Transgender e Olimpiadi, non sarà più necessario l'intervento per gareggiare

Lunedì
07:58:15
Febbraio
01 2016

Transgender e Olimpiadi, non sarà più necessario l'intervento per gareggiare

View 134.4K

word 561 read time 2 minutes, 48 Seconds

Una notizia che ha fatto il giro del mondo ed ha già rivoluzionato quello olimpico. Discussa e probabilmente approvata dal Comitato olimpico, una nuova legge che offrirà a tutti gli atleti transgender la possibilità di partecipare alle gare olimpiche senza che sia necessario l'intervento di rettificazione. Gli stessi promotori di tale legge hanno intenzione di applicarla già dal prossimo programma dei giochi olimpici che si terrà a Rio la prossima estate 2016.

Quindi donne che hanno ancora il vecchio documento e che non si sono ancora sottoposta a intervento (androginoide) o rettificazione, potranno gareggiare con tutte le altre atlete donne. Vale allo stesso modo per gli uomini che non hanno ancora completato con un intervento (ginoandroide), la possibilità di gareggiare con altri atleti uomini ai giochi olimpici.

Il vuoto normativo, ha fatto sì che, nuove linee guida colmassero il diverbio che le singole federazioni sottoponevano agli atleti verso l'obbligo “a completamento dell'iter burocratico” di intervento chirurgico, talvolta dannoso per gli atleti stessi, che dovevano superare un post-operatorio difficile e delicato.

Ma come sarà fatta la scelta della categoria che permetterà all'atleta di gareggiare in sintonia con il proprio gender ?
L'atleta, dovrà sottoporsi a un controllo ormonale per determinarne la percentuale. Il risultato sarà l'indicatore che darà luogo alla decisione in quale categoria dovrà gareggiare.

La scala di valori attestanti l'indicatore basa la misurazione per un anno intero e ad un anno dalla gara olimpica di 10nanogrammi per litro di sangue.

La normativa indica che per poter gareggiare con il Gender femminile il Testosterone non dovrà superare i 10 nanogrammi per litro di sangue.
12 mesi con valore inferiore ai 10ng/Lt sangue.
12 mesi prima della competizione è il tempo minimo necessario oltre aver già eseguito 12 mesi di misurazione.

L'ente preposto a tale monitoraggio è il CIO (Comitato Olimpico Internazionale). Il CIO si è adeguato a seguito del precedente verificatosi nel 2009. Possiamo ben comprendere che la sensibilità sociale, politica e legale a questo misterioso mondo fatto di sfumature naturali e che tende sempre più all'unificazione dei sessi, sta avendo la meglio.

Il caso Caster Semenya, vincitrice dei mondiali di atletica nel 2009 e argento alle Olimpiadi di Londra 2012, fu dibattuto dalle stesse atlete in gara, che contestavano la Caster Semenya, campionessa sudafricana ottocentista ermafrodita di essere un uomo. Per poter tornare a gareggiare l'ateta fu costretta a seguire una specifica terapia ormonale, oltre a uno stop di 12 mesi. La IAAF (’Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera), fu il mandante di tale decisione. Altro caso come quello della velocista indiana Dutee Chand, hanno generato diversi dubbi sulla categoria di appartenenza di diversi atleti e ancora la martellista Keelin Godsey e il triatleta Chris Mosir, quest'ultimo aveva gareggiato con donne e solo dopo dichiarò di essere transgender. Quindi si è reso necessario colmare questa lacuna con una normativa più esaustiva.

Altro dato importante è il periodo in cui tutto questo sta avendo luogo. Potremmo dire che un flusso sincronico ha dato origine a nuove dinamiche evolutive. Basti pensare a quanto sta accadendo in questi giorni nel nostro paese con la nuova rivoluzione sessuale, che ha dato luogo a diverse manifestazioni sui diritti delle coppie omosessuali e di genere.

Per gli atleti Transgender si è aperto un nuovo portone. Quindi non sarà più necessario aver conseguito i due anni di terapia ormonale e l'intervento di rettificazione tanto odiato e obbligatorio per la vecchia normativa.

Source by Flashsport


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Transgen...areggiare