Pattinaggio Velocità : Enrico Fabris sul tetto del mondo

Mercoledì
01:01:43
Febbraio
22 2006

Pattinaggio Velocità : Enrico Fabris sul tetto del mondo

Pattinaggio di velocità - 1.500 m maschile - 21 febbraio

View 158.9K

word 347 read time 1 minute, 44 Seconds

Torino 2006, Con una prova straordinaria Enrico Fabris sale sul gradino più alto del podio nei 1500 metri maschili. L’atleta veneto si aggiudica così la terza medaglia, la seconda d’oro, ai giochi olimpici di Torino 2006 diventando, a cinque giorni dalla conclusione, l’azzurro più decorato dell’intera spedizione tricolore. Decisamente da applausi la gara del poliziotto italiano più veloce di sempre, sceso in pista alla batteria numero 17, che dopo una partenza non brillantissima è riuscito a congelare la concorrenza grazie a due strepitosi giri finali (due volte sotto i 28” a giro!) che gli hanno permesso di scendere sotto il muro del 1’46”.

Neanche campioni dal calibro di Shani Davis, Chad Hedrick ed Erben Wennemars sono riusciti a migliorare il tempo ottenuto dall’azzurro che saltella raggiante sul gradino più alto del podio. “E’ stata una grande gara, pensavo di iniziare meglio, ma ero consapevole che sarebbero stati fondamentali gli ultimi due giri, dove ho spinto all’inverosimile”. Il vicentino ha aspettato con trepidazione l’esito delle quattro batterie scese sul rink dopo di lui. “Il nervosismo cresceva batteria dopo batteria, temevo soprattutto Davis " giunto secondo a soli 16 centesimi- medaglia d’oro nei 1000m e Hedrick che aveva trionfato nei 5000m, ma alla fine ho vinto io e senza presunzione oggi mi dichiaro Re d’Italia”.

Decisamente diverso l’umore della medaglia di bronzo Chad Hedrick. “Non mi sarei mai aspettato di finire secondo o terzo, pattino soltanto per la vittoria, ma oggi Fabris è stato grande. Pensavo di poter battere il suo tempo, ma sia io che Davis non ci siamo riusciti, argento e bronzo restano comunque una bella accoppiata per noi americani”. E’ andata male invece per gli altri azzurri, che non sono riusciti a ripetere le grandi performance esibite nell’inseguimento a squadre: 18° Sanfratello, 22° Donagrandi e addirittura 29° Anesi. La prossima fatica per Re Enrico saranno i 10000 metri di sabato: “Non sono la mia specialità e quindi fungeranno da passerella finale che dedicherò a tutti i miei tifosi”. Domani i 1500m donne.

Marcello Giordano

Source by Flashsport


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Pattinag...del mondo
from: ladysilvia
by: RED