Rifiuti, De Gennaro presenta il piano del Governo

Martedì
02:18:34
Gennaio
22 2008

Rifiuti, De Gennaro presenta il piano del Governo

Il supercommissario annuncia le misure che consentiranno alla Campania di superare l’emergenza: tre nuove discariche, tre siti provvisori di stoccaggio per le ecoballe, piano straordinario per la raccolta differenziata. E assicura:"A regime smaltiremo 10mila tonnellate di rifiuti al giorno".

View 134.7K

word 493 read time 2 minutes, 27 Seconds

ROMA: È pronto il nuovo piano con cui si provvederà a liberare completamente le strade della Campania, in particolare di Napoli e della Provincia, dai rifiuti. Lo ha illustrato nel pomeriggio il supercommissario per l’emergenza rifiuti, Gianni De Gennaro, in un incontro con i giornalisti.

Le cifre dell’emergenza. La prima preoccupazione del supercommissario è stata quella di individuare un sito dove sistemare le 250 mila tonnellate accumulate sino ad oggi, più le settemila tonnellate prodotte ogni giorno. "Questo "grande buco" - ha spiegato il supercommissario - doveva avere anche la caratteristica di essere pronto in tempi rapidissimi, diciamo 7-10 giorni, e che fosse funzionale a un sistema di smaltimento molto rapido, di circa 10 mila tonnellate al giorno".

I siti di stoccaggio e le discariche. Sulla base dei parametri esposti, De Gennaro ha scelto di puntare su discariche esistenti e su siti di stoccaggio provvisorio di grandi capacità , allestibili in pochi giorni.
La decisione finale è caduta sulle discariche di Difesa Grande ad Ariano Arpino (Av), Villaricca (Na), e Montesarchio (Bn), che riapriranno. Nel piano sono previste anche due vasche di raccolta di «percolato» che fuoriesce dai siti provvisori, a Nocera Superiore e a Eboli.
I siti di stoccaggio provvisorio, invece, saranno allestiti a Marigliano, Pianura e Ferrandelle. La discarica di Parapoti, per il momento, resterà di riserva. «Con le tre discariche e i tre siti - ha spiegato De Gennaro - si dovrebbero riuscire smaltire in una decina di giorni circa 600 mila tonnellate di rifiuti: aggiungendo le 300 mila tonnellate di Macchia Soprana copriremo il 'buco' da 900 mila che ci serve».

Il ritmo dello smaltimento. Il supercommissario ha dichiarato: "Quando saremo a sistema, smaltiremo 10mila tonnellate di spazzatura al giorno: il 70%, circa 7mila tonnellate, è destinato allo smaltimento quotidiano. Il restante 30%, invece, e parlo di almeno 3mila tonnellate al giorno, è destinato a recuperare l’arretrato".

Lo stop dei cdr. l’obiettivo del super commissario è fermare i cdr entro 10-15 giorni: questo al fine di poterli mettere a norma, riconvertirli e trasformare quindi i rifiuti "secondo le modalità che le istituzioni locali avranno individuato come le più opportune". "Finchè gli impianti di cdr saranno l’unico mezzo di smaltimento dei rifiuti " ha spiegato De Gennaro - non si potrà lavorare sulla loro rimessa a norma. Il fermo dei cdr deve avvenire senza creare nuovo arretrato nello smaltimento. Se fermiamo i cdr per rimetterli a norma non si deve verificare una emergenza e dunque le discariche devono funzionare».

La raccolta differenziata. De Gennaro ha anche sottolineato anche l’importanza di avviare in maniera decisa la raccolta differenziata."Si deve ridurre la produzione di 7.200 tonnellate al giorno, magari scendere a 6.500 - ha spiegato - Per questo avvieremo una raccolta differenziata straordinaria".

Source by Governo


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Rifiuti,...l Governo
from: ladysilvia
by: Senato