MOVE
MOVE
MOVE
MOVE
Venerdì
16:16:53
Novembre
05 2021

Davide Inglisa, personal trainer e bodybuilder natural Vegano, ci svela alcuni segreti dei suoi successi

View 1.3K

word 1.8K read time 8 minutes, 54 Seconds

Abbiamo osservato che, la categoria dei Vegani sono primi nelle classifiche in ambito sportivo, noi stessi in passato come network, abbiamo pubblicato alcune immagini che ritraggono i campioni mondiali e sono tutti Vegani che qui, per passione li indicherò con il nostro brand GooVeg

Le domande che ti farò, in questa intervista, le ho pensate in modo che possano essere comprese da coloro che si avvicinano a questo universo vegetale e sportivo, le ho pensate per essere di aiuto a coloro che nutrono dubbi, su come sia possibile seguire un regime nutrizionale di origine vegetale, come questo stile di vita possa fare stare bene le persone, come atleti o sportivi come è nel tuo caso specifico, diventino poi professionisti e campioni in alcune discipline dove è erroneamente, seguito spesso un regime alimentare proteico di origine animale.

Nel tuo caso caro Davide, mi aspetto da curiosa (ma anche da Vegana), aneddoti simpatici e creativi. E cosa ancora più importante so che potrai indicare a chi ti legge, la tua preziosa esperienza, su coma hai iniziato e come è poi sfociata la passione in ambito agonistico.

Per distinguerci in questa intervista da questo punto in poi, ho creato due sigle. Con LS si intende Lady Silvia , mentre con DI indicheremo il tuo nome Davide Inglisa.

LS : Cosa ti ha spinto nella direzione del mondo vegan e come sei diventato poi un GooVeg a tutti gli effetti (per GooVeg intendo dire un Vegano sia come stile di vita, che come filosofia adotta nella tua professione sportiva)

DI : Sono diventato vegano probabilmente per il motivo più importante: il rispetto verso ogni forma di vita, soprattutto quella animale.

Già da tempo sperimentavo difficoltà nel raggiungere con un regime alimentare animale, quelli che erano i miei target alimentari a supporto del mio sport: il #Bodybuilding .

Un bel giorno guardando in TV un documentario sulla tigre del Bengala, ho realizzato che stavo, a tutti gli effetti, mangiando cibo di origine animale in quantità pari a quella di un carnivoro. Questo ha innescato in me, un effetto a catena che mi ha portato ad informarmi su un’alimentazione più sostenibile.

Dopo circa 6-7 mesi già da vegetariano, inizio a scoprire i primi retroscena dell’industria sui derivati alimentari. Nel gennaio del 2017, decido di tagliare completamente il cordone ombelicale con gli alimenti di origine animale e divento così Vegan al 100%.

LS : Devo riconoscere una bella determinazione in Te, e mi complimento per le tue realizzazioni personali. Non è così scontato ciò che hai fatto.

Quando è iniziato il tuo percorso sportivo?

DI : Sono uno sportivo da sempre, ma nel 2010 inizio, un po’ per gioco e un po’ per occupare il tempo libero, mi iscrivo in palestra e non avrei mai pensato di scoprire che questa sarebbe stata la mia vera passione!!

Sono una persona di natura molto curiosa e mi piace acquisire dati e informarmi, quando decido un percorso, e lo faccio fino in fondo, sempre.

Quindi dopo anni di tentativi e di prove, raggiungo e direi finalmente! una buona condizione fisica. Inizia così da questo momento un percorso affiancato da esperti.

Nel 2017 (anno in cui sono diventato vegano), cerco qualcuno che, oltre a seguirmi nell’allenamento, abbia anche le competenze giuste nel guidarmi sulla alimentazione vegana applicata al mio sport.

Dopo un anno di coaching online con Luigi Miccolis, “Luigi è il professionista che mi ha svezzato come vegan" (lasciatemi dire svezzato), decido di alzare l’asticella e inizio con il percorso agonistico. Giunti a questo punto, mi affido al professionista Massimo Brunaccioni, che mi porta ad un livello che mai avrei immaginato di raggiungere.

