Verdena dal vivo in un centro per l’arte per uno show a base di musica e video proiezioni

Mercoledì
15:40:19
Ottobre
30 2002

Verdena dal vivo in un centro per l’arte per uno show a base di musica e video proiezioni

GIOVEDI’ 14 NOVEMBRE - A TORINO “gli atti indisciplinati” di VERDENA ed EGGS INVADERS

View 165.0K

word 1.4K read time 6 minutes, 58 Seconds

Uno show multimediale all’interno della rassegna Parallel Exit

Installazioni e live media act fra musica e immagini.
E’ questo ciò che proporranno VERDENA e EGGS INVADERS giovedì 14 novembre, all’interno dei nuovi spazi espositivi della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, a Torino.
Uno show multimediale durante il quale, grazie alla collaborazione di Francesco Fei (ha lavorato con artisti come Battiato, Ligabue, Carmen Consoli, Negrita, Blu Vertigo, è stato regista di tre dei quattro video realizzati finora dai Verdena) e del gruppo Egg Invaders (Cristina Seresini, Andrea Corridori e Simona Schiaretti, specializzati in vari campi della comunicazione visiva quali spot, videoclip, sigle d’apertura di programmi televisivi) verranno proiettate immagini e spezzoni di materiale video inedito, realizzato appositamente per il live dei Verdena.
45 minuti di immagini psichedeliche pensate appositamente per i brani più “visionari” dei Verdena (“Solo un grande sasso”, “Eyeliner”, “Starless” e altri ancora.

LO SHOW
I Verdena suoneranno dentro a una “grossa cassa”, ricoperta da materiale di imballaggio e attorno a cui verranno proiettate le immagini confezionate per lo show.
La cassa sarà collocata all’interno di un lungo corridoio all’interno della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.
Eggs Invaders a loro volta proietteranno e gestiranno “in progress” e immagini da un’altra “cassa”

LA RASSEGNA - PARALLEL EXIT
La rassegna Parallel Exit (un progetto culturale concepito dai responsabili degli eventi speciali della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Carlo Antonelli e Andrea Lissoni e realizzato dalla Fondazione stessa in collaborazione con l’Associazione Musica 90), oltre a VERDENA VS EGGS INVADERS, ha visto la presenza di ELISA (il 15 ottobre, con una performance avant garde all’interno di una piccola casa/istallazione costruita ad hoc per l’evento), prevede l’intervento dello scrittore Niccolò Ammaniti (il 6 novembre, che per l’occasione si racconterà e presenterà tre film scelti dalla propria memoria personale) e le performance di teatro di ricerca dei Kinkaleri e dei Motus.

Parallel Exit, come la presenta la Fondazione, sono sei atti indisciplinati.
Musica, letteratura, cinema, video, teatro e performatività .
Sei esperimenti unici, per sondare la vitalità della cultura generazionale italiana contemporanea.

LA FONDAZIONE SANDRETTO RE REBAUDENGO
Inaugurata il 18 settembre con Exit (63 artisti italiani in mostra fino al 6 gennaio), la nuova sede vuole essere per Torino un luogo vivace di incontro, ma anche uno spazio dove si affrontano le più attuali problematiche contemporanee, dalla musica al cinema, dal teatro alla danza. L’edificio è stato concepito come una struttura flessibile adatta ad ospitare le svariate discipline della cultura di oggi. L’obiettivo della fondazione è coinvolgere un pubblico ampio e diversificato, proponendo, accanto alle mostre d’arte, un calendario di eventi articolato e aperto a tutti.

VERDENA
Nel 1999, quando esordirono sul palco dell’Heineken Music Festival di Imola, a fianco di gente come Courtney Love, Placebo o Marylin Manson, furono in molti ad accorgersi che i Verdena sarebbero diventati ben presto il gruppo rock più interessante della scena musicale italiana.
La conferma arrivò qualche mese dopo, a Settembre, quando, dopo il successo di “Valvonauta” (primo singolo del gruppo, un hit di quella stagione per MTV), la band esordì con un disco, Verdena, che vendette 40mila copie.
Un successo incredibile per un gruppo praticamente sconosciuto.
Un successo che è stato ribadito a pochi giorni dall’uscita del secondo album.
Solo Un Grande Sasso infatti ha esordito al sesto posto nella classifica FIMI, spodestando niente poco di meno che Vasco Rossi e ricevendo riscontri entusiastici dalla stragrande maggioranza della critica musicale.
Dall’uscita dell’ultimo disco (settembre 2002) ad oggi i Verdena hanno partecipato al Tora! Tora! Festival e hanno avuto una prestigiosa apparizione come supporter degli U2 nell’unica data italiana della band di Bono (a Torino).

