Il TAR conferma la riduzione del contributo alla Provincia di Milano per il trasporto pubblico urbano

Giovedì
13:48:50
Giugno
04 2009

Il TAR conferma la riduzione del contributo alla Provincia di Milano per il trasporto pubblico urbano

View 167.8K

word 359 read time 1 minute, 47 Seconds

Monza: Si è chiuso con pieno successo dell’Amministrazione Comunale monzese, il primo round dello scontro giudiziario con la Provincia di Milano relativamente al contributo comunale dovuto per il servizio di trasporto pubblico su gomma. Questa mattina il TAR Lombardia ha infatti respinto l’istanza di sospensiva presentata dalla Provincia di Milano confermando, in attesa dell’udienza di merito, l’efficacia degli assunti portati dal Comune di Monza.

A darne notizia è l’Assessore agli Enti Partecipati Cesare Boneschi.

Per maggior chiarezza si ricordano brevemente i passaggi degli ultimi anni sulla vicenda.
Nel 2002 il Comune di Monza e la Provincia di Milano concordavano, con apposito Accordo di Programma, di affidare le linee urbane del servizio di trasporto pubblico su gomma unitamente a quelle interurbane di competenza provinciale mediante unica gara. In tale occasione, il Comune chiedeva che venissero previsti in capo al gestore alcuni servizi aggiuntivi rispetto a quelli minimi garantiti dalla Regione a beneficio dei cittadini di Monza, mettendo a disposizione un importo massimo di oltre 2,6 milioni annui a copertura delle risorse necessarie per garantire anche tali servizi aggiuntivi.

A distanza di quasi sei anni - concluso il primo anno della nuova gestione del servizio - l’Amministrazione comunale ha provveduto a verificare i servizi aggiuntivi effettivamente prestati e, quindi, a quantificare le risorse necessarie a copertura degli stessi.

A seguito di un’approfondita istruttoria svolta in contraddittorio con la Provincia e i gestori del servizio, il contributo comunale effettivamente dovuto è risultato essere pari a poco più di " 700.000 annue.
La Provincia di Milano, tuttavia, ha insistito a richiedere l’intero importo massimo messo a disposizione del Comune, giungendo anche a promuovere ricorso al TAR, con sospensiva, per contestare la quantificazione effettuata dall’Amministrazione comunale.

Quest'oggi, il Tribunale Amministrativo è stato chiamato a decidere sull’istanza cautelare di sospensione presentata dall’Ente provinciale.

Il Giudice Amministrativo, rilevando la complessità della questione, ha ritenuto opportuno confermare, allo stato, la validità degli atti assunti dal Comune
(ossia la quantificazione del contributo il " 700.000 annue), riservandosi di fissare nei prossimi mesi l’udienza di merito per la definizione della questione.

Source by Comune_di_Monza


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Il TAR c...co urbano
from: ladysilvia
by: MilanoFoodLab