SGOMBERO COLONIE: INIZIATO A GAZA E IN CISGIORDANIA TRA LE PROTESTE

Martedì
12:45:15
Agosto
16 2005

SGOMBERO COLONIE: INIZIATO A GAZA E IN CISGIORDANIA TRA LE PROTESTE

View 163.9K

word 349 read time 1 minute, 44 Seconds

Sarebbero solo 593 famiglie su un totale di 1.486 ad aver finora sgomberato parte delle circa venti colonie della Striscia di Gaza, dove domani interverrà l’esercito per far rispettare la controversa decisione di ritiro adottata dal governo di Ariel Sharon. Lo riferiscono fonti militari di Israele citate da agenzie internazionali. Nella notte " secondo la Radio dell’Esercito dello Stato ebraico " almeno 500 ebrei che si oppongono allo smantellamento delle colonie sarebbero stati fermati o arrestati dalla polizia mentre cercavano di raggiungere gli insediamenti che dalla mezzanotte di oggi dovranno essere abbandonati.

L’esodo degli oltre 8.000 coloni che dal 1972 occupano circa 54 chilometri quadrati della Striscia di Gaza " mentre nei restanti 300 chilometri quadrati dell’enclave vivono 1,3 milioni di palestinesi in condizioni di estrema povertà e miseria " dovrebbe diventare ’operativo’ a tutti gli effetti nelle prossime ore. Secondo il quotidiano israeliano ’Haaretz’, alcune aree sono già state abbandonate: nel nord della Striscia, Eley Sinai (40 famiglie su 74), Dughit (17 su 19), e Nissanit (quasi tutti i 240 nuclei famigliari).

Risulterebbe avvenuto senza problemi lo sgombero di due delle quattro piccole colonie ebraiche nel nord della Cisgiordania: la radio militare ha riferito che gli occupanti degli insediamenti di Kadim e Ganim si sono tutti trasferiti; gli altri due sono Homesh e Sa-Nur, dove nei giorni scorsi sono giunti ebrei ultra-nazionalisti che si oppongono all’operazione. Ieri sera, in un discorso a reti unificate alla nazionale, Sharon ha spiegato ai suoi concittadini di aver voluto rivedere le proprie posizioni, fino ad arrivare alla conclusione che per Israele “non sia possibile restare per sempre nella striscia di Gaza”.

Rispondendo in modo indiretto a chi lo accusa di aver ’ceduto’ " in particolare i ’falchi’ ultranazionalisti del suo partito, il Likud " il capo del governo ha detto che il ritiro da 17 colonie di Gaza e 4 della Cisgiordania " “non viene da una posizione di debolezza ma di forza”. Sharon ha avuto parole anche per i palestinesi ai quali ha chiesto di “combattere contro le organizzazioni terroristiche e dimostrare la loro volontà di pace per potersi sedere con noi al tavolo dei negoziati”. [EB]

Source by MISNA


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / SGOMBERO... PROTESTE
from: ladysilvia
by: MISNA
from: ladysilvia
by: Redazione
from: ladysilvia
by: ANSA