SOLO UN GRANDE SASSO
Disco attorno a cui è nato il progetto di questo show, è un lavoro che, oltre a confermare la consistenza della band, ha spinto i Verdena verso nuovi territori sonori mai sondati prima.
Se nel disco precedente infatti la canzone era più o meno costruita attorno a canoni rock simili durante tutto l’arco dell’album, nei 12 brani di Solo Un Grande Sasso si percepisce un desiderio di elaborare un linguaggio musicale più forbito, puntiforme.
E così si passa da un brano come “Spaceman” (il primo singolo, uscito il 15 giugno) alla sensualità galleggiante di “Cara prudenza”, all’etereo incedere di “Onan”, alla circolarità delle melodie spigolose di “Miami Saphari” e altro ancora.
La furia che ha contraddistinto i Verdena fino ad oggi c’è ancora.
Basta sentire “Starless” per capire.
Ma è cambiato il modo di trasporla in note.
E’ espressa con tonalità inedite, cinematiche, in definitiva, mature.
Molto ha inciso avere nuovi strumenti su cui lavorare.
Sia ben chiaro. Il gruppo rimane una guitar band. Le canzoni nascono da un giro di chitarra, di basso o di batteria. Ma l’ex pollaio dove provano da sempre, è diventato un laboratorio che scoppia di chitarre, amplificatori ma anche di rhodes, mellotron, synth targati Korg.
E sono proprio le tastiere l’elemento estraniante di Solo Un Grande Sasso.
Con un mellotron o un rhodes i Verdena arrivano a pensare arrangiamenti.
Arrangiamenti grazie a cui, con lucidità e maturità , tendono a sottolineare quelle tensioni irrisolte che hanno contraddistinto il sound del gruppo.
Arrangiamenti che in questo tour, grazie all’allargamento della band a quattro elementi (ci sarà infatti un tastierista per le prossime date), verranno proposti in concerto.
Il disco è stato prodotto dal leader degli Afterhours (Manuel Agnelli).

EGGS INVADERS
Eggs Invaders lavorano da anni nel campo dei video musicali.
In particolare Francesco Fei (ideatore del progetto VERDENA vs EGGS INVADERS) ha realizzato numerosi clip fra cui tre con i Verdena. “Il progetto di videoproiezioni all’interno di un concerto dei Verdena, nasce proprio da questa esperienza maturata oltre che dalla constatazione che ad oggi è sempre più difficile lavorare in maniera creativa e libera alla realizzazione di immagini che accompagnino la musica”, dice Francesco Fei. “Troppe sono le dinamiche commerciali e di programmazione televisiva che si intromettono nel percorso creativo, perché la voglia di esprimersi rimanga fertile e originale. Ecco allora che operare all’interno di un contesto live, al di fuori da dinamiche commerciali che non siano quelle esclusivamente espressive, diventa un nuovo modo per sperimentare nuove forme visive”.
Negli ultimi anni la presenza di VJ che accompagnano con i loro montaggi live, le performance dei DJ, sono ormai all’ordine del giorno. Soprattutto la creazione di particolari software che consentono l’utilizzo, come supporto per le immagini, di semplici computer portabili al posto dei poco gestibili VHS, ha consentito alle video proiezioni di diventare un nuovo linguaggio dalle potenzialità ancora oggi poco esplorate.
“Nel progetto con i Verdena”, affermano Andrea e Cristina di Eggs Invaders, “vogliamo portare l’esperienza maturata in un campo musicale per lo più elettronico, in uno decisamente più rock. I Verdena, in questo, sono il gruppo che meglio si presta a tale operazione grazie alla forte caratterizzazione psichedelica, e perciò visiva, della loro musica”. Infatti, brani come “Solo un grande sasso”, dove cioè l’improvvisazione musicale è più presente, si prestano perfettamente alla materializzazione visiva di emozioni per lo più di natura non narrativa, in un modo simile a quello intrapreso, in maniera estremamente originale, da gruppi come i Radiohead e, più in generale, in molti siti di ricerca presenti in Internet.
Le immagini elaborate da Eggs Invaders hanno già accompagnato i Verdena durante il loro concerto al Leoncavallo del 16 febbraio scorso. L’ottimo risultato ottenuto ha motivato la volontà a continuare la collaborazione. Per il concerto di Arezzo Wave, le immagini accompagneranno il gruppo durante tutta la sua perfomance; tutti i brani, infatti, avranno la loro personale visualizzazione, in modo da divenire elemento fondamentale dello spettacolo. I Verdena saranno parte integrante della proiezione, dal momento che le loro sembianze appariranno attraverso uno schermo semi trasparente collocato davanti al palco e sul quale verranno proiettate le immagini.
L’obbiettivo è quello di creare un nuovo modo di vivere la musica che rinnovi le capacità percettive di uno spettatore ormai annoiato dalle proposte visive della maggior parte dei videoclip. Al tempo stesso c’è la volontà di creare un set visivo che arricchisca le potenzialità della perfomance live, dal momento che i Verdena trarranno ispirazione direttamente dalle immagini che vedranno apparire sullo schermo semitrasparente.

Fondazione Sandretto Re Rebaudengo
via Modane 16 - Torino
Info-line 011/19841600
biglietto 10 euro

Source by Rockitalia


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Verdena ...roiezioni