LS : Quali aggiustamenti, quali linee guida alimentari hai seguito?

DI : diciamo che la domanda più frequente che ricevo è: “Ma da dove prendi le proteine??”

È risaputo in ambito fitness, che per un aumento di massa muscolare bisogna aumentare l’introito proteico, proteina che per alcuni deve essere per forza di natura nobile (quindi animale). Questa è la considerazione che falsamente è stata pensata e adottata come verità assoluta in questo ambito. Ecco diciamo che questa è una Supercazzola!! e si perché studi recenti, ci dicono che è sufficiente assumere nell’arco della giornata la giusta quota e quantità di amminoacidi per produrre le proteine necessarie al nostro scopo.

Quindi nella pratica cosa dobbiamo fare? I legumi sono la fonte proteica principale per un vegano, ma non basta, perché ogni legume ha un amminoacido limitante, che andiamo a trovare in un cereale e completiamo il nostro apporto giornaliero bilanciato.

Forse mi sono dilungato troppo e spero di non aver annoiato i lettori!!

LS : Davide è veramente un piacere leggere ciò che hai scritto, i dati che indichi sono preziosi a coloro che magari vogliono iniziare e non hanno idee e non hanno dati.

Seguendo con le domande ti chiedo: Hai un tuo mentore?

DI : Devo ringraziare sicuramente Luigi Miccolis, coach online, che mi ha assistito nel passaggio vegan e nei primi programmi in palestra. Ma senza nulla togliere a Luigi, tutta la mia stima va a Massimo Brunaccioni, il mio preparatore e professore di bodybuilding, che mi ha aiutato a crescere come personal trainer.

LS : Ci descrivi, ci parli di una tua giornata tipo? Ad esempio quante ore dormi di media, cosa mangi in una settimana, quanti pasti fai al giorno, cosa non mangi… cosa di questo tipo.

DI : Ancor prima di questa domanda forse devo raccontarvi qualcosa in più della mia vita.

Sono un operaio da sempre, con il sogno di diventare un personal trainer. Ormai da più di tre anni grazie alla disponibilità oraria, faccio anche il personal trainer. Ti dico questo per far capire che le mie giornate sono interminabili!

Inizio in azienda alle 6:30 quindi sveglia alle 5, colazione con porridge "Il porridge Vegano Il porridge tradizionale ha molti carboidrati ma poche proteine. Il porridge proteico, invece, è solitamente a base di fiocchi di soia", il mio è appunto proteico, con proteine della soia, fiocchi d’avena e bevanda vegetale.

Tra i pasti principali intervallo degli spuntini con frutta, frutta secca, gallette di vario tipo e shaker proteici.

Giunti al pranzo alle 12:30 abbino un cereale con una fonte proteica come tofu di soia o canapa, tempeh di vario tipo e alcune volte seitan o affettati vegetali, il tutto accompagnato da verdura.

Alle 15:30 dopo un ulteriore spuntino corro in palestra ad allenarmi o ad allenare, alcune volte fino alle 22.

La cena rispecchia un po’ il pranzo cercando sempre di dare priorità alla varietà degli alimenti. Diciamo che arrivati nel 2021 la dieta del riso e pollo classica da culturista è ormai superata!!

Una cosa sola evito. L’abuso di glutine porta nel cronico a malassorbimento di alcune vitamine quindi cibi a base glutine di frumento non li uso molto di frequente, massimo due volte la settimana.

Se ti dico che dormo 6 ore a notte ti direi una cialtronata, infatti una delle cose che potrei migliorare è il sonno. Il riposo è tanto importante quanto l’allenamento!

LS : Ci parli di una tua giornata tipo sportiva? Ad esempio, come è strutturata una giornata o settimana di allenamento.

DI : In base ai periodi in cui diamo priorità all’aumento di forza o per esempio, al volume di allenamento, la durata e la frequenza dei miei allenamenti varia da 4 a 5 volte a settimana, con una durata di un'ora e mezza / due a sessione.

