
Elena Ledda, Peppe Barra, Rosa Balestreri , Antonio Infantino, Daniele Sepe, Paul Dabireè, Tullio De Piscopo, Gino Evangelisti, Luigi Lai, Antonello Ricci, Ernesto Vitolo, Roberto d’Aquino.

SEGESTA " IL DISCO
Il progetto nasce dall’idea di Lino Cannavacciuolo di riunire in un disco il ritmo e la melodia della tradizione del Sud Italia.
Segesta, antica città siciliana della Magna Grecia, che occupò tanto posto nella storia greco-punica-romana e le cui origini si perdono tra il mito e la leggenda, rappresenta simbolicamente il Sud, per quel che resta del suo Tempio dorico e delle sue linee semplici e maestose, per la sconsolata solitudine che lo circonda, per le indelebili sensazioni che provoca.

Segesta, dimenticata, ma anello di congiunzione delle culture secolari di tutto il Meridione, è il luogo simbolo da cui partire.
Il filo ricucito che si segue inizia proprio da Segesta, il brano che apre il disco e costruisce un ponte immaginario che passa per la Sardegna e attraversa tutte le regioni del sud, arrivando a Serapis (l’ odierna Pozzuoli), per poi ripartire alla volta del Mediterraneo.
Per realizzare tutto questo Cannavacciuolo ha radunato intorno a sè alcuni tra i musicisti più rappresentativi della scena musicale meridionale.

Lino, oltre ad aver composto tutte le musiche originali del disco, è anche autore degli arrangiamenti delle 11 tracce dell’album.
Il disco è stato suonato da quello che si può considerare il gruppo base di Lino Cannavacciuolo: Paolo Del Vecchio (chitarre), Sasà Pelosi (basso), Ivan La Cagnina (percussioni) e infine Mario Conte (tastiere) che ne ha gestito gran parte delle sonorità elettroniche.
Importantissime le presenze che hanno contribuito ad impreziosire l’album: Elena Ledda (Sardegna) la cui voce produce momenti unici in Sa Lughe e Nu poco e’ bene. La voce di Peppe Barra in Kasba (una sorta di tammurriata summit perché mette a confronto nomi illustri della ricerca nella musica popolare) si incontra con quella di Rosa Balestreri (Sicilia), Antonio Infantino (Lucania), con il sax sopranino di Daniele Sepe e le percussioni di Paul Dabireè (Africa), mentre il percussionista tunisino Marzouk Mejri canta e suona un brano tradizionale del suo paese in Serapis, pezzo in cui Pozzuoli si mescola con Tunisi.

Una segnalazione particolare meritano le registrazioni live in studio di Viaggio e Las Ramblas con uno straordinario Tullio De Piscopo alle percussioni.

Moltissimi sono gli altri musicisti che hanno partecipato alla registrazione offrendo tutti le loro particolarità : Gino Evangelisti (chitarra portoghese, bottiglia), Luigi Lai (launeddas), Antonello Ricci (chitarra battente)-(Calabria), Ernesto Vitolo (organo hammond B 3, fisarmonica), Roberto d’Aquino (Stick).
Il coordinamento artistico è stato curato da Gigi De Rienzo, storico produttore nel panorama musicale napoletano.
Il progetto grafico è di Patrizio Squeglia che si attesta ancora una volta tra i creativi più fertili in questo campo.

LINO CANNAVACCIUOLO SU SEGESTA

IL DISCO
Il mio primo album mi è servito per rompere il ghiaccio. Questa volta ho avuto più tempo a disposizione e ho avvertito con lucidità il bisogno di dare una direzione al mio lavoro.
KASBA
E’ una sorta di super tammuriata che mette insieme alcuni tra i protagonisti più importanti del folk revival e in cui ho cercato di sintetizzare e sicretizzare le anime delle tante tammuriate di cui è ricca la nostra tradizione, di farle convivere e poi esplodere insieme nel finale.
MEMENTO
E’ dedicata alle vittime della camorra e della mafia. L’avevo scritta per la colonna sonora de I cento passi ma poi il progetto è andato in fumo.


Source by Rockitalia


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / LINO CAN...DI PUGLIA