Sicurezza. De Corato: Da Blue Berets, City Angels e poliziotti in pensione 1.000 interventi in 3 mesi

Sabato
01:42:33
Ottobre
18 2008

Sicurezza. De Corato: Da Blue Berets, City Angels e poliziotti in pensione 1.000 interventi in 3 mesi

Oltre 600 le risse sedate e 380 gli interventi congiunti con le Forze dell’Ordine

View 134.2K

word 466 read time 2 minutes, 19 Seconds

Milano: “I presidi delle associazioni di volontari, Blue Berets, City Angels e Associazione Poliziotti Italiani, che da fine giugno garantiscono la loro presenza in aree critiche della città , stanno producendo ottimi risultati, sia per la prevenzione dell’illegalità che in fase di intervento. Basti pensare che in poco più di 3 mesi sono quasi mille i casi in cui gli operatori sono direttamente intervenuti o hanno richiesto l’ausilio delle Forze dell’Ordine, consentendo il fermo di delinquenti”.

Lo comunica il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato.

In particolare, sono oltre 600 gli interventi svolti direttamente da Blue Berets, City Angels e Poliziotti in pensione e circa 380 i casi in cui è stato richiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine.
Un’alta percentuale (più di 100 episodi) è costituita da risse e liti, concentrate per la maggior parte in zone a rischio come viale Padova (18 episodi) e piazzale Maciachini (17), la Stazione Centrale (15) e la stazione metropolitana di Crescenzago (14).

Non sono mancati anche allontanamenti di persone moleste in stato di ebbrezza per consumo eccessivo di alcol o stupefacenti (122 casi in tutto) che disturbavano i passanti o la quiete pubblica.
“L’ultimo episodio " ricorda il vice Sindaco ", avvenuto circa un mese fa alla stazione di Crescenzago, si è concluso con l’arresto di uno spacciatore extracomunitario ubriaco che, dopo aver spinto a terra due passanti, tra cui un’anziana, e aggredito i Blue Berets che tentavano di fermarlo, è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato”.

Molto richiesti, ben 134, anche gli interventi di ausilio a persone in difficoltà : si tratta perlopiù di anziani o donne e ragazze che chiedono, ad esempio, di essere ’scortate’ all’uscita della metropolitana fino al portone di casa.

“Ricordo che i presidi " aggiunge De Corato " vengono svolti tutti i giorni dagli operatori nelle zone critiche segnalate dal settore Sicurezza. Si tratta di aree non monitorate dai militari o dalle Forze dell’Ordine, nelle quali la presenza degli operatori sociali si dimostra fondamentale. I presidi fortemente voluti dal Comune, avviati in forma sperimentale nel 2007 e rinnovati a giugno di quest’anno, rappresentano un valido supporto non solo per restituire serenità ai cittadini, ma anche per intervenire immediatamente in caso di pericolo”.

Queste le aree attualmente monitorate dalle tre associazioni:

Blu Berets: Stazione Centrale, stazione MM Crescenzago e sottopasso, Cam (Centro aggregazione multifunzionale) di via Pecetta, parco Alessandrini, Associazione Pane Quotidiano di viale Monza e Polo Ferrara (centro anziani).

Associazione Poliziotti Italiani: parco Pallavicino e MM Pagano, viale Bligny da Porta Lodovica a via Vittadini, parco di via Livigno, piazzale Bacone, MM Crescenzago e sottopassi.

City Angels: via Bligny, da Porta Lodovica a via Cittadini, corso Concordia e piazza Tirana.

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Sicurezz...in 3 mesi