LS : Ci parli delle tue gare, di che tipo sono e quali riconoscimenti hai ricevuto?

DI : Faccio gare di #bodybuilding, nello specifico rientro nella categoria Men Physique, "Gli atleti Men's Physique allenano le gambe proprio come un atleta di bodybuilding.", che ha dei canoni di giudizio che si avvicinano a quelli di un ragazzo da copertina, più che da bodybuilder.

Ci tengo nel definirmi un atleta Natural! Sappiamo tutti che in questo ambiente sportivo più di altri, si fa uso di doping. Ormai da anni c’è una spaccatura tra bodybuilding doped e Natural.

A seguito di questo, sono nate delle federazioni che cercano di tutelare gli atleti a un confronto alla pari, con controlli a sorpresa e test del poligrafo: il classico test della verità che vediamo nei film americani. Per esempio nelle gare appena concluse nei miei due piazzamenti ho eseguito il test delle urine a fine gara.

È per questo che ho scelto di gareggiare nella #WNBF. (per chi non conosce il WNBF è il World Natural Bodybuilding Federation)

Nel 2018 ho iniziato la prima preparazione che mi ha portato a gareggiare poi nel 2019 verso le qualifiche a Cornaredo con un 2° posto, ai campionati nazionali a Bologna con un 3° posto e infine la partecipazione ai Mondiali amateur a New York con un 6° posto.

Quest’anno grazie al podio del 2019 ho partecipato direttamente ai campionati nazionali a Igea Marina con un 3° posto e come ultimo un 3° posto ai campionati internazionali in SNBF in Svizzera. Il numero 3 mi perseguita!!! (SNBF è la Federazione di Bodybuilding naturale svizzero)

LS : Cosa vorresti fare da grande? “Chiaramente è un modo di dire simpatico, che punta a chiedere quali progetti hai in mente per il futuro”

DI : Il mio sogno più grande è quello di fare il personal trainer a tempo pieno. Sono ormai anni che dedico anima e corpo a questo progetto!

LS : Hai già pronti dei progetti. Se si, di che tipo?

DI : Sicuramente migliorare la condizione attuale e ottenere dei piazzamenti migliori.

Progetti?? Beh ho un sacco di idee in mente e spero in un futuro prossimo, anche con un eventuale collaborazione, di realizzarle.

LS : Mi accennavi che diventare un buon istruttore è uno delle tue mete. Quindi ti chiedo hai già una tua attività in tal senso. Se è si, come possono altri sportivi #GooVeg poterti contattare. Parlaci un attimo di questo argomento!

DI : Attualmente lavoro presso la #Fitactive di Vertemate con Minoprio come personal trainer. Seguo in sede clienti delle zone limitrofe e grazie ai social seguo anche clienti online.

Ci tengo ad aggiungere che la mia mission come personal trainer #GooVeg è di aprire le menti dei miei clienti a una dieta varia, optando nella vasta gamma di cibi vegetali.

Se qualcuno dei lettori incuriosito, vuole scrivermi per una consulenza mi può trovare su instagram come @davide_inglisapt e sulla pagina facebook cercando il mio nome.

Vi riporto l’indirizzo e-mail per chi volesse contattarmi in privato: davide.inglisa@gmail.com

LS : I tuoi prossimi appuntamenti nel mondo dello sport Agonistico?

DI : Diciamo che è ancora presto per dirlo!! Sicuramente gareggerò il prossimo anno ai campionati nazionali #WNBF e chi lo sa, magari anche a qualche gara internazionale.

Grazie Davide è stato bello conoscerti, ti auguro la totale espansione in questo ambito, visto che ami realmente questo sport e ciò che fai lo dimostra apertamente.

Grazie per aver partecipato a questa intervista.

Ti suggerisco un percorso multivitaminico di nuova generazione, ma di questo te ne parlerò in privato, a presto Silvia

Source by Silvia_Michela_Carrassi


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Davide I... successi